Risotto ai funghi, ricetta primi piatti

Il risotto ai funghi è un primo delizioso, che ci ricorda che siamo in autunno e che, anche se il sole (per lo meno a Milano) è pressochè scomparso, possiamo comunque rifarci con le primizie deliziose di questa stagione!

Io adoro i funghi (e, in realtà, li mangio in tutte le stagioni): champignon, porcini, crudi in insalata, cotti con la pasta fresca (qui trovate un esempio), come ripieno delle torte salate, come contorno, ma possiamo ignorare il risotto? E’ un vero passepartout: dalla cena last minute a casa, all’arrivo di ospiti inattesi, al semplice piacere di coccolarsi con qualcosa di caldo e buono.

Il mio risotto è sempre bello carico di condimento: i funghi non devono scomparire, ma devono sentirsi al gusto ed essere i veri protagonisti del piatto: se anche voi volete provare la mia ricetta, seguitemi in cucina e prepariamo insieme il risotto ai funghi!

risotto ai funghi

Risotto ai funghi

Ingredienti per 2 persone:

  •  170 grammi di riso Carnaroli (io uso il riso Marinone);
  • 30 grammi di funghi porcini secchi (o 130 grammi di funghi porcini freschi o 130 grammi di funghi champignon più 125 gr. di porcini freschi);
  • 30 grammi di olio extra vergine di oliva (io uso quello di Gusto per Amore);
  • 20 grammi di burro (facoltativo, io uso il burro Fior di panna In.al.pi.);
  • 30 grammi di parmigiano grattugiato;
  • 50 grammi di vino bianco secco;
  • 1 scalogno;
  • 1 spicchio di aglio sbucciato;
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco;
  • 1 cucchiaino di dado granulare (io uso quello preparato con il Bimby);
  • 450 gr. di acqua;
  • sale q.b..

Se state usando i funghi secchi, metteteli a mollo in acqua tiepida per 15-20 minuti, quindi strizzateli per bene. Se, invece, state usando funghi freschi, raschiateli con un coltellino e affettateli abbastanza sottili.

Tritate lo scalogno, l’aglio e il prezzemolo.

Se seguite il metodo tradizionale, saltate i funghi (se freschi) in una padella con metà dell’olio e mezzo scalogno. Devono cuocere leggermente, ma mantenere la loro croccantezza.

Nel frattempo, mettete a sciogliere il dado granulare in un pentolino con l’acqua.

Iniziate a preparare un soffritto con il rimanente scalogno, l’aglio e il prezzemolo e il restante olio e mettete a tostare il riso. Sfumate con il vino bianco e aggiungete piano piano, un mestolo per volta, il brodo, continuando a mescolare.

Arrivati a metà cottura, aggiungete i funghi strizzati o saltati e proseguite la cottura fino alla fine: il riso deve restare al dente, con i chicchi ben separati e i funghi insieme al brodo dovranno aver formato una cremina.

Assaggiate e salate solo se necessario, quindi unire il parmigiano e il burro e mantecare a fuoco spento.

Se avete il Bimby, il procedimento si semplifica parecchio, soprattutto perchè non dovrete girare continuamente il risotto durante la cottura.

Mettete lo scalogno tagliato a grossi pezzi, l’aglio e il prezzemolo nel boccale e tritate per 3 secondi a velocità 5.

Aggiungete l’olio e i funghi e fate cuocere per 5 minuti, a 100 gradi, velocità 1 in modalità Antiorario.

Aggiungete il riso e tostatelo per 5 minuti, a 100 gradi, modalità Antiorario, velocità Soft, sfumando con il vino.

Aggiungete l’acqua in cui avrete sciolto il dado e cuocere per 14 minuti a 100 gradi, modalità Antiorario e velocità Soft: se si avvicina il tempo di cottura e vedete troppa acqua, passate alla temperatura Varoma; se, invece, il risultato vi sembra troppo secco, aggiungete un po’ di acqua tiepida.

A cottura ultimata, mantecate con burro e parmigiano per 1 minuto, modalità Antiorario e velocità Soft: buonissimo!

risotto ai funghi
 Se vi piacciono le mie ricette, vi aspetto su FacebookInstagramTwitter e Pinterest!

Precedente Cioccolatini al cocco, ricetta dolce Successivo L'avvocato va in TV

2 commenti su “Risotto ai funghi, ricetta primi piatti

  1. proverò sicuramente a preparare questo risotto al primo giorno di pioggia (che forse sarà domani sob!): è un piatto che mi riporta con il pensiero nei boschi a far castagne…grazie, cri.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.