GELATO ALLO YOGURT e YOGURT senza yogurtiera

Il tempo in questo periodo farebbe riaccendere i camini a dir la verità, ma, visto che dovrebbe arrivare l’estate, io mi sono portata avanti col lavoro ed ho preparato il gelato, senza gelatiera.

Questa è la prima volta che lo preparo allo yogurt ed è anche la prima volta che preparo lo yogurt a casa senza yogurtiera.
Andiamo per ordine e prima dico come ho fatto il gelato; ho scelto un modo molto semplice cercando nel web ed ho trovato questo del blog Fior di vaniglia anche se ho apportato delle lievi modifiche.

Gli ingredienti sono

yogurt greco 150 gr
yogurt bianco light 125 gr    (io ho usato invece circa 300 gr di yogurt bianco fatto da me)
panna liquida 250 ml
zucchero 150 gr
1 bustina di vanillina   (io ho usato direttamente lo zucchero aromatizzato con la bacca di vaniglia)
ed ho aggiunto 1 cucchiaino di miele

Incominciare a frullare lentamente lo yogurt con lo zucchero e il miele, aggiungere la panna (e la vanillina) ed aumentate la velocità del frullatore fino ad ottenere un composto spumoso.
Mettere in un contenitore a chiusura ermetica e porre in freezer per 1 ora. Dopodichè mantecare il composto con una forchetta o frullino. Ripetere l’operazione per tre volte ogni ora. Infine lasciare in freezer.
Per velocizzare l’operazione, potreste far indurire in freezer e poi passare tutto al frullatore per la mantecatura ed infine mettere in vaschetta e riporre in freezer.

Con lo yogurt greco il sapore ha più “sapore”, ma io l’ho voluto fare per usare lo yogurt di mia produzione e viene altrettanto buono.
Io l’ho servito con della frutta fresca, in questo caso ciliegie approfittando del momento della loro stagione ed un rigolo di sciroppo alle ciliegie.

Ora vi spiego come ho fatto lo yogurt che ho preparato nell’evento Yogurt Day di un gruppo su facebook.

Copio direttamente le istruzioni del gruppo di Stefania Battezzato su facebook

innanzitutto l’attrezzino con la lampadina o un thermos funzionante di 1 litro. 125 ml di yogurt compatto al naturale KYR, o activia con bifidus o uno yogurt intero naturale che contenga lactobacillus, con un vasetto potete usare fino a 2 litri di latte fresco o a lunga conservazione. Zucchero se lo volete dolce, meglio se di canna bio poi fate voi, non dovete aggiungere assolutamente altri ingredienti nemmeno miele, nello yogurt che fermenta ci vanno solo ed esclusivamente ingredienti secchi. Per aromatizzarlo potete usare o cannella in stecca, o bacche di vaniglia o semi, caffè liofilizzato e cacao amaro. Per gli altri gusti tipo frutta miele e marmellate solo dopo al momento che si consuma. 
lavare per bene i barattoli con pochissimo detersivo per piatti e sciacquarli molto bene; asciugarli con un telo o carta in modo da non lasciare pelucchi; chiuderli in attesa dell’operazione yogurt.

La prima operazione da fare è portare il latte a bollore, dovrà raggiungere la temperatura di 80 gr

Quindi lasciar raffreddare il latte alla temperatura di 40 gradi.
Se non avete il termometro fate la prova versando un poco di latte sul dorso della mano: se non vi bruciate, ma il latte è ancora caldo questa è la temperatura giusta.

Dopodichè togliere la patina che si sarà formata in superficie, sciogliere molto delicatamente lo yogurt in qualche cucchiaiata di latte e poi versarlo nel rimanente latte, sempre mescolando delicatamente.

Riempire i vasetti precedentemente lavati e mettere in un angolo del forno, sopra la griglia, sotto la quale avrete sistemato la lampadina da 40 watt, che dovrà stare lontana dai barattoli almeno di una decina di cm e dovrà emanare il suo calore dal fondo.
I barattoli dovranno sostare in questo modo per 5 o 6 ore. Dopodichè si può fare la prova inclinando un barattolo: se lo yogurt segue l’inclinazione del barattolo vuol dire che non è ancora pronto, quindi lasciarlo ancora in forno per un po’ di tempo.
Se invece inclinandolo vi sembra compatto allora vuol dire che è pronto. A questo punto spegnete la lampadina e lasciate i barattoli nel forno per una mezz’ora ancora. Dopodichè metterli subito in frigo dove si compatteranno meglio.

Questa una prova di compattezza: rigirando il barattolo lo yogurt ha una buona resistenza e non cade in basso

e questo è il risultato: uno yogurt abbastanza compatto.

Precedente PANE IN CASSETTA Successivo LINGUE DI GATTO DI FARINA DI RISO

7 commenti su “GELATO ALLO YOGURT e YOGURT senza yogurtiera

  1. CIAO AZZURRA E' DA UN PO CHE NON PASSA DA QUI , TUTTO BENE? BUONO QUESTO BICCHIERE CON LO YOGURT FATTA DA TE!

I commenti sono chiusi.