Homemade è meglio

ĢCome avrete notato io sono una a cui piace fare le cose fatte in casa, perché sono più fresche e genuine; per tanti anni (da ignorante in materia) mi sono nutrita di cibo confezionato,precotto, prodotto dalla grande industria e tanto pubblicizzato alla tv;sopratutto in età scolare le merendine erano le mie migliori amiche e durante l’intervallo correvo al distributore automatico per farmi la mia dose di snack con conservanti.

Poi crescendo, e diventando mamma io stesso mi sono allontanata  da questo “attaccamento alle merendine” per orientarmi verso una alimentazione più sana, sopratutto nei confronti del mio bimbo; attraverso l’alimentazione si possono evitare o correggere diversi disturbi sia fisici che caratteriali dei bambini, per cui è importante “agire” per il loro bene instradandoli per farli diventare adulti più responsabili verso il cibo e in generale verso il mondo che li circonda.

Per cui mi sono detta perché non fare in casa anche i famosi “fruttini” che si premono?I cosi detti “squeeze fruit”?Mio figlio ne va matto, è anche un ottimo sistema per fargli mangiare la frutta! Così ho iniziato a spulciare un po’ in internet per cercare la “bustina che contiene il succo” , e una volta arrivata mi sono messa all’opera. In fondo trovata quella non vi serve nient’altro se non un frullatore e tanta frutta fresca!

Eccolo qua: sotto ha una tasca ermetica che si apre per inserire il succo, mentre il tappo in alto è per utilizzarlo e richiuderlo per non far uscire il succo.

Con le mele, che da fresche risultano granulose e difficili da rendere in purea, io le cucino e poi le frullo; diversamente se avete a casa un estrattore

di succo (diverso dalla centrifuga perchè non estrae solo il succo ma “prosciuga” anche il frutto della sua polpa così quello che ne ricavate è un succo più denso ideale anche per fare i ghiaccioli) potete usare qualsiasi frutto anche da crudo. Questi contenitori sono anche molto pratichi da portare in giro, sono riutilizzabili(basta sciaquarli sotto l ‘acqua) e realizzati in materiale atossico.

Il fruttino homemade essendo privo di conservanti si conserva in frigorifero al massimo per un giorno, dopo di che la frutta inizia a marcire e se consumato ( se riuscite a resistere all’odore che emana) il mal di pancia è assicurato!

Volendo si può anche aggiungere un po’ di yogurt per renderlo più cremoso, ad esempio insieme ai frutti rossi così, sia non spenderete un patrimonio (visto il costo che hanno) per ottenere una dose sufficiente a fare il succhino, sia renderete più apprezzabile il gusto un po’ aspro di questi frutti che sono però ricchi di tanti principi nutritivi.

Buona merenda!

 

LA PAPPA DEI PICCOLI , ,

Informazioni su balaumoulin

Bal au Moulin (de la Galette) è un bellissimo quadro di Renoir, un quadro che mi ricorda la mia infanzia, quando passavo i pomeriggi in salotto a studiare e avevo questo quadro sopra le mie spalle con tutti i suoi personaggi che mi guardavano ed io mi soffermavano a guardare loro, tentando di scorgere ogni giorno un particolare diverso. Per cui ho scelto questo nome perché mi ricorda casa, mi ricorda gli affetti, le tradizioni, mi ricorda quando da bambina stavo in cucina con la mia mamma, e la osservavo fare la sfoglia con tanta passione e amore che solo le donne di un tempo sapevo metterci. E forse osservando lei che è nata in me questa passione per la cucina, per (come dico io) "mettere le mani in pasta", oppure era già fondata in me dalla nascita e piano piano sta emergendo, perché le passioni non vanno tappate, hanno bisogno di sgorgare; l'essere umano ha bisogno di essere gratificato facendo quello che gli piace, che sia per pure passione o (per i più fortunati) che sia per lavoro. Al momento la mia è pura passione, ma in fondo come tutti, vorrei che potesse divenire anche un lavoro, perché in fondo io alla favole ci credo ancora. Ama, vivi, cucina.

Precedente Viva la pappa al pomodoro! Successivo Il mare d'autunno: contaminazioni etniche

Un commento su “Homemade è meglio

I commenti sono chiusi.