ORECCHIETTE PUGLIESI

ORECCHIETTE PUGLIESI

Verso la fine dell’estate l’amica Ross assieme al suo marito Giancarlo hanno fatto un tour in terra di Salento e così abbiamo avuto modo di trascorrere alcuni giorni assieme. Una domenica Ross voleva imparare a fare le famose orecchiette pugliesi e così ci siamo messe all’opera: io armata di farina e ferri del mestiere, lei di grembiule e digitale pronta a riprendere ogni minimo passaggio.
Ross ha imparato quasi da subito a fare le orecchiette ed i “minchiareddi” col ferretto e così, mentre il sugo intanto emanava un profumo tale da aprirci lo stomaco a dismisura, anche perché era arrivata l’ora del pranzo,
abbiamo calato la pasta e nel frattempo apparecchiato la tavola.
Il menù era molto semplice, quasi improvvisato, una semplice insalata, dei formaggi, del buon vino, ma l’attesa era tutta per i “maritati sui quali ci siamo buttati a capofitto. I commensali hanno molto gradito con mia grande soddisfazione. Il pranzo é terminato con i dolci portati dagli invitati, la frutta e, naturalmente con un buon caffé.

La ricetta é brevemente descritta nel collage della preparazione. Gli ingredienti sono semplicissimi:
farina di grano duro, farina di orzo, acqua e sale.
Per 1 kg di farina di grano duro ho messo 200 gr. di farina di orzo, 500 ml circa di acqua e un paio di pizzichi di sale.
Cliccare sulle foto per ingrandire.

Qui sotto potete ammirare le mie manine (manone) che fanno le orecchiette
http://www.youtube.com/watch?v=nwfkngBgUbQ

 

 

 

 

 

 

Precedente LINGUINE ALLA BOTTARGA con vino e prezzemolo Successivo PAPASSINI E COLLANA DI CASTAGNE

0 commenti su “ORECCHIETTE PUGLIESI

  1. Carissima, un pranzetto davvero fantastico; per la cura e l'amore posto nell'apparecchiare una tavola bellissima e nel preparare dei maritati golosissimi. Seguendo le tue istruzioni ho anche io potuto riproporre a casa un piatto sano, genuino, che ci ha riportato nel bellissimo Salento di cui abbiamo tanta nostalgia. Speriamo di ritornarci presto e di abbracciarti ancora. Un bacione!

  2. Ciao Azzurra, grazie per aver fatto visita al mio blog, anche io dimentico di entrare nel mio. Quando sbircio tra i nostri blog mi dispiace di non essere un' assidua frequentatrice, mi riprometto pero' di esserlo perche' e' un vero peccato siamo veramente brave!!

  3. Grazie Maria, d'accordo per il "brave" bien sure.Anche a me dispiace non poter vedere tutto perché ci sono cose meravigliose in questi blog. Alla prossima visita ciao