Frutta Martorana, ricetta tipica Siciliana

La Frutta Martorana è in dolce tipico Siciliano ormai profondamente radicato nell’animo siciliano, molto simile al marzapane, ma più morbida e saporita perché nella sua preparazione è prevista la “caramellizzazione” dello zucchero, insomma preparata con la ricetta tipica Siciliana.
L’usanza è di acquistare la questi dolci fruttini in occasione della Commemorazione dei Defunti e di regalarla ai bambini.

Ormai molto famosa nel mondo perché è simile, ma a volte quasi uguale alla frutta e talvolta ortaggi o pesci.
Da quando ho il Bimby la faccio anch’io a casa perché in fondo molto facile da preparare, e soprattutto divertente 😛

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Porzioni25
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 20/25 pezzi circa di Frutta Martorana:

Strumenti:

  • Robot da cucina Bimby TM5

Preparazione della Frutta Martorana:

  1. Realizzare la farina di mandorle come da link, (10 sec. vel. 7 per due volte) mettere da parte.

    Polverizzare lo zucchero come da link (30 sec. vel. 10).

    Unire allo zucchero appena polverizzato l’acqua e sciogliere 10 min. 90° vel.1.

  2. Aggiungere il miele e miscelare 15 secondi a velocità 2, così da non far indurire il marzapane una volta raffreddato e mantenere così una consistenza morbida all’interno del frutto.

    Aggiungere la vanillina, l’aroma di mandorla e per ultimo la farina di mandorle, quindi cuocere 3 min. 90° vel. 3.

    Omogeneizzare il tutto 1 minuto a velocità 10.

    Togliere l’impasto ancora caldo e farlo raffreddare completamente (attenzione che vi bruciate).

    Pasta di Mandorle cotta

  3. Cercare di compattare l’impasto creando una palla o filone, avvolgere in una pellicola e far riposare circa mezz’ora.

    Trascorso il tempo, prelevare il pezzetto necessario per la realizzazione del frutto e lavorare bene con le mani (aiutandosi con dello zucchero a velo) prima di dare la forma ed evitare così le crepe sui frutti.

  4. Vi sono due metodi per modellare la pasta:

    Il primo consiste nel riprodurre a mano libera il modello.

    Il secondo consiste nell’utilizzare appositi stampi in gesso.

    Il secondo metodo è decisamente più facile:

    Basta rivestire la parte inferiore dello stampo con pellicola trasparente (o spolverarlo di farina) ed inserire una pallina di pasta reale, di dimensioni adeguate, pressando, poi, sulla parte superiore, in modo da foggiare la forma desiderata.

  5. A questo punto, eliminate le eccedenze di pasta, occorre estrarre delicatamente il frutto dallo stampo, facendo attenzione a non schiacciarlo.

    Lasciare asciugare la frutta per 1 o 2 giorni, prima di procedere alla colorazione.

    Colorare con appositi coloranti alimentari diluiti con acqua e Rum.

    Una volta colorati tutti i soggetti, lasciarli asciugare ancora per qualche ora o per un intero giorno, senza coprirli.

  6. Procedere, quindi, alla lucidatura.

    Utilizzare il lucidante puro con il pennello al massimo diluire fino al 50% con alcool (mai acqua).

    Frutta martoranaFrutta martorana

  7. Frutta Martorana

    Lasciare asciugare e procedere alla fase finale, che consiste nel decorare la frutta con foglioline, tralci, piccioli…, comprati in appositi negozi.

  8. i doni dei "morti"

  9. E non è finita qui..
    vi mostri i Lego di Frutta Martorana realizzati per il 5° compleanno del mio bimbo

    Lego di Frutta Martorana Lego di Frutta Martorana

Curiosità e consigli:

Secondo una nota tradizione, la frutta di Martorana è nata perché le suore del convento della Martorana, per sostituire i frutti raccolti dal loro giardino ne crearono di nuovi con mandorla e zucchero, per abbellire il convento per la visita del papa dell’epoca.

Questo dolce, come il Macco di Fave, è un piatto tipico siciliano inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani

“UNA CHICCA PER VOI”

Spennellate tutti i frutti di un giallo paglierino leggerissimo per ottenere poi delle sfumature finali perfette.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.