Crea sito

Pasta integrale con crema di fave agli asparagi e bottarga

La pasta integrale con crema di fave agli asparagi e bottarga è un piatto nato dalla domanda: cosa c’è in dispensa?

E’ cremosa, gustosa e sfiziosa!

E se non ami la bottarga puoi ometterla.

L’indice glicemico delle fave [IG 40] è più alto rispetto a quello degli altri legumi inoltre aumenta con la cottura; quindi, in caso di diabete le fave vanno consumate con moderazione [e sempre secondo il tuo schema alimentare].

Per quanto riguarda le fave secche sgusciate, ne preparo più porzioni in modo da averne una piccola e pratica scorta in freezer: cucinare le fave secche sgusciate [ricetta base].

Così facendo basterà scongelarne una porzione e in pochi minuti la pasta sarà pronta evitando di utilizzare legumi in scatola.

Altrimenti ricorda che le fave secche sgusciate necessitano di ammollo [12 ore].

Se hai dubbi sulle quantità da preparare, ho annotato le variazioni di peso dei legumi da crudi a cotti: fave secche sgusciate peso crude e cotte.

Puoi utilizzare sia gli asparagi selvatici sia gli asparagi coltivati.

La bottarga di tonno è un alimento costituito da uova di pesce salate ed essiccate, è molto calorica ma consideriamo che se ne utilizzano pochissimi grammi e che le calorie provengono essenzialmente dalle proteine [ad alto valore biologico] e dai grassi mentre i carboidrati risultano assenti. E’ più o meno come utilizzare del formaggio grattugiato su un primo che non sia di pesce.


Per quanto riguarda il tempo di preparazione, considera:

  • 12 ore di ammollo;
  • 40-60 minuti per la cottura delle fave secche sgusciate;
  • 10 minuti per la cottura della pasta.

Se utilizzi le fave secche già pronte calcola il solo tempo di cottura della pasta.

Pasta integrale con crema di fave agli asparagi e bottarga
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 120 g Spaghetti Integrali
  • 20-25 Asparagi selvatici
  • 1 pizzico Sale
  • 1 pizzico Pepe misto in grani (con macinino)
  • q.b. Bottarga di tonno (a scaglie o grattugiata)
  • 1 filo Olio extravergine d'oliva (a crudo)

Preparazione

  1. Prepara le fave secche sgusciate seguendo il procedimento descritto in cucinare le fave secche sgusciate [ricetta base] o, se le hai già pronte in freezer, scongelane una porzione.

  2. Affinché il condimento risulti una crema avvolgente, le fave devono avere raggiunto la consistenza di purea.

  3. Versale in una padella e portale ad ebollizione quindi spegni la fiamma.

  4. Pulisci gli asparagi:

    • lava gli asparagi;
    • elimina la parte terminale [dura] del gambo.
  5. In una pentola versa l’acqua nella quale:

    1. andrai a sbollentare gli asparagi;
    2. andrai a cuocere la pasta;

    e aggiungi un cucchiaio di sale.

  6. Aggiungi gli asparagi e sbollenta per 10 minuti.

  7. Con l’aiuto di una schiumarola, trasferiscili in un contenitore.

  8. Tieni da parte alcune punte e frulla il resto con un mixer.

  9. Versa il trito in padella e amalgama alla purea di fave.

  10. Aggiungi sale e pepe.

  11. Cuoci la pasta nell’acqua dove hai sbollentato gli asparagi e scolala.

  12. Nel frattempo, porta ad ebollizione purea di fave e trito mescolando ripetutamente.

  13. Taglia la bottarga a scaglie o grattugiala.

  14. Versa la pasta nella padella con il condimento e amalgama.

  15. Impiatta.

  16. Aggiungi le punte di asparagi e distribuisci la bottarga grattugiata [facoltativa].

  17. Aggiungi un filo di olio a crudo.

  18. La tua pasta integrale con crema di fave agli asparagi e bottarga è pronta.

    Buon appetito!

Note

L’abbinamento con pasta, riso o altri cereali permette di assorbire al meglio le proteine dei legumi; i cereali inseriti in questi piatti, infatti, vanno a compensare gli amminoacidi mancanti nei legumi consentendo di ottenere un pool amminoacidico completo.

Naturalmente, scegli cereali integrali.

Inizia il pasto con un’abbondante porzione di verdura [cruda o cotta] e con la frutta se è presente nel tuo schema alimentare quindi completa con pasta e fave per comporre un pasto bilanciato.

Pubblicato da azuccherozero

Mi chiamo Francesca e la mia mission è: prevenire o tardare l’insorgenza del diabete attraverso un’alimentazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.