Tiramisù con panna e crema chantilly

Il tiramisù con panna e crema chantilly è un dolce al cucchiaio di facile realizzazione. Preparato con pochi ingredienti (panna, mascarpone, uova, biscotti e caffè) questo dessert freddo è una preparazione di grande successo e questa che vi propongo oggi è una delle tante varianti della versione tradizionale.

Scopriamo la ricetta.

Autore

Ricetta realizzata da Basilicorosa. Fotografia di Paola Assandri. Tutti i diritti sono riservati.

Se ti piacciono le mie ricette e vuoi continuare a seguirmi, iscriviti alla mia pagina Facebook cliccando qui per non perderti nemmeno una ricetta.

questo dessert freddo è una preparazione di grande successo
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 250 g Mascarpone
  • 2 Uova
  • 80 g Zucchero grezzo di canna
  • 250 g Panna vegetale senza lattosio
  • 320 g Biscotti secchi
  • q.b. Caffè
  • q.b. Cacao amaro in polvere
  • 400 g Panna vegetale senza lattosio
  • 40 g Zucchero a velo
  • q.b. Vaniglia

Preparazione

  1. Per preparare il tiramisù con panna e crema chantilly riponete in frigorifero due zuppiere, la frusta e la panna, e quando vi serviranno accertatevi che siano ben fredde, e nel frattempo preparate il caffè ( 2/3 moke da 3 persone ) e fate raffreddare.

Crema chantilly

  1. Levate dal frigorifero la panna, una zuppiera e la frusta elettrica. Versate la panna nella zuppiera, mettete qualche goccia di essenza di vaniglia e iniziate a montare con uno sbattitore a velocità media. Quando la panna sarà quasi montata, spegnete lo sbattitore e setacciate lo zucchero a velo direttamente nella ciotola.

    Azionate nuovamente a velocità moderata e fino a quando non avrete finito di montare la panna. Per esser sicuri che è ben montata potete fare la prova che si fa quando si montano gli albumi, ovvero capovolgete la ciotola e se vedete che questa non cola, la vostra crema chantilly è pronta. Pulite le fruste e riposizionatele di nuovo nel frigorifero.

  2. questo dessert freddo è una preparazione di grande successo

Crema di panna

  1. In una ciotola sbattete due uova intere con lo zucchero e girate fintanto che queste risultano essere spumose. Unite il mascarpone e amalgamate bene con il resto degli ingredienti. Tirate fuori dal frigorifero la panna, l’altra ciotola, le fruste e montate la panna. Unite la panna al composto di mascarpone e con movimenti che vanno dal basso verso l’alto amalgamate tutti gli ingredienti.

Preparazione del dolce

  1. In una teglia rettangolare fate uno strato di crema di panna, livellate, inzuppate i biscotti secchi nel caffè e create un primo strato. Sopra ai biscotti inzuppati nel caffè, fate un secondo strato di crema, ma questa volta sarà la crema chantilly e livellate. Continuate gli strati di crema di panna, alternando alla crema di panna la crema chantilly e fintanto che si saranno esauriti tutti gli ingredienti.

    Finite di guarnire il tiramisù con la crema di panna che metterete in una sacca a poche. Con questa sulla superficie del tiramisù formate delle piccole schiumine. Per finire spolverizzate il vostro dolce con cacao amaro e ponete in frigorifero per almeno 4 ore prima di servire.

Conservazione

  1. Il tiramisù con panna e crema chantilly si conserva in frigorifero per 3/4 giorni, se appositamente coperto da pellicola trasparente per alimenti.

Consigli utili

Per preparare il tiramisù con panna e crema chantilly potete sostituire la panna di vegetale con panna normale, e se desiderate potete sostituire i biscotti secchi con Pavesini o savoiardi, perchè il dolce si presta molto bene ad essere preparato con questi tipi di biscotti. Mentre fate attenzione a guarnire il vostro dolce con cacao amaro, e non zuccherato, in modo da creare uno sfizioso contrasto con la dolcezza della crema.

4,0 / 5
Grazie per aver votato!
(Visited 3.010 times, 1 visits today)

Pubblicato da basilicorosa

Nata come fotografa amatoriale, in un preciso momento della mia vita è successo qualcosa di magico e di inaspettato.. Ho iniziato a fotografare ciò che cucinavo, mi piaceva e mi divertivo pure. Così dopo un lungo periodo in cui avevo considerato la cosa come un obbligo e nulla di più, ho iniziato ad appassionarmi e divertirmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.