Crea sito

Martinsbrezel o Pretzel di San Martino – ricetta tedesca

Ecco a voi i Martinsbrezel o Pretzel di San Martino.
In vista dell’11 Novembre, giorno in cui si celebra la festa del Santo, vi propongo queste soffici focaccine tipiche della Germania del Sud.
Nei paesi tedeschi questo giorno è molto sentito e viene chiamato Festa delle Lanterne.
Si celebra la generosità e l’importanza della carità, ed alla sera si tengono delle speciali fiaccolate, nelle quali i bambini sfilano in un corteo e illuminano le vie con le loro lanterne colorate.
Dopo la parata, è usanza regalare ai bimbi dei tipici dolci tra cui appunto i Martinsbrezel.
La ricetta pare sia nata nella zona di Limburg ed è una versione dolce del tipico pane tedesco, più soffice e arricchita di zuccherini.
Continuate a leggere per scoprire gli ingredienti ed il procedimento passo passo per realizzarli!

martinsbrezel o pretzel di san martino
  • Preparazione: 30 minuti + lievitazione 1 Ora
  • Cottura: 20/25 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 12 pretzel
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 500 g Farina
  • 100 g Zucchero
  • 25 g Lievito di birra
  • 250 ml Latte tiepido
  • 75 g Burro
  • 125 g Yogurt bianco naturale
  • 1 pizzico Sale
  • q.b. Estratto di vaniglia (o aroma)
  • q.b. Zuccherini
  • q.b. Latte o Tuorlo (per spennellare)

Preparazione

  1. I Martinsbrezel o Pretzel di San Martino si preparano con pochi ingredienti ed in facilità, similmente a come si preparano le brioche.
    Se avete una planetaria velocizzerete il processo, ma non è obbligatoria, io infatti ho usato un semplice sbattitore con fruste a spirale.

  2. Cominciate mettendo in un contenitore capiente la farina assieme allo zucchero ed al lievito di birra sbriciolato.

  3. Aggiungete lentamente il latte, mentre cominciate a mescolare con lo sbattitore.
    Non appena il tutto si sarà diventato omogeneo (non preoccupatevi, è normale che l’impasto sia morbido), coprite con un canovaccio umido e lasciate riposare per 15 minuti.

  4. Unite quindi tutti insieme all’impasto: il burro ben ammorbidito, lo yogurt, l’estratto di vaniglia ed un pizzico di sale.

     

  5. Cominciate a mescolare (questa volta ci vorrà un po’ di tempo) e continuate fino a che non noterete che il composto comincerà ad agglomerarsi e a diventare più compatto.
    N.B. Se un po’ di impasto resta attaccato ai bordi, aiutatevi con una spatola per spostarlo verso il centro in modo che si amalgami con il resto.

  6. A questo punto, mettete a lievitare, sempre coperto da un canovaccio umido, in un luogo tiepido per 45 minuti.

  7. Passato questo tempo, versate il tutto su una spianatoia ricoperta di farina e cominciate a lavorarlo con le mani, inglobando poca farina alla volta fino a che non sarà piuttosto liscio e non più appiccicoso.

  8. Prendete poco impasto alla volta ed andate a formare dei lunghi “salamini” e piegateli in modo da dargli la tipica forma di pretzel.

  9. Disponeteli su una leccarda ricoperta da carta forno (un po’ distanziati perché poi crescono), e spennellate con del latte od un tuorlo d’uovo.
    Infine cospargete con degli zuccherini o zucchero semolato.

  10. Mettete in forno preriscaldato a 180° per 20/25 minuti, o fino a che non avranno raggiunto una bella doratura in superficie.

  11. Sfornate, lasciate intiepidire e gustateli, magari ancora caldi! 😉

Note

Vi lascio qui la leggenda di San Martino:

Era l’11 novembre, una giornata fredda e uggiosa, quando Martino, galoppando verso la città sul suo destriero, incontrò un vecchio barcollante e infreddolito, vestito di pochi stracci.
Purtroppo Martino non aveva né denaro né cibo con se, così si tolse il mantello e lo tagliò a metà con la sua spada donandone una parte all’anziano. Quindi lo salutò e si rimise in viaggio.
Poco dopo le nuvole si diradarono e tornò a splendere il sole.
Ancora oggi le belle giornate novembrine vengono chiamate “l’Estate di San Martino” in onore di quel gesto caritatevole.

Curiosi di assaggiare un altra ricetta tipica, questa volta della tradizione veneta?
Ecco il Dolce di San Martino – ricetta tipica veneziana

Alla prossima! 😉

P.S. Se vi piacciono i miei contenuti e volete rimanere aggiornati con tantissime nuove delizie e altrettante curiosità, seguitemi su FacebookTwitter Google+ e Pinterest!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.