Crea sito

Pesche dolci

Le finte pesche dolci all’alchermes sono dolci da un forte impatto visivo, formati da un morbido involucro di pasta biscotto scavato, farcito con crema pasticcera o cioccolato o, ancora, confettura.

Lo splendido colore rosato e l’effetto buccia sono dati da un bagno nell’alchermes e un tuffo nello zucchero semolato. Poteva mancare anche la fogliolina verde? Certo che no!!! Fogliolina di cialda, di zucchero semplicemente una fogliolina di menta, son proprio la ciliegina sulla torta. Questi dolcetti me li fece scoprire una delle mie migliori amiche, Floriana, e fu subito colpo di fulmine. Oggi vi regalo la mia ricetta infallibile ed il procedimento per ottenere queste Pesche dolci.

Pesche dolci

Pesche dolci

Ingredienti e preparazione per le pesche dolci:

  • 450gr di farina,
  • 50gr di farina di riso o fecola di patate,
  • 180gr di zucchero semolato,
  • Un bel pizzico di sale,
  • 200gr di burro a temp. Ambiente,
  • 120gr di uova,
  • 1 bustina di lievito.

Ci occorrerà inoltre,

  • crema pasticcera (clicca QUI per la ricetta),
  • alchermes,
  • zucchero semolato,
  • acqua qb.

Per prima cosa formiamo l’impasto del biscotto andando ad impastare farina e burro poi uniamo tutti gli altri ingredienti. Impastiamo bene fino a quando non otteniamo un panetto liscio e compatto. A questo punto io procedo subito formando delle palline non troppo grandi Pesche dolcima simili, per dimensione, a delle nocciole. Le disponiamo su una teglia antiaderente o coperta da carta forno distanziate tra loro, formando una scacchiera tra una fila e l’altra. Inforniamo a 165° per 10-15 minuti. Una volta cotto il guscio, con l’aiuto di un coltellino, lo scaviamo alla base in modo da creare un piccolo incavo per la crema di farcitura.

In una ciotolina andiamo a diluire l’alchermes(se non la volete alcolica utilizzare l’estratto per liquore all’alchermes perché vi donerà solo la parte aromatica e non quella alcolica) con dell’acqua e zuccheriamo il tutto. Prepariamo anche una ciotolina con dello zucchero semolato che servirà a creare l’effetto buccia alle nostre pesche dolci bagnate.
A questo punto farciamo con della crema pasticcera un guscio, uniamo l’altra parte del guscio, li passiamo velocemente nella bagna all’alchermes preparata, poi li rotoliamo nello zucchero e li disponiamo su un vassoio. Stacchiamo delle foglioline di menta e le inseriamo tra un guscio e l’altro proprio come nelle reali pesche.

Pesche dolci

Seguici anche su:
 Facebook cliccando su >>>A tu per tu con Marilù<<<
 G+ cliccando su >>>A tu per tu con Marilù<<<
 Instagram cercaci come ATUPERTUCONMARILU

40 Risposte a “Pesche dolci”

  1. *_* posso anche morire dopo averle mangiate… il mio dolce preferito è con la pasta frolla e la crema e queste pesche sono la loro fusione… ^_^

  2. Bellissime Marilù! Proprio questo weekend ho comprato l’alchermes appunto per provare a farle e a questo punto proverò la tua ricetta perchè davvero hanno proprio un bel aspetto! Ma la pasta biscotto deve rimanere morbida giusto?

    1. Si…in forno deve appena diventare dorata.. Appena vedi che iniziano a colorirsi ed hanno raggiunto un pò di colorino allora spegni, fai raffreddare qualche minuto e scava… (io personalmente lo faccio quando son ancora tiepide perchè ho notato che la percentuale di quelle rotte da fredde è più alta…ora non so se è un caso o se realmente scavandole da tiepide se ne rompono di meno)… attendo notizie allora 😉

    1. Purtroppo non ne ho mai viste. A me solo all’inizio se ne rompeva qualcuna poi, una volta capito quanto scavare e quando bagnare, son diventata cintura nera 😀 Presto vi farò vedere anche come fare le pesche con l’uso del guscio di mezza noce! Molto più semplice e veloce! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *