Capesante gratinate (ricetta antipasto)

Cappesante gratinate

Le capesante gratinate sono un antipasto che io definisco furbissimo: si preparano, infatti, in pochissimo tempo e con il minimo della fatica e fanno una gran scena a tavola.

Il segreto è la cottura delle capesante che, come per tutti i molluschi, deve essere piuttosto breve: il rischio, altrimenti, è quello di ritrovarsi sotto i denti un prodotto stopposo e privo di gusto.

Per la panure, potete scegliere gli aromi che volete: io ho optato per prezzemolo e aglio (potete utilizzare anche quelli essiccati, se non avete la disponibilità di quelli freschi), ma voi potete selezionare quelli che vi piacciono di più.

Se anche voi siete curiosi di provare questa ricetta, seguitemi in cucina e prepariamo insieme le capesante gratinate!

Ingredienti per 2 persone:

  • 4 capesante aperte a metà con la loro conchiglia;
  • 4 cucchiai rasi di pangrattato;
  • mezzo spicchio di aglio;
  • due rametti di prezzemolo;
  • due cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • sale q.b..

Accendete il forno a 200 gradi in modalità ventilata.

Tritate finemente l’aglio e il prezzemolo.

Sciacquate le capesante senza staccarle dal guscio, asciugatele con della carta da cucina e ponetele in una teglia ricoperta di carta da forno.

Se possibile, fate asciugare ulteriormente i molluschi nel frigorifero per 15-20 minuti (non è un passaggio necessario, ma se potete seguirlo, avrete delle capesante più asciutte e la panatura risulterà più croccante).

Condite le capesante con il pangrattato, l’aglio e il prezzemolo.

Completate con il sale e l’olio.

Fate cuocere le capesante nel forno caldo per 7 minuti e poi per 3-4 minuti in modalità grill.

Servitele caldissime e fatevi fare i complimenti dai vostri ospiti!

gratin di capesante

Se vi piacciono le mie ricette, vi aspetto su FacebookInstagramTwitter e Pinterest!

Precedente Malloreddus con funghi e speck (ricetta primo piatto) Successivo Torta di mele senza grassi (ricetta dolce)

15 commenti su “Capesante gratinate (ricetta antipasto)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.