La regina della tavola romana: l’amatriciana! Ricetta primi piatti

Ci sono piatti che da soli riempiono una cena o un pranzo, lo sapevate? Portate che, se presenti in un menu, rendono superfluo l’antipasto o il dolce e bastano a se stesse. Pensate, per esempio, all’amatriciana: che siano bucatini o pasta corta, sapere che a tavola ci attende lei, ci rende fieri…in barba alla dieta naturalmente!

E poi, volete mettere la soddisfazione di creare una meraviglia del genere in pochi, pochissimi minuti?

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 grammi di bucatini;
  • 400 grammi di polpa di pomodoro finissima;
  • 150 grammi di guanciale tagliato a fettine non troppo sottili;
  • uno scalogno;
  • sale q.b.;
  • parmigiano o pecorino grattugiati, a seconda delle preferenze.

Tagliate il guanciale a listarelle e mettetelo con lo scalogno affettato sottilmente in una padella. Mescolate frequentemente, in modo che il grasso si sciolga.

Quando inizia a dorare (e la cipolla a diventare sul bianco trasparente), unite la polpa di pomodoro e un fondo di bicchiere di acqua e lasciare sobbollire.

Nel frattempo, mettete a bollire l’acqua e, quando arriva ad ebollizione, salatela (poco perchè il guanciale è molto saporito) e mettetevi a cuocere la pasta.

Scolatela al dente, conditela con parmigiano o pecorino e con il sugo …et voilà! Anche per stasera la dieta è andata a farsi benedire!!!

Ecco i miei bucatini all’amatriciana:

Amatriciana

2 Risposte a “La regina della tavola romana: l’amatriciana! Ricetta primi piatti”

  1. Sono di Roma e l’amatriciana è il mio piatto preferito! A mio gusto il pecorino è d’obbligo, anche chi non ama questo formaggio dovrebbe provarlo su questa pasta, magari poco, perché rende il piatto più rotondo. Da leccarsi i baffi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.