Plumcake light di avena, banane e mandorle

Che non vado matta per i dolci, ormai si è capito: nel blog ne ho pochissimi ed ahimè li preparo davvero raramente.
In verità non è che non mi piacciono in assoluto, ma di fronte a una fetta di torta, scelgo un bel paninozzo con la mortadella!
Quando però preparo i dolci, mi piacciono quelli come questo sperimentato giorni fa, unica eccezione il cheesecake e il millefoglie che adoro!
Dolci leggeri, per la colazione o per la merenda, veloci e non troppo elaborati, che diffondono il loro profumo in tutta la casa e mi fanno ritornare un po’ bambina.
Per questa preparazione ho usato per la prima volta la farina di avena e devo dire che il risultato mi è proprio piaciuto.
Ah dimenticavo: non contiene né uova, né burro, perfetto quindi per chi è a dieta.

DSC_4898_copia

Plumcake light di avena, banane e mandorle

Di cosa ho bisogno: uno stampo da plumcake (preferisco quelli in silicone, che rendono facile sformare il dolce); una ciotola, un piatto, una forchetta, una frusta, mestolo in legno, stuzzicadenti.

Ingredienti (per uno stampo da plumacake):
250 gr. di farina di avena;
150 gr. di zucchero;
1 bustina di lievito vanigliato;
1 bustina di vanillina;
60 ml di olio di mais;
170 gr. di yogurth greco;
2 banane;
1 arancia spremuta;
100 gr. di granella di mandorle.

Procedimento:
Accendere il forno a 180°.
In un piatto e con l’aiuto di una forchetta schiacciare 2 banane con il succo dell’arancia.
Tenere da parte.
In una ciotola versare la farina di avena, lo zucchero e la bustina di vanillina, mescolando lentamente con un mestolo di legno.
Unire l’olio di mais, lo yogurth greco, le banane schiacciate, la bustina di lievito e la granella di mandorle, mescolando bene con una frusta.
Versare il tutto nello stampo da plumcake (non occorre imburrare lo stampo in silicone, né serve carta forno) e cuocere in forno caldo per circa 40 minuti.
Circa 10 minuti prima fare la prova dello stuzzicadenti: infilarlo nel dolce, se esce umido bisogna proseguire ancora la cottura, fino a che non esce asciutto; molto dipende dalla potenza del forno.
Al termine, spengere il forno, aprire leggermente lo sportello del forno e lasciar intiepidire.
E’ ancora più buono, se preparato il giorno prima.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Ricette con i legumi Successivo Cous cous alle vongole, Ricetta facile

10 commenti su “Plumcake light di avena, banane e mandorle

  1. Cara Cristina più o meno come nel mio blog…io per ora, in poco + di due anni e mezzo ho in totale 329 dolci!!!E continuo a farne mannaggia!! Questo tuo plumcake mi incuriosisce molto non ho mai usato la farina d’avena…sarà la volta buona?!Buona giornata ^_^

  2. bè a chi lo dici cri….io mi ci fiondo sul panino con la mortazza!!!ahahahah….però non li fai mai ma auqndo ti metti li fai veramente bene eh???dev’essere buonissimo…
    buona serata cri bacino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.