Crea sito

Foglie di cappero in salamoia croccanti e saporite

Foglie di cappero in salamoia

Oggi ti racconto di come si conservano e utilizzano le cime dei rami e le foglie delle piante di cappero: foglie di cappero in salamoia seguendo i consigli di mamma.

Il cappero è un piccolo arbusto tipico delle zone a clima mediterraneo, cresce nei muri a secco e tra le spaccature delle rocce, fiorisce in tarda primavera e per tutto il periodo estivo.

Ma quali sono le parti commestibili del cappero?
• i boccioli ancora chiusi dei fiori;
• i frutti, detti cucunci;
• le cime dei rami e le foglie delle piante.

Non ti resta che andare a raccoglierle: in dialetto siculo le chiamiamo “i tenerumi re ciappiri” ovvero la parte tenera.

Il procedimento descritto le rende croccanti e saporite, ottime per accompagnare e insaporire preparazioni sia a base di carne sia a base di pesce e da aggiungere alle insalate [provale in quelle di pomodoro ma non solo].

Le foglie di cappero in salamoia in commercio sono conservate in salamoia e successivamente trasferite in olio extravergine d’oliva.

Facendo riferimento ad un prodotto confezionato: 1,3 g di carboidrati per 100 g di prodotto.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione2 Giorni
  • Tempo di cottura1 Minuto
  • Porzioni1 boccia
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • Capperi (cime dei rami delle piante e foglie)
  • Acqua

Per la salamoia

  • 1 lAcqua
  • 150 gSale

Preparazione

  1. Lava accuratamente le cime dei rami e le foglie delle piante del cappero.

  2. Trasferiscile in un colapasta e lasciale sgocciolare.

  3. In una pentola porta ad ebollizione abbondante acqua [non salata].

  4. Versa le cime dei rami e le foglie delle piante del cappero nell’acqua bollente e mescola per un minuto circa.

    Devono rimanere crude e croccanti quindi vanno sbollentate appena.

  5. Scola e raffredda passandole sotto l’acqua fredda.

  6. Trasferiscile in una ciotola con abbondante acqua fredda e lasciale in ammollo per due giorni avendo cura di cambiare l’acqua tre volte al giorno fino ad addolcimento completo.

Due giorni dopo

  1. In una pentola porta ad ebollizione abbondante acqua salata.

    La proporzione è di 150 g di sale per 1 l di acqua.

  2. Lascia raffreddare la salamoia.

  3. Trasferisci le cime dei rami e le foglie delle piante del cappero in una boccia dalle dimensioni adeguate e versa la salamoia fino a coprirle.

  4. Chiudi con coperchio e conserva in un luogo fresco.

  1. Le tue foglie di cappero in salamoia sono pronte.

  2. Prima di utilizzarle: sciacquale e asciugale con un foglio di carta assorbente da cucina.

Note

Le foglie di cappero in salamoia sono ottime per accompagnare e insaporire preparazioni sia a base di carne sia a base di pesce e da aggiungere alle insalate [provale in quelle di pomodoro ma non solo].

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da azuccherozero

Mi chiamo Francesca e la mia mission è: prevenire o tardare l’insorgenza del diabete attraverso un’alimentazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.