Crea sito

Uovo sodo

L’uovo sodo è un problema serio.

L’assaggiatore ufficiale non lo mangia [per lui solo frittate] mentre io si.

Un semplice uovo sodo può essere un ingrediente base per delle colorate e fresche insalate di verdure miste.

Se, invece, vuoi servirlo come antipasto o come finger food, ad esempio durante un buffet: in commercio esistono degli stampi per dare all’uovo svariate forme [puoi trovarli da Tiger], io ho provato ad utilizzare quella a pesce [anche se, diciamocelo chiaramente, non è venuto proprio perfetto], ai bambini piaceranno molto.

L’uovo è un alimento dal valore nutrizionale elevato.

Un uovo di gallina pesa mediamente 50 g.

Noi lo consumiamo non più di una volta a settimana.

Considera un uovo a persona, talvolta ne utilizzo due perché di pezzatura piccola.

Ti sarà utile sapere che lavare le uova le priva della loro pellicola protettiva rendendone il guscio, poroso, più facilmente attaccabile dai batteri.

Quindi, se il guscio è sporco puoi pulirlo a secco [ad esempio con un foglio di carta assorbente da cucina] prima della conservazione e, solo al momento dell’utilizzo, puoi pulirlo con un foglio di carta assorbente da cucina umido.

Ad ogni modo, preparare un uovo sodo non è così semplice: vediamo insieme come fare.

Uovo sodo
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 1 uovo
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Uovo 1
  • Acqua q.b.
  • Sale 1 pizzico

Preparazione

  1. Lava l’uovo al momento di utilizzarlo.

  2. In un pentolino, porta ad ebollizione tanta acqua salata quanto basta per coprire l’uovo.

    il sale serve a rassodare l’albume e a sigillare eventuali crepe sul guscio.

  3. Immergi l’uovo.

  4. Lascia cuocere almeno 8 minuti e al massimo 10 secondo la consistenza del tuorlo desiderata.

  5. Estrai l’uovo dal pentolino e immergilo immediatamente nell’acqua fredda per qualche minuto.

  6. Il tuo uovo sodo è pronto.

    Buon appetito!

Note

Ricorda:

  • inizia il pasto con un’abbondante porzione di verdura [cruda o cotta] e con la frutta se è presente nel tuo schema alimentare;
  • inverti l’ordine dei piatti quindi consuma il contorno e il secondo poi il primo;
  • completa il pasto con carboidrati preferibilmente integrali.

Pubblicato da azuccherozero

Mi chiamo Francesca e la mia mission è: prevenire o tardare l’insorgenza del diabete attraverso un’alimentazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.