Crea sito

Pastiera napoletana a modo mio

La pastiera anche a Natale… ci sta sempre bene.
Video passo passo nei commenti
Ricetta di Carla Piccolo

☡☡☡Premetto che: questa è la ricetta di mia nonna che condivido volentieri.
Ogni famiglia napoletana ne ha una, in questa pastiera non si usa il latte.

PASTIERA “NAPOLETANA”
RICETTA DI NONNA CONCETTA

Ricetta e video a cura di PICCOLO CARLA per l evento di
“Quelli delle mani in pasta…in allegria.

****DOSI PER 2 PASTIERE DA 20 CM .***

LE MIE UNA DA 28cm
E UNA DA 12cm

PROCEDIMENTO
***************************
Meglio preparare sia il grano sia la pasta frolla il giorno prima .

Pasta frolla :
500 g di farina debole 9/10/11 proteine
150g di zucchero semolato
2 uova medie
100 g di olio (io di mais)
Bacca di vaniglia (semini)
2 gusci di acqua semplice ( riempiamo mezzo guscio vuoto con acqua per 2 volte)
Limone grattugiato (facoltativo)

Mettiamo la farina , lo zucchero e l olio nella planetaria con la frusta K
aggiungiamo le due uova intere e aggiungiamo un guscio di acqua poi ne aggiungiamo un altro
(seguire il video).
Lavoriamo pochissimo il tutto ,giusto il tempo di amalgamare gli ingredienti per non far formare il glutine , infine i semini di vaniglia amalgamiamo ancora pochi secondi e Stop ,avvolgiamo la pasta frolla in una pellicola e mettiamo in frigo.
N.b
Questa pasta frolla è diversa da una pasta frolla normale,perche non deve inzupparsi con i tanti liquidi che deve contenere.

PREPARIAMO IL GRANO
Occorrente:
Un barattolo di grano cotto (580g)
Un arancia non trattata
Un limone non trattato

Un generoso pizzico di sale fino.
1 Bacca di vaniglia
3 cucchiai di olio evo.
150 g di acqua
Versiamo tutto il contenuto del barattolo in una pentola aggiungiamo l’acqua il sale e l’olio grattugiamo la scorza dell’arancia e grattugiamo la scorza del limone.
Facciamo cuocere il tutto a fuoco molto lento per circa 30/40minuti deve asciugarsi tutta l acqua
(segue video). A questo punto chi lo desidera può passare il grano nel passaverdure o usare il mini pimer per ridurre il grano in crema.
Mettiamo entrambe le preparazioni in frigo .

***PASTIERA***
Occorrente:
Tutto il grano preparato*
500g di ricotta di pecora che faremo asciugare bene
Consiglio:(compriamo la ricotta un giorno prima e teniamola in frigo)
500 g di zucchero semolato
7/8 uova intere (380/400g circa)il peso non è tassativo!!!!
Acqua di millefiori o fiori d’arancio (45 g se usate la bottiglina grande, oppure, 2 fialette piccole concentrate )
Un arancia premuta (solo succo)
Una bacca di vaniglia (semi)
150 g di cedro o scorzette d’ arancia candita
Chi lo desidera può aggiungere 30 ml di liquore Strega o Limoncello
***************************
Se non piacciono i canditi li potete sostituire con 120g di gocce di cioccolato bianco o normale.
☡☡☡A chi piace può aggiungere anche un mezzo cucchiaino di cannella (io per gusto personale ho omesso).
***************************
Procediamo:
Mettiamo in una ciotola capiente o nella ciotola della planetaria il grano preso dal frigo.
Setacciamo la ricotta con uno schiacciapatate o un setaccio, aggiungiamo lo zucchero e tutte le uova (che apriremo prima in un contenitore per controllare che siano tutte apposto).
Iniziamo a sbattere il tutto con un mestolo di legno o un frustino elettrico o manuale , creando una crema densa, uniamo
l’arancia premuta e per ultimo i semi di bacca di vaniglia e i canditi chi lo desidera aggiunge 30ml di liquore strega o limoncello
Prendiamo la pasta frolla dividiamo stendiamo a mezzo centimetro e foderiamo i contenitori scelti che avremo imburrato e infarinato precedentemente.
Iniziamo a riempire gli stampi con un mestolo arrivando ad 1 cm dal bordo.
Teniamo da parte un po di frolla per le strisce superiori che adagerete come nel video formando dei rombi
Accendiamo il forno a
160/170 °modalità statico.
Metteremo le nostre pastiere al primo scalino del forno e cuociamo per circa 35/40minuti il tempo lo decide il forno ,la pastiera in cottura si gonfierà tanto, per poi tornare alla sua forma originaria una volta tolta dal forno e raffreddata . Facciamo sempre la prova coltello che deve uscire
ASCIUTTO E PULITO guardate attentamente il video
L’unica difficoltà di questo dolce è la cottura che deve avvenire a fuoco dolce, per permettere alla grande massa di liquidi di rapprendersi .Se cuocessimo a fuoco troppo forte rischieremmo che si colori troppo l esterno, lasciandola cruda all’interno . La cottura naturalmente varia da forno a forno, fa fede sempre il coltello pulito!!!!!
Va consumata di solito dopo 2 giorni per permettere alla pastiera di assestarsi è ai sapori di amalgamarsi.Di norma si prepara il GIOVEDÌ SANTO PER GUSTARLA PERFETTA LA DOMENICA DI PASQUA.
La pastiera dovrà avere un colore biondo uniforme
prima di servire spolverare con zucchero a velo.
BUONA PASQUA E BUONA PASTIERA a tutti

Carla
NOTE:
Per realizzare la pastiera napoletana perfetta è necessario:

*La ricotta deve essere di ottima qualità, comprate quella di pecora asciutta e compatta che è più ricca di grassi e renderà l’interno più cremoso. Perfette sono quella romana o sarda.

*Preparate la pastiera in anticipo, 3 giorni prima perché il riposo permetterà ai sapori di amalgamarsi bene. Questa fase di maturazione la renderà più morbida e profumata.

*Usate aromi di buona qualità, quindi no alla vanillina sintetica e largo spazio ai semi di vaniglia, all’essenza di fior d’arancio e dei bei canditi succosi e morbidi che grazie all’elevato contenuto di zucchero aumenteranno la conservabilità di questo dolce.

*Usate uno stampo svasato e alto circa 4 cm. L’altezza della teglia permette d’avere una pastiera umida e non troppo asciutta all’interno.

*La cottura deve essere dolce e lenta, 160° circa 60/90 minuti ma anche di più se serve, per una pastiera da 20 cm , deve “assumere” un bel colore caramello.

*Dopo averla cotta fatela riposare nel forno socchiuso per circa 10 minuti. Una volta fredda cospargetela di zucchero a velo e conservatela in un luogo fresco per 2- 3 giorni prima di consumarla. La superficie dopo il riposo sarà bella lucida ed emanerà il profumo tipico.
Copriamola con un canovaccio e teniamola in luogo fresco o in frigo .

  • Preparazione: Giorno
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:

Preparazione

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da briciolemagiche

Sono una mamma con tanta passione per l arte bianca. Io non creo semplice pane,io regalo un emozione

3 Risposte a “Pastiera napoletana a modo mio”

  1. Carla, complimenti per il tuo blog, veramente delizioso. Purtroppo non sono una seguace del
    licoli o del lievito madre. Ci ho provato varie volte ma li ho lasciati sempre, ahimé, morire per dimenticanza e trascuratezza. Però le tue ricette mi piacciono sempre molto e vi adatto il ldb…non è la stessa cosa, lo so, ma per me è meglio così!
    Ho letto avidamente la tua ricetta della pastiera e la farò al più presto solo che…non riesco a visualizzare il video! Sono io così imbranata o c’è qualche impedimento tecnico, che so, mi devo registrare o altro?
    Ancora complimenti per questa tua bella decisione, uniti agli auguri per un frizzante 2019!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.