Crea sito

Focaccia integrale con friarielli

focaccia integrale friarielli

Lo so che non sono di stagione, ma noi adoriamo i  friarielli, e questa volta li ho utilizzati per farcire la focaccia integrale. Ovviamente ho usato quelli surgelati, li ho saltati velocemente in padella e associati ai carboidrati integrali, oltre ad essere una cena sana, era anche gustosissima. Credevo ne avanzasse un po’ da portare in spiaggia il giorno dopo come spuntino, ma il contenuto del piatto si è volatilizzato …e non mento quando dico che i miei uomini mi hanno chiesto il tris.

 

Ingredienti per la focaccia:
250 g di farina integrale  Petra 9
250 g di farina tipo 1 Petra 1
300 ml di acqua a temperatura ambiente
10 g di lievito di birra
3 cucchiai di olio EVO
2 cucchiaini di malto
1 cucchiaino di sale marino integrale
Ingredienti per la farcitura:
600 g di cime di rapa surgelate
2 cucchiai di olio EVO
1 peperoncino
1 spicchio di aglio
sale e pepe

 

Ho impastato la base della focaccia in tarda mattinata. Ho mescolato le farine, ho sciolto il lievito e il malto nell’acqua e ho amalgamato, fino a quando la farina ha assorbito il liquido. Ho aggiunto poi 2 cucchiai di olio e il sale e ho lavorato fino ad ottenere un impasto omogeneo. Ho lasciato lievitare in una terrina di plastica coperta con un canovaccio umido per circa 7 ore; a sera l’impasto era raddoppiato, ho foderato la teglia con carta forno e l’ho steso con le mani aiutandomi versando sui palmi un po’ di olio. Ho distribuito sulla superficie della focaccia un cucchiaio circa di olio e ho lasciato lievitare mezz’ora circa. Nel frattempo ho portato il forno a temperatura, 220°C, e ho saltato in padella i friarielli, con olio, aglio e peperoncino, aggiustando di sale e pepe a fine cottura. Ho infornato la focaccia per 15 minuti, poi quando era quasi cotta, ho distribuito le verdure già pronte sulla superficie e ho continuato a cuocere per altri 5 minuti circa. Sfornata faceva un profumo irresistibile!

 

POTENZIALI RISCHI DELLE DIETE VEGETARIANE: CONOSCERE PER PREVENIRE

“Le diete vegetariane ben bilanciate offrono numerosi vantaggi per la salute, tra cui il basso consumo di grassi saturi e proteine animali, livelli inferiori di colesterolo e più elevati livelli di carboidrati complessi, fibre vegetali solubili e insolubili, acidi grassi mono e polinsaturi, magnesio, boro, carotenoidi, acido folico , vitamina C, vitamina E e molti altri fitocomposti. 
Tuttavia, alcuni vegetariani, in particolare coloro che hanno completamente eliminato i prodotti di origine animale per motivi etici, sono a maggior rischio di contrarre alcune patologie da carenza vitaminica, come l’anemia perniciosa e la neuropatia irreversibile da deficienza di vitamina B12….Noi esseri umani non siamo in grado di produrla….dobbiamo consumare cibi di origine animale per poter assumere questa sostanza essenziale per il buon funzionamento delle cellule. Un’alternativa al giorno d’oggi è quella di assumere prodotti alimentari addizionati con vitamina B12 di sintesi….
Altre potenziali carenze …. sono quelle da deficienza di ferro, zinco, calcio e occasionalmente riboflavina. Molti cibi vegetali contangono ferro e zinco. Per esempio, una mezza tazza di soia cotta contiene 4,4 mg di di ferro e 1 mg di zinco; la stessa quantità di fagioli azuki e cannellini bianchi racchiude 2,3 mg sia di ferro che di zinco … Il problema è che nei vegetali lo zinco e il ferro (che è di tipo non-eme) sono meno assorbibili di quelli della carne a causa di alcune sostanze che ne inibiscono l’assorbimento, come le fibre, i fitati il calcio, il tè, il caffè e il cacao. Il trucco per aumentare l‘assorbimento del ferro sta nell’abbinare ai vegetali cibi ricchi di vitamina C, come gli agrumi: usare il succo di limone per cucinare e condire le verdure, i legumi e i cereali aiuta a rendere il ferro più assorbibile. Anche alcuni acidi organici presenti nella frutta e nella verdure ne aumentano l’assorbimento. Un altro espediente è quello di far germogliare o fermentare i legumi, i cereali e i semi così si distruggono i fitati, le principali sostanze che ostacolano l’assorbimento del ferro. Anche la lievitazione lenta del pane sembrerebbe eesere in grado di ridurre i livelli di fitati e incrementare l’assorbimento di di ferro che di zinco…. 
Moltissimi cibi di origine vegetale contengono calcio, e in alcuni di questi la biodisponibilità è altissima. Per esempio, dal 40% al 60% del calcio contenuto nei cavoli, nei broccoli o nelle cime di rapa viene assorbito (perchè questi vegetali sono poveri di ossalati), contro il 31-32% di quello del latte vaccino. I legumi, i prodotti della soia (soprattutto il tofu, preparato con solfato di calcio) e i fichi forniscono ulteriore calcio. Anche qui il problema, per i vegetariani, sta nel fatto che i vegetali ricchi di ossalato, come gli spinaci, le bietole da coste e le barbabietole, ostacolano l’assorbimento del calcio, pur contenuto in alte concentrazioni. Le diete ricche in sale e proteine animali, … , poissono aumentare la perdita di calcio dell’osso, mentre la vitamina D ne favorisce l’assorbimento.
Fonte: tratto da “La Grande Via” di Franco Berrino e Luigi Fontana

https://www.facebook.com/ricetteeconsiglipermangiareinmodosalutare

Seguimi sulla pagina FB : Briciole di Salute

https://www.youtube.com/channel/UCd8wzkClAhmeVLiztzWKiPw?disable_polymer=true

Seguimi sul mio canale You Tube : Briciole di Salute

 

5 Risposte a “Focaccia integrale con friarielli”

  1. Anche noi adoriamo i friarielli e la ricetta pare ottima. Ho due domande: dove trovo il malto? Il forno su quale programma lo imposto?Sarah

  2. Ciao Sarah, il malto in polvere si trova al supermercato, solitamente vicino alle farine speciali, oppure, quello in vasetto, nei negozi specializzati in prodotti biologici e naturali. Io ho usato il forno con il programma ventilato. Fammi sapere se la focaccia vi è piaciuta quando proverai!

  3. Ciao Sarah, il malto in polvere si trova al supermercato, solitamente vicino alle farine speciali, oppure, quello in vasetto, nei negozi specializzati in prodotti biologici e naturali. Io ho usato il forno con il programma ventilato. Fammi sapere se la focaccia vi è piaciuta quando proverai!

  4. Abbiamo preparato questo piatto e, nonostante abbia sbagliato lievito mettendo il lievito madre secco anziché di birra, è venuto bene anche se piuttosto croccante visto che lo avevo fatto lievitare poco. Stasera mi cimento con la ricotta di anacardi e mandorle e l' avena risottata, anzi si metterà ai fornelli Tommy…poi ti dico!!

I commenti sono chiusi.