TROFIE AL PESTO E TAGLIATELLE AL POMODORO

In questi giorni non ho molta voglia di cucinare, un po’ per il caldo, ma soprattutto perché ho alcune preoccupazioni che non mi permettono di rilassarmi in cucina come vorrei; giorni fa però, ho ricevuto inaspettatamente un pacco dalla Ditta di farine Rosignoli che mi ha dato una botta di allegria come suol dirsi e mi ha dato la carica! per preparare due semplici piatti, ma che, con questa farina, diventano due piatti eccellenti.
Tra l’altro ho ricevuto anche un bel grembiule ed un delizioso berretto con il marchio della Ditta.

L’Azienda Molini Rosignoli che produce farine di grano tenero la conosciamo in tanti, ma per quei pochi che ancora non hanno questo onore, devono sapere che i loro sono prodotti genuini e di alta qualità.
E’ un’azienda che produce farine sin dal 1928; il suo stabilimento per la macinazione del grano sorge vicino ad un corso d’acqua per sfruttarne l’energia e lì continua la sua opera naturalmente integrata a tecnologie d’avanguardia.
Itipi di farina prodotti sono vari e adatti ad ogni tipo di preparazione.
Per queste prime ricette ho scelto di usare la farina di pasta fresca ed ho realizzato due piatti semplici come anzidetto, ma gustosissimi.

Ingredienti per la pasta:

– farina Rosignoli per pasta fresca e gnocchi circa 200 gr.
– acqua circa 100/120 gr circa
– 2 pizzichi di sale

Impastare il tutto, formare una palla e lasciare riposare una mezz’ora.

Per le trofie (o meglio similtrofie, altrimenti i genovesi reclamano!)ho seguito le istruzioni nientepopodimeno che di Gualtiero Marchesi, che seguo da anni e dal quale ho imparato molto con le sue ricette, e, a proposito delle trofie, diceva di fare dei pallini di pasta poco più grandi di una nocciola e trascinarle col palmo della mano sulla spianatoia formando una specie di gnocchi allungati arrotolati; non avendo una foto di riferimento e non avendo voglia di cercarla, mi sono un po’ arrangiata e la prossima volta la forma sicuramente mi verrà meglio.

Per le tagliatelle invece sono andata a colpo sicuro secondo la mia esperienza. Ho fatto una sfoglia abbastanza sottile, a mano!, e poi ricavato le tagliatelle.
Sono rimasta meravigliata per la resa della farina che, con 200 gr ho ottenuto due piatti di trofie per 2 e due piatti di tagliatelle per altrettante 2 persone.

Per ilpesto:

– una manciatina di pinoli
– 1 spicchio d’aglio
– tante foglie di basilico
– olio abbondante di extravergine di oliva
– pecorino sardo e parmigiano per mantecare

Il pesto l’ho fatto a mano vista l’esigua quantità che si sarebbe persa nel frullatore.

Una volta lessata la pasta l’ho condita col pesto mantecandola con poca acqua di cottura ed il formaggio.

Per le tagliatelle il condimento é stato un sugo di pomodoro fresco e parmigiano.

Cliccare sulla foto sottostante per le fasi di preparazione

trofie alpesto e tagliatelle al sugo di pomodoro

Precedente CREMA IN COPPA Successivo PREMIO

0 commenti su “TROFIE AL PESTO E TAGLIATELLE AL POMODORO

  1. due piatti di pasta in un sol botto ! per giunta tutti e due ottimi. Non ho ancora avuto occasione di provare questa farina , nel paesino dove vivo io non è facile trovare le chicche della cucina . Buonissimo sabato e buon fine settimana .

  2. Ciao, mi dispiace leggere che hai preoccupazioni che non ti rendono serena, questa è la peggior cosa, la mancanza di voglia di cucinare per il caldo è normale per tutti. Buonissime le paste fatte in casa, sempre bravissima!Ti auguro di ritornare ad essere serena prima possibile e ti abbraccio con affetto

  3. Eppure non vivo in un piccolo centro, ma codesta marca di farina non l'ho mai vista… Le trofie sono perfette: Marchesi ha trovato in te un'eccellente allieva, e le tagliatelle… che dire, sono ovviamente eccezionali. D'altronde ti ho vista all'opera, sia con il ferretto che con le mani e ricordiamo ancora le tue orecchiette al pomodoro… Bravissima come sempre, cara la mia Azzurra… Un bacione!

  4. Ciao Azzurra eccomi qua bello il tuo blog e sì anche tu ami avere le mani in pasta e che pasta…Bravissima anzi buonissima!!! Baci buona notte

  5. MILU' grazie. Si spero che le mie peoccupazioni passino al più presto, ti farò sapere. Contraccambio l'abbraccioROSS Grazie per i complimenti; le farine che ho usato sono molto note fra le bloggers, forse ho dimenticato di dire che l'Azienda é di Mantova. Un bacione anche a teCUCINA AMORE MIO grazie, ora ci conosciamo e ci daremo la mano sicuramente sporca di farina ahahah Bacioni

  6. Ciao Azzurra, quanto tempo che non ci sentiamo! tutto bene? ti ho lasciato un regalino sul mio blog per ricambiare con affetto quello che tu mi hai fatto tanto tempo fa. Il tuo cuoricino è stato il primo regalo che ho ricevuto! Grazie! ti voglio beneCarla Emilia

  7. con la mano sporca di farina ti lascio questo passa a prenderlo se non hai le mani troppo impegnatehttp://www.lacucinadilara.net/2011/07/ho-ricevuto-il-premio-di-lela-grazie.html

  8. langolodimaria-maria53.blogspot.com il said:

    Ciao Azzurra un saluto…è da un bel po' che non ci leggiamo.Baci Maria

  9. Sfiziosi questi due primi piatti, e carino il tuo blog, mi sono subito iscritta tra i tuoi lettori fissi, passa da me se ti va, ciao SILVIA