Fregola con vongole veraci, fasolari e tracina

Oggi vi faccio provare un primo tipico della cucina sarda: la fregola. E’ un impasto di acqua e semola, fatta essicare e tostata. Oggi la prepareremo con un brodo di tracina e vongole veraci.

  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gfregola
  • 600 gvongole veraci
  • 800 gtracina
  • 2 spicchiaglio
  • 1 costasedano
  • 1cipolla
  • 1carota
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • 1/2 bicchierevino bianco

Preparazione

  1. Per prima cosa occorre sfilettare e spinare la tracina. Vi consiglio per praticità di far eseguire questa operazione dal vostro venditore di fiducia. ATTENZIONE: fatevi mettere da parte la carcassa di lisca e testa che useremo per il brodo.

  2. Prendiamo una pentola, versiamo un filo di olio e facciamo rosolare il sedano, la carota, la cipolla ed uno spicchio di aglio.

  3. Aggiungiamo gli scarti della tracina e facciamoli ben tostare, dopodiché sfumiamo con il vino bianco. Lasciamo evaporare l’alcol qualche minuto ed aggiungiamo acqua fredda fino a coprire il tutto.

  4. Portiamo ad ebollizione e lasciamo restringere per circa 60 minuti.

  5. Dedichiamoci ai frutti di mare. Prendiamo una padella, versiamo un filo di olio e mettiamo a rosolare uno spicchio di aglio. Rimuoviamolo ed aggiungiamo i frutti di mare. Alziamo la fiamma al massimo e copriamo con coperchio. Lasciamo cuocere fino a che si non saranno tutti aperti. Mettiamoli da parte e raccogliamo in un secondo contenitore il liquido che hanno rilasciato

  6. Prendiamo un pentolino, versiamo un filo d’olio lasciamo tostare un paio di minuti la fregola. A questo punto uniamo il liquido rilasciato dai frutti di mare e un paio di mestoli di brodo di tracina.

  7. Continuiamo ad aggiungere brodo fino a terminare la cottura. Se necessario correggiamo con un po’ di sale grosso.

  8. Mentre la fregola cuoce tagliamo i filetti di tracina ed aggiungiamoli alla fregola in cottura

  9. A cottura quasi ultimata aggiungiamo i frutti di mare cosi da riscaldarli.

  10. Impiattiamo e condiamo con un filo di olio extravergine a crudo.

Abbinamento

Per questo piatto consigliamo di abbinare un vino che ne condivida il terreno nativo: un buon Vermentino di Sardegna.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Paccheri con funghi Portobello e salsiccia Successivo Viscotta sanfeliciana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.