Pane con farina di tipo 2 e integrale di grano tenero

Pane con farina di tipo 2 e integrale di grano tenero

Ho preparato il pane con farina di tipo 2 e integrale di grano tenero con metodo poolish con la Macchina Del Pane Imetec Zero-Glu.

Ho dato forma di ciabatte o pagnotte: caserecce dalla crosta croccante e dall’interno leggero.

Il metodo poolish richiede 12 ore di maturazione e permette di realizzare impasti con meno lievito rispetto alle ricette standard.

Ho utilizzato 1 g di lievito di birra liofilizzato per 600 g di farine totali [1° impasto + 2° impasto].

In alternativa puoi utilizzare:

• 3 g di lievito di birra fresco;

• 4 g di lievito di pasta madre essiccato.

* 7 g di lievito di birra liofilizzato corrispondono a 25 g di lievito di birra fresco, verificare le istruzioni del produttore.

Ho preparato il 1° impasto: poolish a base di farina di grano tenero di tipo 2.

Ho preparato il 2° impasto con farina di grano tenero di tipo 2 e farina di grano tenero integrale.

La farina di tipo 2 è una farina semi-integrale ed è ottima per la panificazione.

Ho aggiunto i semi misti per panificati [girasole, sesamo, lino, papavero] per arricchire il gusto del pane.

A seguire tre fasi di lievitazione da 40 minuti ciascuna più un’ulteriore fase di lievitazione da 50 minuti e cottura negli stampi ciabatta.

Richiede due fasi di cottura [due ciabatte alla volta].

***

Andiamo a preparare il nostro pane con farina di tipo 2 e integrale di grano tenero.

Ricorda di verificare la tua risposta glicemica!

***

L’utilizzo della Macchina Del Pane garantisce impasti più elastici e incordati e una cottura uniforme.

Pane con farina di tipo 2 e integrale di grano tenero
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Porzioni600 g farina
  • Metodo di cotturaMacchina del pane
  • CucinaItaliana

Ingredienti

1° impasto: poolish

300 ml acqua (naturale)
1 g lievito di birra secco (Mastro Fornaio PANEANGELI)
300 g farina di grano tenero di tipo 2 (Molino Spadoni)

2° impasto

60 ml acqua (naturale)
250 g farina di grano tenero di tipo 2 (Molino Spadoni)
50 g farina di grano tenero integrale (Molino Spadoni)
50 g semi misti per panificati (girasole, sesamo, lino, papavero)
20 ml olio extravergine d’oliva
10 g sale

Strumenti

1 Macchina per il pane Zero Glu Imetec
Stampo per pagnotta
2 Stampo per ciabatta

Preparazione

1° impasto: poolish

Inserisci il contenitore pagnotta nella macchina, le pale mescolatrici nel contenitore pagnotta e accendi [ON].

Prepara gli ingredienti per il poolish:

• 300 ml di acqua naturale;

• 1 g di lievito di birra disidrato;

• 300 g di farina di grano tenero di tipo 2.

Scalda una piccola parte di acqua: 50 ml circa deve essere tiepida non calda, versala in una ciotolina, aggiungi e sciogli il lievito.

Inserisci gli ingredienti nel contenitore pagnotta:

• acqua;

• acqua + lievito disciolto;

• farina di grano tenero di tipo 2.

Seleziona il Programma 13 [pane con poco lievito metodo poolish: durata impasto 8 minuti] e premi il tasto START.

Con una spatola in silicone porta verso il basso la farina rimasta sui bordi del contenitore.

Finita la fase di impasto premi il tasto STOP per qualche secondo.

Il poolish deve maturare per 12 ore durante le quali la macchina resta in attesa e non mantiene caldo l’impasto.

Personalmente dopo qualche minuto la spengo [OFF] e punto una sveglia a distanza di 12 ore.

2° impasto

Trascorse 12 ore il poolish è maturo e appare raddoppiato e pieno di bolle.

poolish farina di grano tenero di tipo 2

Prepara gli ingredienti per il 2° impasto:

• 60 ml di acqua naturale;

• 250 g di farina di grano tenero di tipo 2;

• 50 g farina di grano tenero integrale;

• 50 g di semi misti per panificati [girasole, sesamo, lino, papavero];

• 20 ml di olio;

• 10 g di sale.

Unisci i semi misti alla farina di tipo 2 e integrale e amalgama per bene.

Seleziona il Programma 18 [impasto e lievitazione: durata impasto 27 minuti + 3 fasi di lievitazione di 40 minuti ciascuna per una durata complessiva di 2 ore e 27 minuti].

Aggiungi:

• l’acqua;

• la farina con i semi;

premi il tasto START e attendi un paio di minuti che l’impasto inizi a prendere corpo;

• l’olio;

e attendi un paio di minuti che l’impasto lo incorpori;

• il sale.

Con una spatola in silicone porta verso il basso la farina rimasta sui bordi del contenitore.

Al termine della fase di impasto l’impasto si presenterà elastico e incordato.

Durante le fasi di lievitazione [sul display simbolo freccia verso l’alto] è preferibile non aprire il coperchio per evitare sbalzi di temperatura ed è possibile controllare l’impasto dall’oblò.

Tra una fase di lievitazione e l’altra la macchina emette un segnale.

Estrazione pale

Prepara un contenitore o un tagliere dove versare l’impasto e aiutandoti con un colino a maglie strette distribuisci sul fondo uno strato sottile e uniforme di farina.

Prepara:

• un paio di tagliapasta;

• un tovagliolo di carta.

Terminate le fasi di lievitazione [la macchina emette un segnale: più bip] estrai il contenitore pagnotta.

Ribalta il contenitore pagnotta facendo scivolare l’impasto, che risulta elastico, aiutandoti con i tagliapasta.

ricorda di separare le pale mescolatrici.

Rimuovi accuratamente ogni residuo di impasto dal contenitore pagnotta.

Ciabatte o pagnotte

Prepara gli stampi che intendi utilizzare:

• ciabatta [2];

versaci un goccio di olio d’oliva e ungili accuratamente con un tovagliolo di carta.

L’impasto è elastico e incordato.

Con l’aiuto dei tagliapasta:

• solleva i lati dell’impasto richiudendoli verso il centro esattamente come se stessi facendo delle pieghe;

• ribaltalo e appiattiscilo leggermente;

• dividi l’impasto in quattro panetti di forma più o meno quadrata, tondeggiante o triangolare secondo gusto.

Se desideri un risultato rustico aiutandoti con un colino a maglie strette cospargi la superficie con uno strato sottile e uniforme di farina.

Riponi due panetti [con il lato del taglio verso l’alto] negli appositi contenitori ciabatta e procedi con la prima cottura.

Ciabatte o pagnotte prima cottura

Fodera una leccarda da forno con un foglio di carta forno, trasferisci gli altri due panetti [con il lato del taglio verso l’altro] e riponi in forno spento.

Ciabatte o pagnotte seconda cottura

Ulteriore lievitazione e prima cottura

Appoggia gli accessori nell’apposito supporto e inseriscilo nella macchina.

Seleziona il Programma 20 [lievitazione e cottura: 1 fase di lievitazione di 50 minuti + cottura 30 minuti modificabili in -10 e +10 minuti] e premi il tasto START.

il Programma 20 è utilizzabile quando la fase di cottura è una.

Per proseguire con la seconda cottura occorre spegnere la macchina per almeno un’ora e aspettare che si raffreddi.

Ulteriore lievitazione e seconda cottura

Trascorsa un’ora dalla prima cottura a macchina fredda.

Trasferisci i due panetti dalla leccarda da forno negli appositi contenitori ciabatta e procedi con la seconda cottura.

Appoggia gli accessori nell’apposito supporto e inseriscilo nella macchina.

Seleziona il Programma 20 [lievitazione e cottura: 1 fase di lievitazione di 50 minuti + cottura 30 minuti modificabili in -10 e +10 minuti] e premi il tasto START.

In alternativa

Procedi direttamente con la seconda cottura utilizzando il programma sola cottura.

In forno spento i panetti avranno in ogni caso proseguito a lievitare.

Seleziona il Programma 19 [cottura] e imposta:

• 30-40 minuti.

Estrazione pane

Estrai ciabatte o pagnotte dagli stampi entro pochi minuti e appoggiali su una griglia per farli raffreddare.

Il tuo pane con farina di tipo 2 e integrale di grano tenero è pronto.

Aspetta sia completamente freddo per affettarlo.

Si conserva morbido per alcuni giorni.

Pane con farina di tipo 2 e integrale di grano tenero
Pane con farina di tipo 2 e integrale di grano tenero

in questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione.

Note

Ricorda:

• inizia il pasto con un’abbondante porzione di verdura [cruda o cotta];

• un pasto bilanciato deve contenere tutti i nutrienti: carboidratiproteinegrassi & fibre;

• preparalo sempre nel rispetto delle proporzioni e delle combinazioni alimentari indicate nel tuo schema alimentare.

***

Ti aspetto sulla Pagina Facebook collegata al Blog → A zucchero zero – Pagina Facebook.

Iscriviti al canale Telegram per ricevere la ricetta del giorno e non solo… → A zucchero zero – Telegram.

***

NON COPIARE E INCOLLARE MATERIALE DAL BLOG in generale e in particolare SUI PROFILI E SUI GRUPPI SOCIAL [foto, ingredienti, procedimento – NEANCHE SOTTO FORMA DI RIASSUNTO]: è corretto condividere le proprie foto delle ricette eseguite indicando la fonte cioè linkando il blog dove è possibile leggere la ricetta per intero.

PER MOTIVI DI COPYRIGHT E ANCHE PER IL TANTO LAVORO CHE C’È DIETRO.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da azuccherozero

Mi chiamo Francesca e la mia mission è: prevenire o tardare l’insorgenza del diabete attraverso un’alimentazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.