Crea sito

Baci di dama

San Valentino si avvicina e ogni momento è per me quello giusto per sperimentare ricette mai provate, e scegliere il dolce perfetto per celebrare l’Amore, in tutte le sue forme!

Ho deciso di iniziare da loro: i baci di dama, ispirata da una richiesta che mi è stata fatta un po’ di tempo fa da un mio caro amico. Li ho sempre amati, in tutte le loro versioni, ma quelli originali sono senza dubbio i miei preferiti! Quel loro inebriante profumo di nocciola, il gusto intenso del cioccolato fondente…è impossibile resistergli!

Una leggenda vuole che che i baci di dama siano nati dalle mani di un cuoco di casa Savoia, su richiesta di Vittorio Emanuele II. Una seconda leggenda, invece, riconosce il pasticcere di Novi Ligure, Augusto Manelli, come il papà di questi deliziosi biscotti.
Originariamente erano prodotti con la farina delle nocciole piemontesi, più facili da reperire e meno costose delle mandorle. Sarà il Cavalier Stefano Vercesi, sul finire del 1810, a modificare la ricetta,
sostituendo le nocciole con le mandorle e brevettando i “baci dorati”.
Un secolo dopo, nel 1906, presentati alla fiera di Milano, riceveranno la medaglia d’oro, massimo riconoscimento di pasticceria del tempo.

Cimentandomi per la prima volta nella loro realizzazione, ho deciso di utilizzare le nocciole piemontesi e…che dire? Uno spettacolo! Sono facili da preparare e soprattutto buonissimi!
È un po’ come quando baci per la prima volta la persona che ti piace: non smetteresti mai di farlo, perché quei baci ti fanno vibrare l’anima!

Se anche voi come me adorate questi deliziosi bocconcini, allacciate il grembiule e via con le mani in pasta!

  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni50 baci di dama
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per circa 50 baci

  • 200 gnocciole tostate
  • 100 gburro (fuso)
  • 100 gzucchero
  • 210 gfarina 00 (setacciata)
  • 1uovo
  • 150 gcioccolato fondente (fuso)

Preparazione

  1. In un mixer, tritare finemente le nocciole tostate insieme allo zucchero.

    (Se le nocciole non sono tostate, potete tostarle voi in forno a 200 gradi per circa 7 minuti. Fatele raffreddare bene prima di tritarle, per evitare che rilascino l’olio).

    Versare in una ciotola la farina di nocciole ottenuta, e unire il burro fuso e l’uovo.
    Mescolare bene, amalgamando tutti gli ingredienti.

    Aggiungere la farina setacciata, poco alla volta, e impastare fino ad ottenere un panetto compatto. Non vi preoccupate se risulta appiccicoso, è normale.

    Coprire l’impasto con della pellicola e tenere in frigo per almeno 1 ora.

    Dividere l’impasto in tante piccole palline da circa 7 grammi ciascuna, disporle su una teglia rivestita con carta da forno e lasciarle riposare in frigo per almeno un’ora.
    Questo passaggio è molto importante perché eviterà ai baci di appiattirsi durante la cottura.

    Cuocere in forno statico a 170 gradi per circa 20 minuti.

    Mentre i baci si raffreddano, sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria.

    A questo punto non ci resta che formare i nostri baci: spalmare il cioccolato fondente sulla parte piatta di una semisfera e posizionare sopra l’altra semisfera, pressando leggermente.

    Lasciar raffreddare e…riempitevi di baci!

Baci per tutti i gusti

In questa ricetta ho usato il cioccolato fondente fuso, ma potete sostituirlo con cioccolato al latte, bianco, oppure con la crema spalmabile che preferite. 😉

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Baci di dama”

  1. questi li provo di sicuro, ho una bella scorta di nocciole in dispensa, adesso so cosa farne 🙂
    Buon divertimento a te per questa nuova avventura.

    1. Ciao Stefania! 😊 Grazie mille! 😊Provali e vedrai che non te ne pentirai…uno tira l’altro! 🥰 Fammi sapere come va 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.