Crea sito

Il mio Porridge Cremoso

Le prime volte che mi sono cimentata nella preparazione del porridge non sono rimasta completamente soddisfatta: non aveva la consistenza che mi aspettavo e l’aspetto non era dei più allettanti. Poi ho fatto qualche ricerca su internet e ho sperimentato… ho aggiunto ingredienti, variato le dosi del liquido e alla fine ho trovato quella che per me è la cremosità ideale di questa “pappa di avena”.

Premetto che fino ad ora non ho utilizzato altro che avena, sia in fiocchi che in crusca (e preferisco i fiocchi), non ho provato altri ingredienti (c’è chi lo fa con il semolino o la quinoa), quando li testerò posterò il risultato.

Per dare una consistenza cremosa al mio porridge ho le mie abitudini e sono le seguenti:

  • 30 gr di fiocchi di avena che trito un po’ in modo che assorbano meglio la parte liquida. Non li riduco in farina, semplicemente con il mixer li sbriciolo un pochino;
  • 170 ml di latte vegetale (senza zuccheri aggiunti), ma si può benissimo usare il latte desiderato. Se risulta troppo denso per voi potete aumentare la quantità di liquido fino a 200 ml;
  • 1 cucchiaio di semi di lino messi a bagno in 3 dita di acqua la sera precedente. Non li trito come per l’uovo di lino (ne ho parlato nell’articolo precedente), ma li metto a bagno in modo che formino un gel (tra l’altro sono utilissimi per la regolarità intestinale) che “addensa”. Sostituibili con i semi di chia;
  • 1/2 frutto ridotto in purea o comunque tritato (mela, pera o banana) che serve anche per dolcificare in modo naturale o 1 cucchiaio di yogurt (greco o vegetale, è indifferente);
  • Se lo preparo la sera precedente, la mattina lo scaldo a fuoco basso per circa 5 minuti sennò, se fatto sul momento, cuoce almeno 10 minuti sempre con la fiamma al minimo. L’importante è mescolare costantemente in modo che non si attacchi al pentolino e che si amalgami bene.

Adoro questa colazione, calda e nutriente. Ottima se si deve andare a lavorare perchè saziante… ma allo stesso tempo non appesantisce, rendendola perfetta se si vuole fare attività fisica dopo poco tempo (quando vado a correre è la mia colazione d’elezione).

Io cerco sempre di farla completa dal punto di vista nutrizionale, come mi è stato insegnato da una dietista, quindi una professionista in materia. In tal caso, l’importante è inserire una quota di:

  • carboidrati = avena;
  • fibre= 1 frutto, preferibilmente di stagione;
  • proteine= latte e/o yogurt e in parte anche l’avena
  • grassi= semi di lino o chia + frutta secca (anche in versione crema ma sempre al 100%) o cioccolato fondente
  • Io non zucchero il mio porridge perchè la frutta è già un ottimo dolcificante naturale, ma miele o sciroppo d’acero o di agave sono perfetti.

Le dosi variano da persona a persona ed è sempre meglio rivolgersi a un’esperto.

Questo è il mio Porridge Cremoso, che cambia ad ogni stagione in base alla frutta che la natura ci mette a disposizione. Spero vi sia stato utile e che vi sia di ispirazione.

Love, Greta