Marmellata alle pesche e cannella (ricetta Bimby)

La marmellata alle pesche e cannella è proprio la ricetta giusta da preparare in questo periodo: le pesche, infatti, sono al massimo del loro splendore. L’aggiunta della cannella, poi, è particolarmente indovinata perchè il suo profumo si sposa benissimo con il sapore delle pesche.

Io l’ho preparata con il Bimby, perchè lo trovo comodissimo per queste ricette: infatti, mantiene egregiamente le temperature e non ci fa fare la fatica di girare continuamente.

Avevo delle pesche mature al punto giusto e molto dolci, quindi ho drasticamente limitato la dose di zucchero, facendola scendere al 20-25% del peso della frutta (di solito è il 50%).

Volendo, potete aumentare le dosi e conservare la vostra marmellata alle pesche e cannella in vasetti sterilizzati, creando il sottovuoto: io mi sono limitata a questa dose ed ho ottenuto due vasetti da 250 ml di marmellata, che dura egregiamente in frigorifero per una decina di giorni.

Se volete provare anche voi questa ricetta, seguitemi in cucina e prepariamo insieme la marmellata alle pesche e cannella!

Marmellata alle pesche e cannella

marmellata alle pesche e cannella
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 50 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 2 vasetti da 250 ml
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Pesche 700 g
  • Zucchero 130 g
  • Cannella in polvere ((io ne ho usato la punta di un cucchiaino)) q.b.
  • Succo di limone 2 cucchiai

Preparazione

  1. Lavate e sbucciate le pesche, quindi tagliatele a cubetti, eliminando il nocciolo, e ponetele nel boccale: dovreste ottenere circa 500 grammi di prodotto finito. Frullatele grossolanamente per 15 secondi a velocità 3.

  2. Aggiungete lo zucchero, la cannella (non esagerate con le dosi, perchè la cannella in cottura sprigiona moltissimo il suo aroma) e il succo di limone e cuocete per 40 minuti a 90 gradi, velocità 1, lasciando il foro del coperchio aperto e coperto solo con il cestello (in questo modo l’acqua potrà evaporare e la marmellata avrà la giusta densità).

  3. Cuocete ancora per altri 10 minuti a temperatura Varoma, velocità 1, sempre con il foro coperto dal cestello.

  4. Lasciate raffreddate per un minuto e, se non vi piacciono i pezzi di frutta al palato e volete un prodotto più omogeneo, frullate ancora per 30 secondi a velocità 5.

  5. Versate la marmellata ancora calda nei vasetti di vetro, fateli raffreddare e chiudeteli. Se invece, disponete di vasetti sterilizzati con coperchi nuovi, mettete la marmellata nei vasetti quando è ancora calda, chiudeteli subito e capovolgeteli: quando la marmellata sarà raffreddata, mettete i vasetti nel verso giusto e controllate che il coperchio non faccia “clac”, per verificare la riuscita del sottovuoto.

Note

Io la trovo buonissima, come in foto, spalmata su una fetta di pane, ma è ottima anche per farcire crostate e saccottini di pasta sfoglia!

Se vi piacciono le mie ricette, vi aspetto su FacebookInstagramTwitter e Pinterest!

Precedente Insalata con baccalà, castagne e broccolo romano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.