Frittelle di riso toscane

Ecco le frittelle di riso toscane della mia nonna. Queste frittelle le faceva sempre nel periodo di carnevale, anche se si chiamano frittelle di San Giuseppe perché si fanno per il giorno della festa del papà, ma io gliele chiedevo tutto l’anno, perché mi facevano impazzire!

In giro per il web ho visto molte ricette, anche su Blog importanti, di frittelle di riso. Ma il segreto per avere delle frittelle di riso gonfie e cremose dentro è la cottura e il seguente riposo del riso. Ricordate che sono ricette di origine povera, quindi non necessitano di albumi montati a neve o pasta choux, come ho letto in alcuni Blog. Sono semplicissime e buonissime!

Se volete conoscere altre ricette simili guardate queste frittelle di farina di castagne oppure le frittelle di fiori di zucchine oppure questi bomboloni ripieni

 

frittelle di riso toscane
  • Preparazione: 40 + riposo del riso Minuti
  • Cottura: tempo di frittura Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • riso (meglio se originario, l' importante che non sia parboiled) 200 g
  • latte intero fresco 400 g
  • acqua 400 g
  • limone bio (la buccia) mezzo
  • arancia bio (la buccia) mezza
  • zucchero 100 g
  • uova 2
  • burro 2 cucchiai
  • farina 00 80 g
  • sale 1 pizzico
  • lievito per dolci mezza bustine
  • olio per friggere (meglio di arachidi) qb

Preparazione

  1. Mettere il riso in una pentola, coprire con il latte e l’ acqua, aggiungere la buccia dell’arancia e del limone e il sale e mettere sul fuoco. Appena bolle abbassare la fiamma e far cuocere finché non si sarà asciugato completamente. A quel punto togliete dal fuoco, unite il burro e 50 g di zucchero, mescolate bene e fate riposare almeno 4 ore, meglio per tutta la notte. In questo modo il riso si ammorbidirà completamente e subirà una sorta di fermentazione.

    Al mattino seguente, riprendete il riso, eliminate le bucce degli agrumi, lavoratelo con un cucchiaio per farlo ammorbidire, unite le uova una alla volta, la farina e il lievito, lavorate bene in modo da amalgamare il tutto.

    Mettete in una pentola con i bordi alti abbondante olio di arachidi e portatelo ad alta temperatura, fate la prova con uno stuzzicadenti : se immergendolo nell’ olio farà delle bollicine vorrà dire che è pronto per la frittura. Immergete a cucchiaiate il composto di riso, vedrete che si gonfierà e verrà a galla in pochi secondi. Fate dorare le frittelle da entrambe i lati, poi toglietele e scolatele via via su carta assorbente. Spolveratele con lo zucchero rimasto e servitele, non troppo calde, meglio se tiepide.

     

Note

Se le mie ricette vi piacciono venite a trovarmi anche sulla mia Pagina Facebook oppure su twitter e google+

Precedente Genovesi di Erice Successivo Farinata con cavolo nero toscana

Lascia un commento