Crea sito

Fagioli azuki rossi alla salvia e rosmarino

Fagioli azuki rossi alla salvia e rosmarino

Ormai più di nove anni fa, partecipai a un corso di macrobiotica tenuto da Gianni, un cuoco tanto estremista nel seguire i principi di uno stile di vita ispirato alla dottrina orientale, quanto stimolante per l’entusiasmo che profondeva nel coinvolgerci nell’affrontare una nuova scienza.

Sicuramente quell’esperienza mi ha lasciato con la voglia di sperimentare una cucina più salutare, anche perchè allora ero incinta, e cercavo già di nutrire in modo sano me stessa per il bene del mio bimbo.

I fagioli azuki li ho conosciuti e sperimentati per la prima volta in quell’occasione, e da allora, ogni tanto, anche se non con costanza, si ripresentano in qualche mio piatto.

Gli azuki sono fagioli rossi o verdi e sono originari dell’Asia centrale. Qui in Italia non sono ancora molto utilizzati, anche se non è poi così difficile reperirli, si trovano sugli scaffali dei negozi specializzati in cucina naturale e biologica.

La caratteristica fondamentale di questi fagioli è che sono un vero toccasana: fanno bene ai reni, alle ossa, aiutano il sistema immunitario, contangono fibre, proteine. Se volete approfondire le innumerevoli qualità di questo legume cliccate su questo link e troverete un sacco di interessanti notizie ed informazioni.

Oltre a fare tanto bene, gli azuki sono anche molto gustosi. Li ho preparati come suggerisce nella sua ricetta Una spia in cucina, e ci sono piaciuti tantissimo; io li ho mangiati a temperatura ambiente e Mauro caldi.

Fagioli azuki rossi alla salvia e rosmarino

Ingredienti

per 2 persone

  • 200 g di fagioli azuki secchi
  • una cipolla dorata
  • 2 cm di alga kombu
  • 30 g di olio extravergine d’oliva
  • un rametto di rosmarino fresco
  • 5 foglie di salvia
  • sale e pepe
Procedimento

Innanzitutto, alla mattina, ho messo in ammollo gli azuki conl’alga kombu; gliel’ho lasciati 8 ore e ho cambiato l’acqua un paio di volte.

Come mai l’alga kombu? Perchè cambiare acqua e non usare quella dell’ammollo per la cottura? Potrete avere risposta a queste domande leggendo la pagina a questo link, in cui è spiegata la fase precedente la cottura.

Trascorso il tempo di ammollo (8 ore è il tempo minimo, ma se li lasciate più tempo va benissimo), ho scolato i fagioli e li ho messi nella pentola a pressione con il pezzetto di alga kombu; dal momento in cui ha iniziato a fischiare ho lasciato cuocere 12 minuti.

Nel frattempo ho tagliato finemente la cipolla, e l’ho messa con l’olio extravergine d’oliva a rosolare a fuoco lento in un tegame.

Ho tritato le foglie di salvia e rosmarino e le ho aggiunte alla cipolla già ammorbidita, poi ho scolato i fagioli e li ho uniti al resto, facendoli saltare con una spolverata di sale e pepe per insaporirli.

I fagioli azuki rossi alla salvia e rosmarino sono molto aromatici, sono ottimi sia serviti caldi che freddi, magari con il pane abbrustolito.

Se vi è piaciuta la ricetta, o avete qualche suggerimento o domanda, lasciate un commento alla fine del post, mettete “mi piace” o condividetela sui social ! Sarà un piacere discuterne con voi!

potrebbe interessarti anche:

2 Risposte a “Fagioli azuki rossi alla salvia e rosmarino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.