Lasagne Vegane

A casa mia durante il pranzo di Natale si è soliti mangiare le lasagne; io aspetto tutto l’anno questo periodo appunto perché da brava romagnola sono il mio piatto preferito, quello che chiederei come ultimo pasto prima dell’iniezione letale. Le preferisco quasi più dei cappelletti, forse perché il fatto di mangiarle solo una volta l’anno (mentre i cappelletti si è più soliti mangiarli, anche nei ristoranti) me le fa apprezzare ancora di più. Come si suol dire “l’attesa aumenta il desiderio, e (in questo caso) anche il piacere”; le mie pupille gustative schizzano a mille quando gustano questo connubio perfetto tra ragù, basciamella e mozzarella filante; (fortuna che la mamma fa le porzioni contate sennò dice che non mangiamo il resto!)

Per quanto sono buone però sono ahimè anche molto caloriche e pesanti, e non bastano litri e litri di tisana al finocchio per digerirle; per cui oggi ho voluto provare questa versione vegana e soprattutto light delle classiche lasagne, ove il ragù è stato sostituito da una semplice passata di pomodoro con un trito di verdure (“ragù finto”, come lo chiama mia mamma, da cui ho imparato a farlo) mentre la besciamella è fatta con il brodo vegetale invece che il latte.

E la sfoglia? beh qui ho voluto variare un po’, seppur si può ottenere una buonissima sfoglia anche senza l’uso della uova, io ho utilizzato la farina di ceci, molto più veloce da realizzare.

Cosa ne dite vi ho convito? Io sinceramente ero un po’ scettica nel risultato, soprattutto nel ricreare lo stesso sapore che ho tanto a cuore, ma alla fine mi sono ricreduta e mi sono quasi tentata di riproporle per Natale (se la mamma mi da il suo benestare visto che è molto tradizionalista) . Sono piaciute anche al mio compagno, a cui il cibo vegano proprio non piace (da buon amante delle ciccia) , ha fatto fatica a lasciarmene un pezzetto!

  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4
  • Costo: Basso

Ingredienti

sugo

  • Passata di pomodoro 500 ml
  • carota 1
  • cipolla (1/4)
  • Sedano (mezzo gambo)

basciamella

  • brodo vegetale 500 ml
  • Olio 40 g
  • Farina 40 g

creps di ceci

  • farina di ceci 150 g
  • Acqua 270 ml
  • Olio 1 cucchiaio
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Ci sono tre preparazioni da fare da circa 10-15 minuti ciascuna; ultimate tutte e tre la composizione della nostra lasagna è semplicissimo.

  2. 1) il sugo: tritate grossolanamente 1 carota, mezzo gambo di sedano e 1/4 di cipolla dorata. Metteteli a soffriggere in una pentolino con un po’ d’olio e quando avranno preso colore aggiungete la passata di pomodoro; salate e lasciare cucinare per circa 10 minuti (deve risultare densa e non acquosa)

  3. 2) La basciamella: fate il brodo vegetale (mezzo litro) con le verdure che avete a disposizione (vanno benissimo quelle usate per il soffritto); io l’ho fatto con il mio solito dado homemade per accelerare i tempi. In una pentolino antiaderente mettete a scaldare l’olio, aggiungete la farina setacciata ed iniziate a mescolare  con un cucchiaio di legno, finchè non sarà tutto amalgamato; incorporate anche il brodo vegetale a filo iniziando a mescolare con una frusta in  maniera energica per evitare che si formino grumi (nel caso potete ripassare la basciamella con un colino), Quando si sarà addensata per bene spegnete la fiamma.

  4. 3)Per la sfoglia:io ho fatto delle crepes con la farina di ceci; in una ciotola capiente versate la farina di ceci, un pizzico di sale e un cucchiaio d’olio; aggiungete l’acqua e mescolate con una frusta per evitare che si formino i grumi. Deve diventare un composto leggermente più liquido della solita pastella. Ungete una padella con un filo d’olio di semi e versate un mestolo del composto, distribuirlo uniformemente lungo tutta la padella e lasciarlo cuore un paio di minuti; quando i bordi iniziano a staccarsi girate la crepes e lasciatela cuocere d’altro lato. Ne verranno circa 5 (il numero può variare a seconda del diametro della padella)

  5. Ora siamo pronti per comporre le nostre lasagne. prendete un piatto da portata, ponete sopra un primo strato di crepes, il sugo e la basciamella, richiudete un altra crepes,e contiunuate così fino a finirle. Ultimate con il sugo e la basciamella. Se volete un effetto gratinato sopra, spolverate con del pangrattato e passate in forno a massima potenza  per 5 minuti.

Note

LA PAPPA DEI GRANDI

Informazioni su balaumoulin

Bal au Moulin (de la Galette) è un bellissimo quadro di Renoir, un quadro che mi ricorda la mia infanzia, quando passavo i pomeriggi in salotto a studiare e avevo questo quadro sopra le mie spalle con tutti i suoi personaggi che mi guardavano ed io mi soffermavano a guardare loro, tentando di scorgere ogni giorno un particolare diverso. Per cui ho scelto questo nome perché mi ricorda casa, mi ricorda gli affetti, le tradizioni, mi ricorda quando da bambina stavo in cucina con la mia mamma, e la osservavo fare la sfoglia con tanta passione e amore che solo le donne di un tempo sapevo metterci. E forse osservando lei che è nata in me questa passione per la cucina, per (come dico io) "mettere le mani in pasta", oppure era già fondata in me dalla nascita e piano piano sta emergendo, perché le passioni non vanno tappate, hanno bisogno di sgorgare; l'essere umano ha bisogno di essere gratificato facendo quello che gli piace, che sia per pure passione o (per i più fortunati) che sia per lavoro. Al momento la mia è pura passione, ma in fondo come tutti, vorrei che potesse divenire anche un lavoro, perché in fondo io alla favole ci credo ancora. Ama, vivi, cucina.

Precedente Acervi - Tradizioni Cervesi Natalizie Successivo Simil sushi di salmone con salsa al kiwi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.