LIQUORE DI CORBEZZOLO

Oggi sono come Cenerentola, sto cercando di fare il possibile per presentare la mia ultima ricetta per il colore giallo – arancio del contest di Stefania Profumi e Sapori che scade a mezzanotte, anzi per la precisione alle 23 e 59. Mi auguro di farcela, non fosse altro per la confusione che creo a casa nel preparare la ricetta, la preparazione del set fotografico (che spesso non rende giustizia ahimé), la cacciata dei familiari dal set che disturbano la mia ispirazione, insomma uno stress non indifferente! e non vorrei veder crollare il mio sogno di vincere questo bellissimo contest! Da tempo avevo in mente che per il colore arancio avrei partecipato con la ricetta del liquore di corbezzolo, ma ci voleva il suo tempo affinché il liquore fosse pronto.
Il suo sapore assomiglia molto a quello del cointreaux, per questo lo presento con una crema all’arancia, tanto per rimanere nel tema del colore, accompagnata con fette di arancia caramellate.

Questo il giovane albero da cui ho preso le bacche:

e queste le bacche:

Ecco la ricetta del liquore:

Liquore di corbezzolo

Bacche di corbezzolo 1 kg
Alcool per dolci 1 lt
Per lo sciroppo:

acqua 1 lt
zucchero 600 o 800 gr.

Mettere le bacche nell’alcool per circa 40 giorni.
Dopodiché preparare lo sciroppo. Sciogliere lo zucchero nell’ acqua e far bollire per 10 minuti circa(se si vuole più dolce usare la quantità maggiore (consigliata se le bacche non sono molto mature)

Scolare le bacche dall’alcool e premerle con uno schiacciapatate per far uscire tutto il loro succo. Una volta freddo mischiare lo sciroppo con l’alcool in un grande barattolo di vetro e lasciare riposare al buio scuotendone il contenuto ogni tanto.
Dopo una ventina di giorni circa travasare il liquore in una bottiglia passandolo con della garza per eliminare eventuali impurità.

Le bacche in infusione:

Per la crema all’arancia:

1 uovo intero
100 gr. di zucchero
succo di 2 arance
1 cucchiaio di maizena
20 gr di burro

Mischiare l’uovo, lo zucchero, la maizena, aggiungere il succo delle arance e mettere al fuoco; non appena arriva a bollore togliere dal fuoco ed aggiungere il burro.

Per caramellare le fette di arance mettere una spolverata di zucchero in un padellino antiaderente con le fette e lasciare caramellare a fuoco lento.

Questo il banner delcontest:

Precedente STRUDEL DI PRUGNE E RICOTTA Successivo PREMIO

0 commenti su “LIQUORE DI CORBEZZOLO

  1. Fantastica ricetta, quella del liquore al corbezzolo: beata te che hai la pianta a disposizione… La ricetta la copio, nella speranza di riuscire a trovare i corbezzoli… Un besooooo!

  2. Ciao Azzurra, spero proprio che tu vinca, dopo tutte queste peripezie te lo meriti proprio cara! Ricettina interessante, ottenuta con frutti altrettanto interessanti! Un bacione e in bocca a lupo!!

  3. ROSS Sono stata fortunata che questo albero ha dato i suoi primi frutti, ma proprio pochi, giusto per fare l liquore che mia sorella fa ma con i corbezzoli della Sardegna, un poco più rossi, quelli! besito anche a teAGATA se vedrai postare zucche vorrà dire che il sogno di Cenerentola si sarà infranto ahahahahahahcomunque crepi……….nel casò sarò Cappuccetto Rosso ahahahahah bacioni e grazie

  4. Avevo letto il tuo commento (ho la moderazione dei messaggi) ma ieri pomeriggio non sono riuscita ad aggiornare. Eccomi ora!Grazie per questa corsa all'ultimo momento, questo liquore è davvero interessante. Stefania

  5. GREAT grazie e soprattutto per farmi conoscere la tua cucina. Bye a prestoSTEFANIA grazie, immagino tu sia tanto occupata,ma pensavo cheBlogger creasse ancora confusione.A presto ciao ciao

  6. Ciao Azzurra, sono passata per aggiornarmi un po'.Complimenti per le ultime preparazioni, il liquore deve essere squisito, copio la ricetta dove lavoro c'è una pianta enorme e nessuno li prende. A proposito noi a Romi li chiamiamo cerase marine. A presto bacio.

  7. MARINA approfittane di quell'albero anche per mangiare le bacche, che sono buonissime. Noi invece in Sardegna le chiamiamo baghe baghe.In effetti non é molto comune il liquore, io l'ho assaggiato da mia sorella e così ho voluto provarlo anche io ed é buono, come ho detto tipo cointreau. Bacioni e un caro saluto. Spero di vnire al più presto al tuo sito per un "aperitivo" byeGREAT miprecipito a vedere perché sono troppo curiosa. Arrivo……..

  8. ma dai,si può fare i liquore con i corbezzoli,wow allora in autunno lo faccio ho un alberello di corbezzoli nella mia campagna e se ne perdono un sacco almeno ora qualcosa ci farò,complimenti per i blog è molto carino e interessante,da ora ti seguirò anche io.ciao a presto

  9. Anonimo il said:

    peccato che la stagione sia passata da un pezzo. la sola vista dei corbezzoli mi fa venire l'acquolina in bocca. by giorgia

  10. volevo solo dirti che mi diletto a fare liquori e marmellate e mi piacerebbe fare il liquore di corbezzolo come la marmellata ma non so dove trovare il corbezzolo nella mia zona di residenza la lombardia. mi potresti dare delle indiczioni?? grazie ciao giovanni

  11. Giovanni, la patria del corbezzolo è la Sardegna!Io, abitando in Puglia anni fa l'ho piantato e mi ha dato questi frutti da cui go fatto il liquore.Sarà un po' difficile trovarlo in Lombardia, forse in qualche vivaio. Puoi tentare Ciao

  12. Anonimo il said:

    Da noi in Puglia anche è pieno… oggi passeggiavo e ne ho raccolte un bel bustone. Proverò questa ricetta. Comunque per chi si trovasse di passaggio qui sono dappertutto in aperta macchia mediterranea… prendete una pianta e portatelo via 😉

  13. Anonimo il said:

    non è neccessario portare via la pianta…il corbezzolo nasce direttamente dal suo seme, (è difficile far atticchire una pianta di corbezzolo estirpata). prendete due o tre bacche, ripulite il seme dalla polpa e piantatelo(periodo indicato gennaio). le piantine cresceranno senza troppa difficoltà. Un saluto dalla Sardegna

    • Buono a sapersi, proverò a piantare qualche seme. Per la precisione. Questo autunno mi sono nutrita di corbezzoli! grazie anonimo, ma come ti chiami? ahahah