Cassoni semintegrali di esubero Lievito madre con spinaci, patate, prosciutto e mozzarella (ricetta con e senza Bimby)

I cassoni sono una delle mie ricette preferite della riviera romagnola, oltre alla piadina, di cui faccio scorpacciate a non finire quando d’estate mi reco a Riccione per una “mini” vacanza con la mia piccola… due settimane di relax, divertimento e coccole che ormai da qualche anno ricevo in questo delizioso hotel (e dalle persone che ci lavorano con amore e dedizione e che ci fanno sentire a casa) che riceve noi oltre 40 mamme e annessi figli di tutte le età per una vacanza all’insegna del gioco, ottimo cibo, relax appunto, e sport… tutto organizzato da una super organizzazione, super donne e super istruttrici… (il conto alla rovescia per fortuna si assottiglia sempre più, siamo impazienti J). Eh si perché con quel che si mangia lì, se non si vuole tornare nettamente in sovrappeso bisogna fare un po’ di ginnastica in acqua o sul lungomare stupendo…

Beh avendo anche il marito bolognese, spesso quando torniamo in visita nella sua bellissima e speciale città amo deliziarmi con questi e altri piatti tipici anche se forse (non sono ferratissima in materia proprietà territoriali di ricette di Emilia o Romagna ma so che qui ci tengono molto a tenere distinte le cose, giustamente 😉 ) piadine e cassoni non sono proprio specialità emiliane come invece crescentine e …. (Basta troppa acquolina in bocca), vero?

Ho cercato di carpire la loro ricetta ma modificandola in base alle nostre abitudini alimentari (limitando burro, strutto ecc). I cassoni e le piadine, è uno dei modi ideali per smaltire il lievito madre/licoli in esubero perché con i rinfreschi aumenterebbe troppo di volume e l’eccesso, anziché buttarlo, può essere utilizzato in tutte quelle preparazioni, come questa, in cui non si ha bisogno di particolare lievitazione.

Chiaramente si tratta di una ricetta che ricorda molto i veri cassoni doc, ma gli originalissimi e buonissimi e do,c appunto, sono solo quelli locali.

Io li ho preparati con farina semintegrale tipo 2 ma potete sbizzarrirvi usando farina grano normale, farro, kamut ecc.

  • Preparazione: 1 Ora
  • Cottura: pochi Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 5 cassoni
  • Costo: Economico

Ingredienti

Ingredienti per 5 cassoni

  • 330 g Farina tipo 2
  • 30 g Olio extravergine d'oliva
  • 100 g Lievito madre LICOLI (oppure 10 gr lievito di birra)
  • 170 g Latte intero
  • 1/2 cucchiaino miele tipo millefiori
  • 1 cucchiaino Sale
  • 500 g Spinaci freschi
  • 2 patate medie
  • 200 g Prosciutto cotto
  • 3 Mozzarelle ben scolate (o asiago o fontina)
  • q.b. Sale (per gli spinaci)
  • q.b. Olio extra vergine (per gli spinaci)
  • 20 g Parmigiano reggiano

Preparazione

  1. PROCEDIMENTO CON BIMBY

    Mettere nel boccale il latte intero (170 gr) con il lievito e mescolare 3 minuti/37°/vel.3.

    Aggiungere poi la farina tipo 2 (330 gr) e impasta 2 min/vel.Spiga. Unire anche il sale (1 cucchiaino raso) e impastare 2 minuti/vel.Spiga. Infine unire anche l’olio evo (30 gr) e impasta ancora 2 min/vel.spiga. Dovrete ottenere un impasto elastico e appiccicoso. Trasferire l’impasto su un piano infarinato e finire di impastare a meno, fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.

    Mettere il panetto dentro una ciotola capiente leggermente oleata e lasciar riposare per circa 1 ora. Dopodiché trasferite l’impasto su un piano e dividetelo in 5 palline da circa 100 gr. cadauna e copritele con pellicola trasparente. Fate riposare un’altra mezz’oretta

    Nel frattempo potete procedere con la preparazione del ripieno.

    In un pentolino portate ad ebollizione dell’acqua e sale. Tagliate le patate a fettine di circa mezzo cm. E versare nel pentolino. Cuocere 5/10 minuti affinché cuociano ma senza spaccarsi. Scolare e fate raffreddare.

    Intanto, mettere nel boccale lavato l’acqua, posizionare  il recipiente del varoma, inserire gli spinaci freschi lavati, chiudere con il coperchio e cuocere 30 minuti /Varoma/vel.1.

    Al termine mettere da parte il varoma, togliere il coperchio e far intiepidire. Svuotate il boccale.

    Trasferire poi gli spinaci su un tagliere, tagliare grossolanamente con una mezzaluna poi trasferire in un tegame con olio e 1 spicchio di aglio e far insaporire qualche minuto. Spolverizzare con il parmigiano grattugiato.

    Procedete adesso a preparare i cassoni per cuocerli.

    Su un piano leggermente infarinato stendere con mattarello ogni pallina di impasto, tenendo coperte le altre, fino a formare un disco di circa 22-24 cm di diametro, e farcire metà disco lasciando 1 cm dal bordo (per poter sigillare la pasta). Iniziate con un paio di cucchiai di spinaci, posizionare sopra qualche fetta di patata, idem per il prosciutto e poi la fontina.

    Richiudere a mezzaluna, premere i bordi con i polpastrelli per far unire bene la pasta e poi sigillare con i rebbi di una forchetta.

    Scaldare una padella antiaderente e cuocere i cassoni 2-3 minuti per lato rigirandoli spesso in modo che non brucino e premere con una paletta i bordi in modo che cuociano bene anche questi. Mettete poi anche in piedi sulla padella anche il lato più spesso del cassone in modo che cuocia bene anche quella parte.

    Servire caldi, bellissimi serviti singolarmente su un tagliere.

    Buon appetito.

    Manù

  2. PROCEDIMENTO SENZA BIMBY:

    Mettere in una planetaria o impastatrice il latte intero a temperatura ambiente (170 gr) con il lievito e mescolare 3 minuti.

    Aggiungere poi la farina tipo 2 (330 gr) e impasta per altri 2 min. Unire poi anche il sale (1 cucchiaino raso) e continuare ad impastare 2 minuti. Infine unire anche l’olio evo (30 gr) e finire di impastare per altri 2 min. Dovrete ottenere un impasto elastico e appiccicoso. Trasferire l’impasto su un piano infarinato e finire di impastare a meno, fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.

    Mettere il panetto dentro una ciotola capiente leggermente oleata e lasciar riposare per circa 1 ora. Dopodiché trasferite l’impasto su un piano e dividetelo in 5 palline da circa 100 gr. cadauna e copritele con pellicola trasparente. Fate riposare un’altra mezz’oretta

    Nel frattempo potete procedere con la preparazione del ripieno.

    In un pentolino portate ad ebollizione dell’acqua e sale. Tagliate le patate a fettine di circa mezzo cm. E versare nel pentolino. Cuocere 5/10 minuti affinché cuociano ma senza spaccarsi. Scolare e fate raffreddare.

    Intanto, mettere nel boccale lavato l’acqua, posizionare  il recipiente del varoma, inserire gli spinaci freschi lavati, chiudere con il coperchio e cuocere 30 minuti /Varoma/vel.1.

    Al termine mettere da parte il varoma, togliere il coperchio e far intiepidire. Svuotate il boccale.

    Trasferire poi gli spinaci su un tagliere, tagliare grossolanamente con una mezzaluna poi trasferire in un tegame con olio e 1 spicchio di aglio e far insaporire qualche minuto. Spolverizzare con il parmigiano grattugiato.

    Procedete adesso a preparare i cassoni per cuocerli.

    Su un piano leggermente infarinato stendere con mattarello ogni pallina di impasto, tenendo coperte le altre, fino a formare un disco di circa 22-24 cm di diametro, e farcire metà disco lasciando 1 cm dal bordo (per poter sigillare la pasta). Iniziate con un paio di cucchiai di spinaci, posizionare sopra qualche fetta di patata, idem per il prosciutto e poi la fontina.

    Richiudere a mezzaluna, premere i bordi con i polpastrelli per far unire bene la pasta e poi sigillare con i rebbi di una forchetta.

    Scaldare una padella antiaderente e cuocere i cassoni 2-3 minuti per lato rigirandoli spesso in modo che non brucino e premere con una paletta i bordi in modo che cuociano bene anche questi. Mettete poi anche in piedi sulla padella anche il lato più spesso del cassone in modo che cuocia bene anche quella parte.

    Servire caldi, bellissimi serviti singolarmente su un tagliere.

    Buon appetito.

    Manù

Note

L’impasto per i cassoni possono essere preparati in anticipo e conservata in frigo ben avvolta da pellicola o dentro sacchetto plastica per alimenti fino a 2 giorni oppure in congelatore.

Al momento dell’utilizzo togliere dal frigo e far riposare una mezz’oretta prima di stenderli con il mattarello, oppure se congelati far scongelare a temperatura ambiente.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da BISCOccole & dintorni

Una vita dedicata al lavoro e alla carriera, moglie poi aspirante mamma ed ora finalmente (ma dopo varie, tante, troppe difficoltà, peripezie, terreni accidentati) sono una mamma professionista. Quel che è certo è l’amore per la mia vivacissima bimba e per la Buona Cucina, insomma cosa c’e Di meglio nella vita del mangiare e bere bene?! Ho sempre amato cucinare ma soprattutto ricevere i complimenti :-) quindi prendendo spunto dalla mia mamma e nonna ho iniziato ad amare l'arte culinaria. Amo preparare gustose e prelibate ricette in primis per la mia bimba utilizzando solo prodotti bio, sani e leggeri; poi anche per il resto della famiglia e amici. Le mie ricette? Gustose e possibilmente light dato che sono sempre a dieta, IO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.