0 In Biscotti, gelati e piccola pasticceria/ Dolci/ Festa dei morti/ Ricette/ Ricette delle feste

Fave dei morti

Fave dei morti

Le fave dei morti sono dei dolcetti a base di mandorle tipici della cucina romana che si preparano per il giorno della commemorazione dei defunti.

La ricetta originale delle fave dei morti vuole che le mandorle usate nell’impasto vengano tritate nel mortaio e con tutta la pellicina.

Per prepararle abbiamo rispettato il più possibile la ricetta originale che, come vi abbiamo già detto, prevede di rendere in polvere le mandorle nel mortaio. Tanta pazienza e buona volontà, ma ne è valsa la pena perchè il risultato si vede e soprattutto si sente. L’alternativa è ovviamente un robot da cucina, se pensate di utilizzare quest’ultimo la preparazione è velocissima, è sufficiente frullare le mandorle fredde con lo zucchero, utilizzando il mixer a intermittenza.

E’ una ricetta semplicissima da preparare quindi potete anche coinvolgere i vostri bambini per la preparazione di questi golosi biscottini.

Ingredienti

100 g di mandorle sgusciate ma non spellate

150 g di zucchero in zollette (24 pezzi)

70 g di farina 00

50 g di burro

1 uovo

2 cucchiaini di cannella

buccia grattugiata di mezzo limone

Procedimento

Disporre le mandorle nella leccarda da forno e lasciarle asciugare in forno caldo a 160 gradi per una decina di minuti circa.

Nel mortaio mettere un po’ di mandorle e due zollette di zucchero e iniziare a pestare. Man mano setacciare e mettere da parte la parte più fine. Riversare nel mortaio i residui grossolani e aggiungere poco alla volta altre mandorle e zucchero. Continuare a pestare e setacciare fino ad esaurimento delle mandorle.

Fave dei morti

Il lavoro è lungo è vero, ma la differenza tra mandorle pestate a mano e con il tritatutto è tanta e si sente.

Versare su un piano da lavoro le mandorle ridotte in farina e unire la farina 00, il burro a pezzetti, l’uovo, la cannella e la buccia grattugiata del mezzo limone.

Impastare bene fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Avvolgere nella pellicola e mettere in frigo a riposare per una decina di minuti.

Fave di morti

Riprendere l’impasto e ricavarne dei cordoncini lunghi, tagliarli quindi a dadini grandi appunto come le fave.

Coprire la teglia con carta da forno. Porre i biscottini ben distanziati tra di loro e con un dito schiacciarli leggermente al centro, proprio per dar loro la forma delle fave.

Fave dei morti

Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per 12 -15 minuti o comunque fino a quando saranno dorati.

Sfornare e far raffreddare.

Da gustare a fine pasto con un buon bicchiere di vino bianco, magari un vinsanto o un moscato. Sono talmente buoni che diventeranno il vostro stuzzichino preferito in qualsiasi momento della giornata.

Fave dei morti

Nessun Commento

Lascia un Commento