BISCOTTI SPEZIATI SENZA ZUCCHERI AGGIUNTI

Ripresa la solita routine post feste natalizie giunge anche il momento di riprendere in mano la bilancia, e di iniziare la tanta fatidica dieta! Tra cibi elimina grassi, bevande detox, e intrugli per smaltire più in fretta le calorie accumulate a Natale il web popola di ricetta per venir in vostro aiuto.

Ma il dilemma rimane sempre quello, almeno per me che tendo già di consueto  a mangiar abitualmente in maniera sana, cosa posso mangiare a colazione di non troppo calorico ma che allo stesso tempo mi faccia iniziare bene la mattina? Quel qualcosa di sfizioso, con pochi zuccheri, che mi faccia partire la giornata con il sorriso ma senza sentirmi in colpa.
Io generalmente tendo sempre a fare la colazione con qualcosa di dolce, che siano biscotti, un pezzo di torta, o un pancake con marmellata, ma aimè tutto quello che proviene dal supermercato è pieno di zuccheri raffinati, farine non integrali, burro, uova liofilizzate (per non parlare di tutti quegli aromi chimici e di conservanti) di sano hanno ben poco, per cui tendo sempre a preparameli da me.

Ed oggi vi voglio lasciare la ricetta dei biscotti speziati senza zuccheri aggiunti, sani friabili e gustosi per iniziare la mattina con il piede giusto ma senza sensi di colpa. Si prepara l’impasto come se fosse una frolla, si lascia riposare e si formano i biscotti con le formine (potete farvi aiutare anche dai vostri bimbi come ho fatto io)

INGREDIENTI:
• 100 gr di datteri
• 100 gr di mandorle pelate
• 100 ml di succo di frutta non zuccherato
• 200 gr di farina ( io ho usato della farina di segale integrale)
• 1 cucchiaino scarso di cremor tartaro
• 80 ml di olio di semi (io ho usato semi di lino)
• Zenzero, cannela, noce moscata, scorza di arancia

Vediamo insieme come si fa:

Nel mixer frullare bene i datteri con le mandorle, aggiungendo a filo il succo di frutta e a seguire l’olio. Frullare finchè il composto non sarà cremoso.
Aggiungere alla farina il cremor tartaro e le spezie in polvere; unire il composto liquido ed impastare con le mani fino a fare un panetto liscio e abbastanza solido da poter essere lavorato.
Lasciar riposare in frigorifero un paio d’ore, poi stenderlo sulla spianatoia, ricavare le forme dei biscotti e far cuocere a 180 gradi forno ventilato per circa 15 minuti.

Il tocco dell’artista:
Potete variare le spezie mettendo i fiori di lavanda( senza esagerare mi raccomando) e aggiungere all’impasto i semi di lino. Gustateli al mattino con una tazza di the matcha o di the verde (ovviamente non zuccherati!). Vi ricordo però che anche nelle miglior diete si ha un pasto libero a settimana per cui…..entra su Kaipa e decidi dove andare a mangiare approfittando di numerosi sconti!

TORTE E NON SOLO , ,

Informazioni su balaumoulin

Bal au Moulin (de la Galette) è un bellissimo quadro di Renoir, un quadro che mi ricorda la mia infanzia, quando passavo i pomeriggi in salotto a studiare e avevo questo quadro sopra le mie spalle con tutti i suoi personaggi che mi guardavano ed io mi soffermavano a guardare loro, tentando di scorgere ogni giorno un particolare diverso. Per cui ho scelto questo nome perché mi ricorda casa, mi ricorda gli affetti, le tradizioni, mi ricorda quando da bambina stavo in cucina con la mia mamma, e la osservavo fare la sfoglia con tanta passione e amore che solo le donne di un tempo sapevo metterci. E forse osservando lei che è nata in me questa passione per la cucina, per (come dico io) "mettere le mani in pasta", oppure era già fondata in me dalla nascita e piano piano sta emergendo, perché le passioni non vanno tappate, hanno bisogno di sgorgare; l'essere umano ha bisogno di essere gratificato facendo quello che gli piace, che sia per pure passione o (per i più fortunati) che sia per lavoro. Al momento la mia è pura passione, ma in fondo come tutti, vorrei che potesse divenire anche un lavoro, perché in fondo io alla favole ci credo ancora. Ama, vivi, cucina.

Precedente CANTARELLE ROMAGNOLE Successivo SIGEP: the second year