Crea sito

Frittata di tarassaco e cipolle

La frittata di tarassaco e cipolle è un secondo di facile e veloce realizzazione preparata con foglie di tarassaco uova, e pochissimi altri ingredienti.

Curiosità

Dovete sapere che Il tarassaco, comunemente chiamato anche dente di leone, è una pianta officinale molto nota per le sue rinomate proprietà depurative e antinfiammatorie, e quindi
insieme alla cipolla è in grado di stimolare la diuresi favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso.
La pianta è utile per combattere la ritenzione idrica, la cellulite e l’ipertensione.

Frittata di tarassaco e cipolle
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 6 Uova
  • 1 Cipolla (piuttosto grossa)
  • 150 g Foglie di tarassaco
  • q.b. Olio di oliva
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe

Preparazione

  1. Per preparare la frittata con foglie di tarassaco e cipolle, andate a raccogliere il tarassaco facendo attenzione al luogo in cui lo raccogliete perchè dovrà essere lontano da fonti inquinanti. Pulitelo dallo scarto, lavatelo accuratamente sotto l’acqua fresca e ponetelo a sbollentare per 5 minuti in una pentola con acqua salata.

    Nel frattempo pulite una cipolla abbastanza grande dallo scarto, levatela e tagliatela a rondelle piuttosto sottili.

    In una padella antiaderente di media grandezza mettiamo a soffriggere la cipolla, intanto che scoliamo le foglie di tarassaco.

    Ora in una ciotola a parte rompiamo le uova intere e sbattiamole fino a quando formano un composto omogeneo. Versiamo il formaggio grattugiato, il sale e il pepe e mescoliamo molto bene. Versiamo le foglie di tarassaco, la cipolla soffritta e facciamo amalgamare il composto.

    Nella padella usata precedentemente versiamo una generosa porzione di olio di oliva, il composto di uova e a fuoco medio facciamo rapprendere da una parte la frittata. Una volta che la frittata comincerà ad assumere un bel colore dorato, con l’aiuto di un grosso piatto o un coperchio giriamo la frittata e facciamola rapprendere anche dall’altra parte.

    Una volta che la frittata è cotta, su un grosso piatto da portata posizionate vari strati di carta assorbente da cucina e adagiatevi la frittata.

    Con questo sistema l’ olio in eccesso verrà assorbito, e la vostra frittata è pronta per essere consumata e digerita senza grossi problemi.

Consevazione

  1. La frittata di tarassaco e cipolle si conserva in frigorifero per tre giorni se coperta con pellicola per alimenti.

Consigli utili

La frittata di tarassaco e cipolle è buona appena fatta, ma è ottima se consumata il giorno dopo. Servitela con un’ isalatina mista a base di insalata songiono e carote tagliate a julienne.

Autore

Ricetta realizzata da Basilicorosa. Fotografia di Paola Assandri. Tutti i diritti sono riservati.

/ 5
Grazie per aver votato!
(Visited 1.142 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.