Polpettine diavoline

Polpettine diavoline, ricetta facile. In casa mia le polpette non sono molto “di moda”, nel senso che sono un piatto che non viene richiesto spesso ed io, ad essere sincera, non le amo particolarmente, quindi non mi viene in mente di cucinarle. Le polpettine diavoline le ho preparate una volta per puro caso, in un momento di sconforto per mancanza di idee e, come si intuisce dal nome, si tratta di polpette piccanti. Con mia grande sorpresa sono piaciute a tutti, per mia figlia sono state addirittura “amore al primo morso”. Questo successo, ovviamente, comporta che, almeno ogni tanto io sia disponibile a riproporle. 

Polpettine diavoline, ricette con la carne La Barbacucina

Polpettine diavoline

Ingredienti:

450 gr di macinato di vitello
100 gr di ricotta
1 uovo
1 vasetto di passata di pomodoro
1 peperoncino (facoltativo)
1 pizzico di timo (facoltativo)
un goccio di vino bianco

1 spicchio d’aglio
sale, pepe q.b.
olio evo

Preparazione:

Per preparare le polpettine diavoline, iniziamo con mettere il macinato in una ciotola piuttosto capiente. Uniamo la ricotta, l’uovo, sale e pepe e amalgamiamo bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Se necessario impastiamo con le mani. Formiamo poi delle polpette di medie dimensioni ( o come più vi piace), l’importante è che la misura sia la stessa per tutte le polpette, così che la cottura sia uniforme. Nel formare le polpettine diavoline, io di solito mi “sporco” le mani con il pane grattugiato così da “rivestirle” leggermente. 

In una padella antiaderente, o in un tegame, mettiamo 3-4 cucchiai di olio evo, lo spicchio d’aglio sbucciato e il peperoncino spezzettato. Aggiungiamo le polpette, le facciamo rosolare da entrambe le parti e sfumiamo con il vino bianco. Quando il vino sarà evaporato uniamo il pomodoro, aggiustiamo di sale e pepe e spolveriamo con un po’ di timo.  Lasciamo cuocere, a fuoco basso e senza coperchio, per una mezz’oretta. Io le ho servite con il pure di patate ma spesso le trasformo in piatto unico servendole con del riso bianco.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.