Cappelli della befana di sfoglia e Nutella

In tema con il periodo ecco a voi i Cappelli della befana di sfoglia e Nutella!
Questi dolcetti sono semplicissimi e si preparano in pochissimi minuti!
Sono nati praticamente per caso poichè, sempre per l’Epifania, stavo preparando delle calze con la pasta sfoglia (ricetta QUI) e ne avevo troppa.
Così, col forno acceso e la pasta di fronte, ho deciso di spiaccicargli un po’ di Nutella sopra, dargli una forma sempre inerente al periodo e via a cuocere!
Questo per dimostrare che a volte basta un po’ di fantasia e soli due ingredienti per creare dei dolcetti sfiziosi dal nulla.
Ecco di seguito come si preparano!

cappelli della befana di sfoglia
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    5 minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    10 cappelli
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • 1 rotolo Pasta Sfoglia
  • q.b. Nutella®
  • q.b. Confettini colorati (per decorare)

Preparazione

  1. Prima di tutto srotolate la pasta sfoglia, potete tenerla nella sua carta forno.

  2. Ritagliate tanti triangoli leggermente ricurvi fino a consumarla tutta.
    Io ne ho fatti 10 di circa 10 cm.

  3. Spalmate la Nutella sulla base dei triangoli fino a 2/3 centimetri.

  4. Cominciate ad arrotolare la base verso il vertice (come per creare un croissant) e fermatevi una volta ricoperto lo strato di cioccolato.
    In questo modo avrete creato la falda del cappello.

  5. Ripiegate le punte del rotolino appena creato in modo da sigillarlo.

  6. Mettete in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti circa o comunque fino a doratura.

  7. Decorate realizzando la fascia del cappello: spalmate altra Nutella e posizionate un cofettino colorato al centro.

  8. Visto? Velocissimi e golosissimi! 😉

Curiosità

gufo curisity

Sebbene l’Epifania si festeggi in tutti i paesi di cultura cristiana, il personaggio della Befana è tutto italiano.
E’ nata per simboleggiare l’anno vecchio, per questo è rappresentata da un’anziana.
In molti paesini italiani ancora oggi si usa preparare un pupazzo con le sembianze di vecchietta con paglia e vecchi stracci e bruciarlo il 6 Gennaio per lasciare indietro l’anno vecchio e accogliere il nuovo.

E da voi c’è ancora questa usanza?
Nel mio paese si prepara una befana altissima e la si guarda bruciare davanti una bella cioccolata calda o del vin brulè! 😀

Ecco altre ricette dell’Epifania:
Bissola adriese
Befanini toscani
Calze di sfoglia e cioccolato kinder

Alla prossima ricetta! 😉

P.S. Se vi piacciono i miei contenuti e volete rimanere aggiornati con tantissime nuove delizie e altrettante curiosità, seguitemi su FacebookTwitter Google+!

Precedente Lecca lecca di cioccolato Successivo Idee per la Calza della Befana

Lascia un commento