Crea sito

Pizza di Pasqua semintegrale con lievito madre

Pizza di Pasqua semintegrale con lievito madre

La pizza di Pasqua semintegrale con lievito madre è una dolce scoperta di questi giorni.

Presa dalla voglia di preparare un dolce per la Pasqua diverso dalla solita colomba e per cui non servisse il lievito di birra (che non ho), ho sbirciato nel web e ho trovato diverse versioni della Pizza di Pasqua, che è un dolce tipico dell’Italia centrale e che solitamente si mangia a colazione la Domenica di Pasqua.

Data l’innumerevole quantità di ricette che riguardano la preparazione di questo dolce, ho dedotto che ognuno a casa sua lo fa un po’ come glielo hanno insegnato, così io mi sono permessa di farne una tutto mia.

A me è piaciuto tantissimo, e stamane anche Rocco ha fatto colazione con una fetta di pizza di Pasqua semintegrale con lievito madre spalmata di marmellata di mirtilli… una bontà!

Ecco la mia ricetta.

Pizza di Pasqua semintegrale con lievito madre

Ingredienti
  • 800 g di farina semintegrale tipo 1 macinata a pietra
  • 250 g di pasta madre
  • 5 uova 150 ml di latte di riso
  • 200 g di zucchero integrale di canna
  • 100 g di uvetta
  • 100 g di burro
  • la buccia grattugiata di un limone bio
  • la buccia grattugiata di un’arancia bio
  • mezzo cucchiaino di cannella
  • una bacca di vaniglia
Pizza di Pasqua semintegrale con lievito madre
Procedimento

Fase 1

Si inizia rinfrescando il lievito madre; io l’ho estratto dal frigo alle 14.30, alle 17 l’ho rinfrescato e circa dopo 4 ore ho comiciato con la seconda fase.

Fase 2

Dopo cena ho iniziato il primo impasto: ho inserito nella planetaria il lievito madre con lo zucchero, il latte di riso e 650 g di farina. Ho impastato a lungo, finchè il composto è risultato ben amalgamato ed omogeneo, poi ho coperto il contenitore con un canovaccio e ho lasciato lievitare a temperatura ambiente tutta notte.

Fase 3

La mattina seguente, dato che il mio impasto non era ancora raddoppiato (dipende dalla temperatura e dalla reattività della pasta madre), l’ho messo dentro al forno con la luce accesa per qualche ora, finchè ha raggiunto la massima lievitazione.

A questo punto l’ho riposizionato nella planetaria, ho unito il burro a temperatura ambiente, un pezzetto alla volta a velocità 1, aspettando che fosse assorbito completamente prima di aggiungere il pezzo successivo. Quando l’impasto ha incordato per bene, ho unito la farina rimanenete (150 g), l’uvetta precedentemente lavata e gli aromi di limone, arancia, cannella e vaniglia.

Ho lasciato andare l’impastatrice per 10/15 minuti; nel frattempo ho foderato uno stampo da torta di diametro 26 cm con la carta forno anche tutt’attorno, così da alzare i bordi almeno di altri 5 cm.

In realtà per fare la pizza di Pasqua servirebbe uno stampo di alluminio conico e con i bordi alti, ma dato il brutto periodo in cui è impossibile reperire alcuni generi, mi sono accontentata ed arrangiata con quello che avevo, e il risultato è stato comunque molto buono.

Dunque… dicevo… ho foderato lo stampo e vi ho versato l’impasto della Pizza di Pasqua semintegrale con lievito madre , che deve risultare morbido e leggermente appiccicoso, poi l’ho messo a lievitare ancora per circa 5 ore nel forno con la luce accesa, nel ripiano più basso.

Finito il tempo di lievitazione ho acceso il forno in modalità statica a 180°C per 45 minuti… vedrete l’impasto che finora aveva raddoppiato il volume triplicare velocemente!

Quando la superficie risulterà ben dorata estraete la pizza di Pasqua semintegrale con lievito madre e lasciatela raffreddare su una gratella.

Se vi è piaciuta la ricetta, o avete qualche suggerimento o domanda, lasciate un commento alla fine del post, mettete “mi piace” o condividetela sui social ! Sarà un piacere discuterne con voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.