Gnocco fritto (ricetta lievitata)

Gnocco fritto

Lo gnocco fritto è una ricetta tipica emiliana, ottima per un antipasto o un aperitivo in convivialità: si abbina alla perfezione con salumi e formaggi freschi stagionati ed ha un effetto “uno tira l’altro”.

A dispetto di quello che si potrebbe pensare, lo gnocco fritto è molto semplice da realizzare, necessita solo di un po’ di tempo per la lievitazione: per il resto, serve solo olio di gomito per impastare….o un alleato fedele in cucina come il Bimby!

Se anche voi volete cimentarvi in questo piatto tipico della tradizione emiliana, seguitemi in cucina e prepariamolo insieme!

Ingredienti per circa 30 gnocchi fritti di dimensioni medio-piccole

  • 500 grammi di farina tipo 0 (io ho usato la farina speciale per pizza del Frantoio Moro);
  • un cucchiaino di zucchero;
  • 35 grammi di lievito madre in polvere (o mezzo cubetto di lievito di birra);
  • 70 grammi di strutto;
  • 10 grammi di sale;
  • 180 ml di acqua tiepida;
  • per la frittura: olio extravergine di oliva.

Se usate il metodo tradizionale, in una ciotola mescolate il lievito, lo zucchero, 50 ml di acqua tiepida e due cucchiai di farina: dovrete ottenere una pastella piuttosto liquida.

Coprite la ciotola con pellicola e lasciate riposare per mezz’ora.

Fate una fontana con il resto della farina e al centro versate la pastella: iniziate ad aggiungere la farina, quindi unite lo strutto e l’acqua rimanente (sempre tiepida), in cui avrete disciolto il sale.

Impastate per circa 10 minuti fino ad ottenere una palla di consistenza liscia e compatta.

Se usate il Bimby, mettete nel boccale il lievito, lo zucchero, 50 ml di acqua tiepida e due cucchiai di farina e mescolate per un minuto a velocità 4.

Fate riposare per mezz’ora, quindi aggiungete i restanti ingredienti e impastate per 3 minuti a velocità Spiga.

Mettete l’impasto in una ciotola, copritelo con la pellicola e fatelo lievitare per almeno 3 ore nel forno spento con la luce accesa.

Trascorso il tempo di lievitazione, stendete l’impasto aiutandovi con un matterello, fino a raggiungere uno spessore di circa 3 mm: aiutandovi con un tagliapasta, ricavate dei rombi o dei rettangoli di misura medio piccola.

In una teglia dai bordi alti, mettete abbondante olio extravergine a scaldare e, quando sarà ben caldo, tuffate i vostri gnocchi fritti, pochi per volta: fateli cuocere per un minuto e poi girateli, quindi raccoglieteli con una schiumarola e metteteli a scolare su un foglio di carta per fritti o di carta assorbente.

Proseguite fino ad esaurimento dell’impasto e gustateli ben caldi!

gnocco fritto

Se vi piacciono le mie ricette, vi aspetto su FacebookTwitter e Pinterest!

Precedente Torta con cioccolato e yogurt (ricetta light) Successivo Metti una sera a cena con GialloZafferano!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.