Crostata alle nocciole senza burro con crema gianduia e panna alle nocciole (ricetta con e senza Bimby)

Questa crostata alle nocciole con crema gianduia homemade e panna alla nocciola è letteralmente una esplosione di sapori, una bontà unica per chi come me (da buona piemonteisa) adora le nocciole in tutte le sue preparazioni.

E’ stata spazzata via in pochi secondi quindi non solo non sono riuscita a finire la decorazione (che avevo ideato con granella di nocciole sulla superficie) ma neanche a fare una foto decente, ma penso questa renda comunque l’idea della golosità del piatto 😉

Questa crostata l’ho preparata in due varianti, una più light con una frolla di nocciole all’olio per i miei ospiti con qualche problemino di colesterolo e un’altra con frolla, sempre di nocciole, classica al burro…

Non avendo il burro può risultare meno soffice e un po’ più dura ma con la morbidezza della crema gianduia e la panna l’effetto sarà decisamente piacevole con le due consistenze.

Qui vi illustro quella con frolla all’olio e presto vi pubblicherò anche quella burrosa J

La mia preparazione prevede l’utilizzo di crema gianduia (nutella) homemade ma chiaramente può essere preparata anche con una buona crema gianduia in commercio.

Non perdetela.. e sentirete che sapori.

Buon lavoro.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6/8 porzioni
  • Costo: Economico

Ingredienti

Ingredienti per la frolla di nocciole all'olio

  • 60 g Farina di nocciole (oppure nocciole tostate per ricetta Bimby)
  • 170 g Farina 00
  • 60 g Zucchero a velo (o semolato per ricetta Bimby)
  • 1 Uovo intero
  • 1 Tuorlo
  • 50 g Olio di riso (o di semi)
  • 1 cucchiaino Lievito in polvere per dolci
  • 1 pizzico Sale
  • 5 gocce Estratto naturale di vaniglia

Per la farcitura

  • 150/200 g Crema gianduia
  • 400 g Panna fresca liquida
  • 20/30 g Zucchero a velo
  • 3 cucchiaini Pasta di nocciole
  • 20 g Granella di nocciole (per la decorazione finale)

Preparazione

  1. RICETTA CON BIMBY:

    Inserite nel boccale le nocciole tostate (60 gr) con lo zucchero (60 gr) e  tritate 10 secondi vel.10. Riunite sul fondo con la spatola.

    Aggiungete il pizzico di sale, l’olio (50 gr), le uova (1 intero e 1 tuorlo), l’aroma di vaniglia e mescolate 10 secondi vel.3.

    Con lame in movimento a velocità 3 aggiungete il cucchiaino di lievito e la farina (170 gr) a cucchiaiate fino a che inizia ad impastare.

    Ora impastate 1 minuto vel Spiga fino ad ottenere una massa elastica, che si stacca dalle pareti e al tatto non deve rimanere appiccicato alle mani. In caso aggiungere un po’ di farina.

    Trasferite l’impasto su un piano infarinato e schiacciatelo con le dita per formare una sorta di quadrato di circa 1 cm di spessore, avvolgere nella pellicola trasparente e fate riposare l’impasto, a temperatura ambiente, una decina di minuti.

    Nel frattempo accendete il forno a 180° e imburrate e infarinate uno stampo da crostata di circa 22 cm di diametro.

    Prendete il panetto, trasferitelo su un piano infarinato e con un mattarello stendetelo fino a uno spessore di circa ½ centimetro. Adagiare poi la frolla dentro uno stampo per crostata di circa 22 cm di diametro, e eliminate i bordi in eccesso con un coltello o rotella per pizza. Poi per un effetto più carino pigiate i bordi con i rebbi di una forchetta o con il fondo di un cucchiaino.

    Bucherellate la base della frolla, copritela poi completamente con carta forno e versate all’interno dei legumi secchi per far aderire bene la carta. In questo modo la frolla non brucerà e non diventerà troppo secca.

    Infornate in forno già caldo e cuocete a 180° per 20-30 minuti circa fino a doratura.

    Adesso potete preparare la panna montata alla nocciola.

    Nel boccale, lavato e asciugato, inserite la farfalla. Versate la panna liquida ben fredda insieme a 20/30 gr zucchero a velo (o a seconda del gusto e in funzione della dolcezza della nutella utilizzata. Con la mia crema gianduia sono bastati 20 gr)  e 2/3 cucchiaini di pasta di nocciole. Montate a vel. 3 fino a raggiungere il grado di montatura desiderato. Consiglio una panna ferma ma non troppo. Trasferite la panna dentro una sac a poche (io mi aiuto mettendo la sac a poche verticalmente dentro un boccale alto e stretto, apro i lembi e li rigiro sul bordo del boccale e con una spatola o cucchiaio inserisco dentro la panna o creme o altro) con all’interno un beccuccio liscio o a stella o simili (es quello per le zeppole). Mettetela in frigo fino al momento di utilizzarla.

    Poi prendete il barattolo di crema gianduia (per la mia ricetta homemade clicca qui ), scaldatela pochi secondi dentro al forno a microonde così sarà più facile versarla dentro al guscio di frolla.

    Una volta cotta il guscio, estraetela dal forno e fatela raffreddare completamente.

    Versateci dentro la crema gianduia (clicca qui per la ricetta della Crema Gianduia con nocciole del Piemonte  homemade) quasi fino al bordo o cmq almeno per ¾ e fate raffreddare completamente prima di decorare con la panna montata altrimenti si scioglierebbe.

    Quindi prendete dal frigo la sac a poche con all’interno la panna montata e decorate tutta la superficie con ciuffetti di panna uno a fianco all’altro (oppure creare dei cerchi concentrici tutti di uguale spessore).

    Anche se a me non è stato dato il tempo, terminare la decorazione a piacere spolverizzando sulla superficie della granella di nocciole oppure spolverizzate una dose minima di cacao (solo un velo non coprire).

    Riponete la crostata finita in frigo per almeno 1 ora prima di servire.

    Vedrete che successone e che esplosione di sapori.

    Buon appetito

    Manù

  2. RICETTA SENZA BIMBY:

    Inserite in una ciotola di una planetaria o altro la farina di nocciole (60 gr), lo zucchero a velo (60 gr), il pizzico di sale, l’olio (50 gr), le uova (1 intero e 1 tuorlo), l’aroma di vaniglia e mescolate con le fruste elettriche o frusta a K (per la planetaria) per circa 20 secondi fino ad ottenere un composto omogeneo.

    Con le fruste in movimento aggiungete quindi il cucchiaino di lievito e la farina (170 gr) setacciando poco per volta fino a che inizia ad impastare.

    A questo punto continuate ad impastare con la frusta (oppure se avete utilizzato le fruste elettriche dovete trasferire l’impasto su un piano infarinato e continuare ad impastare a mano) fino ad ottenere una massa elastica, che non appiccica alle mani. In caso aggiungere un po’ di farina.

    Ora schiacciate il panetto e formate una specie di quadrato di circa 1 cm di spessore, avvolgere nella pellicola trasparente e fate riposare l’impasto, a temperatura ambiente, per una decina di minuti.

    Nel frattempo accendete il forno a 180° e imburrate e infarinate uno stampo da crostata di circa 22 cm di diametro.

    Prendete il panetto, trasferitelo su un piano infarinato e con un mattarello stendetelo fino a uno spessore di circa ½ centimetro. Adagiare poi la frolla (aiutatevi avvolgendo la frolla attorno al mattarello) dentro lo stampo per crostata di circa 22 cm di diametro precedentemente imburrato e infarinato, eliminate i bordi in eccesso con un coltello o rotella per pizza. Poi per un effetto più carino pigiate i bordi con i rebbi di una forchetta o con il fondo di un cucchiaino.

    Bucherellate la base della frolla con una forchetta, copritela completamente con carta forno e versate all’interno dei legumi secchi per far aderire bene la carta. In questo modo la frolla non brucerà e non diventerà troppo secca.

    Infornate in forno già caldo e cuocete a 180° per 20-30 minuti circa fino a doratura.

    Adesso potete preparare la panna montata alla nocciola.

    In una ciotola versate la panna liquida ben fredda insieme a 20/30 gr zucchero a velo (o a seconda del gusto e in funzione della dolcezza della nutella utilizzata. Con la mia crema gianduia sono bastati 20 gr) e 2/3 cucchiaini di pasta di nocciole. Montate con le fruste fino a raggiungere il grado di montatura desiderato. Consiglio una panna ferma ma non troppo. Trasferite la panna dentro una sac a poche (io mi aiuto mettendo la sac a poche verticalmente dentro un boccale alto e stretto, apro i lembi e li rigiro sul bordo del boccale e con una spatola o cucchiaio inserisco dentro la panna o creme o altro) con all’interno un beccuccio liscio o a stella o simili (es quello per le zeppole). Mettetela in frigo fino al momento di utilizzarla.

    Poi prendete il barattolo di crema gianduia (per la mia ricetta della homemade clicca qui ), scaldala pochi secondi dentro al forno a microonde così sarà più facile versarla dentro al guscio di crostata.

    Una volta pronto il guscio di crostata, estraetela dal forno e fatela raffreddare completamente.

    Versate dentro al guscio la crema gianduia (clicca qui per la ricetta della Crema Gianduia con nocciole del Piemonte  homemade) quasi fino al bordo o cmq almeno per ¾ e fate raffreddare completamente prima di decorare con la panna montata altrimenti si scioglierebbe.

    Quindi prendete dal frigo la sac a poche con all’interno la panna montata e decorate tutta la superficie con ciuffetti di panna uno a fianco all’altro (oppure creare dei cerchi concentrici tutti di uguale spessore).

    Anche se a me non è stato dato il tempo, terminare la decorazione a piacere spolverizzando sulla superficie della granella di nocciole oppure spolverizzate una dose minima di cacao (solo un velo non coprire).

    Riponete la crostata finita in frigo per almeno 1 ora prima di servire.

    Vedrete che successone e che esplosione di sapori.

    Buon appetito

    Manù

     

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da BISCOccole & dintorni

Una vita dedicata al lavoro e alla carriera, moglie poi aspirante mamma ed ora finalmente (ma dopo varie, tante, troppe difficoltà, peripezie, terreni accidentati) sono una mamma professionista. Quel che è certo è l’amore per la mia vivacissima bimba e per la Buona Cucina, insomma cosa c’e Di meglio nella vita del mangiare e bere bene?! Ho sempre amato cucinare ma soprattutto ricevere i complimenti :-) quindi prendendo spunto dalla mia mamma e nonna ho iniziato ad amare l'arte culinaria. Amo preparare gustose e prelibate ricette in primis per la mia bimba utilizzando solo prodotti bio, sani e leggeri; poi anche per il resto della famiglia e amici. Le mie ricette? Gustose e possibilmente light dato che sono sempre a dieta, IO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.