Il basilico in cucina

Scopriamo il basilico in cucina

Il basilico, conosciuto anche con il nome di ocymum basilicum appartiene alla famiglia delle Labiate  e viene coltivato prevalentemente per usi culinari, anche se ha diverse proprietà utili per la nostra salute. Scopriamo il basilico in cucina.

Usi in cucina del basilico

Il basilico è una tra le piante aromatiche più amate e utilizzate nella cucina mediterranea e lo troviamo anche in alcuni paesi dell’Asia dove viene impiegato per aromatizzare zuppe. Re della cucina lo vediamo protagonista nel pesto alla genovese, ma lo si usa nelle insalate, con pomodori, zucchine, aglio, frutti di mare, pesce, pollo, coniglio, insalate di riso, pasta e salse a base di pomodoro. Adattissimo per la preparazione di sughi, oli aromatici e aceti aromatizzati, trova impiego anche nella preparazione di ottimi liquori e l’ infuso che si ottiene con le sue foglie è un’ ottima bevanda da consumarsi rigorosamente fredda.

Conservazione del basilico

Il basilico fresco si conserva 3-4 giorni con i gambi immersi in un bicchiere di acqua fresca, o in frigorifero se posto dentro ad un sacchetto di carta forato.Le foglie di basilico si possono conservare per sei mesi dopo averle fatte essiccare in un luogo ombroso, e successivamente riposte in barattoli di vetro, anche se perdono molto del loro aroma. Oppure dopo averle pulite con uno straccio ( meglio evitare di bagnarle, in quanto l’umidità può provocare la comparsa di muffe ) si possono conservare in barattoli sott’ olio, anche se il sistema più pratico in assoluto e consigliato è la surgelazione, che gli permette di conservarsi inalterato per alcuni mesi. Impiegato fresco, va aggiunto all’ultimo momento.

Sapore e aroma

Le foglie adulte del basilico hanno un sapore più marcato ( quasi amaro ) rispetto a quelle più tenere e giovani.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Pianta di basilico

Il basilico è una pianta erbacea dal fusto eretto con ramificazione nella parte finale e può raggiungere un’ altezza massima di 40-60 cm. a seconda delle varietà. Le foglie sono di forma ovale, opposte e hanno un bel colore verde brillante. Il profumo varia molto in base agli oli essenziali contenuti e può essere più o meno dolce, oppure pungente. Inoltre, a seconda della varietà possono essere piccole o grandi, di colore verde o viola. fiori sono piccoli, di colore bianco o leggermente rosati.

Parti utilizzate e periodo di raccolta

Della pianta di basilico si utilizzano sia i fiori che le foglie. Fresco si utilizza durante tutta la stagione vegetativa, asportando all’ occorrenza la quantità necessaria di foglie. I fiori si raccolgono in giugno-luglio. Per migliorare la vegetazione è opportuno alla comparsa dei fiori, cimarla con regolarità.

Come scegliere il basilico

Scegliete sempre foglie dal colore verde brillante e che siano ben attaccate al ramo, scartate invece il basilico fiorito perchè il suo sapore è meno aromatico. Inoltre scartate foglie appassite o macchiate.

Habitat del basilico

Pianta erbacea originaria del continente Asiatico, ormai si coltiva in tutto il mondo.

Basilico proprietà

Le maggiori proprietà del basilico fresco sono: digestive, antinfiammatorie, antispasmodiche, deodoranti, toniche, stimolanti, eccitanti. Se usato crudo sulle pietanze, il basilico è ottimo per stimolare i processi digestivi e aiuta ad espellere i gas presenti sia nell’ intestino che nello stomaco. Inoltre è utile in presenza di alitosi, e se applicato localmente è efficace contro le punture di insetti.

Valori nutrizionali

100 grammi di basilico contengono 39 calorie.

Basilico curiosità

  • Il suo nome pare che derivi da basilikos ovvero pianta regale, appellativo che gli fu conferito sia per l’ importanza che ha tra le varie piante aromatiche, ma anche medicinali.

Principi attivi del basilico

Il basilico contiene saponina acida, olio essenziale, tannino, flavonoidi.

Altri usi del basilico

Uso decorativo – E’ senza ombra di dubbio una delle piante più utilizzate per ornare i balconi e i davanzali delle finestre. I fiori del basilico sono molto profumati, quindi, dopo averli fatti essiccare all’ombra, possiamo aggiungerli nel poutpourri ( per intenderci, sono quei miscugli di essenze secche che si utilizzano per profumare gli ambienti ).

Uso casalingo – Il suo odore molto amato dall’ essere umano, è invece insopportabile per mosche, zanzare e moscerini. Ponete sul davanzale della vostra camera da letto una pianta di basilico.

Altri nomi del basilico

Ocimo, erba regina, erba reale, basilico maggiore, arancio dei ciabattini, basilico romano.

Controindicazioni

Anche le erbe aromatiche hanno delle controindicazioni legate all’ abuso in gravidanza. Fate attenzione quindi a non esagerare.

AVVERTENZE

Le informazioni riportate sul presente sito, hanno unicamente uno scopo divulgativo. Non sono  prescrizioni mediche, consigli medici, e neppure terapie sanitarie. I testi riportati non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato. Qualora si intendesse prendere in considerazione qualche indicazione tra quelle riportate nel sito si raccomanda vivamente di consultarsi prima con il proprio medico di base. Si esonera pertanto basilicorosa e i suoi autori da ogni responsabilità al riguardo.

(Visited 2.051 times, 1 visits today)

Pubblicato da basilicorosa

Nata come fotografa amatoriale, in un preciso momento della mia vita è successo qualcosa di magico e di inaspettato.. Ho iniziato a fotografare ciò che cucinavo, mi piaceva e mi divertivo pure. Così dopo un lungo periodo in cui avevo considerato la cosa come un obbligo e nulla di più, ho iniziato ad appassionarmi e divertirmi.