Crea sito

Cartellate

Le Cartellate, dette anche rose di natale, sono dolci tipici pugliesi preparati e consumati nel periodo di Natale. C’è chi dice che il nome derivi dall’ “incartellare” cioè incartocciare, chi dice che sia un dolce da “carta”, chi nei libri ha scritto che “Cartellata”, in dialetto Bitontino “Carteddèute”, voglia dire cesta (per la sua forma originaria). Di certo non si può definire con chiarezza l’etimologia della parola Cartellate, ma possiamo di certo dire che le “Cartellate” simboleggiano le lenzuola o fasce, che avvolsero Gesù Bambino. Queste Cartellate sono davvero una goduria che non può proprio mancare ai nostri pranzi e pranzetti. Una volta fritti vengono poi passati nel vincotto o cosparsi di miele caldo!!! E che ve lo dico a fa? Andiamo a scoprire come poterle realizzare in casa?

Cartellate pugliesi o rose di Natale

ricetta passo passo | dolci pugliesi

Cartellate pugliesi o rose di natale ricetta passo passo | dolci pugliesi

Ingredienti e preparazione delle Cartellate o Rose di Natale:

  • 250gr di farina,
  • 50gr di vino bianco,
  • 50gr di olio evo,
  • 1 cucchiaio di zucchero,
  • 1/2 bicchierino di limoncello o anice,
  • acqua tiepida quanto basta per impastare.
  • olio per friggere,
  • vincotto, miele e codette colorate.

CartellateIniziamo ad impastare: Per prima cosa mettiamo la farina su una spianatoia, mettiamo l’olio e sfreghiamo nelle mani il composto per far unire l’olio alla farina.

 

CartellateA questo punto uniamo vino , limoncello, un goccio d’acqua ed iniziamo ad  impastare fino ad ottenere un panetto liscio, morbido ma non appiccicoso. Stendiamo la pasta sottile e ritagliamo delle strisce larghe 3 cm e lunghe 20 cm più o meno.

 

OCartellatera uniamo la parte superiore della fascetta alla parte inferiore e la pizzichiamo bene ad intervalli di circa 4 cm l’una dall’altra. Si creerà un cordone con tante conchette. Pizzicata tutta la striscia, la arrotoliaCartellatemo su se stessa formando una rosa e continuando a pizzicare le pareti staccate in modo che in frittura non si aprano e le lasciamo asciugare bene su un canovaccio pulito ed asciutto.

Cartellate

 

A questo punto possiamo anche friggerle in abbondante olio fino a quando non saranno dorate. Se abbiamo del vincotto, lo scaldiamo (non bollire),  immergiamo le Cartellate per farle inzuppare bene e, colandole bene, le disponiamo in un piatto da portata. Alternativa con il miele: facciamo uno strato di Cartellate fritte sul piatto, versiamo sopra un pò di miele scaldato e qualche codette colorata, continuiamo con un altro strato, altro miele ed altre codette… Ed ora non vi resta che immergervi in questo bagno di emozioni!!!

 

Seguici anche su:

45 Risposte a “Cartellate”

  1. Vorrei provare a fare le tue cartellate, mi ispirano tanto. Ne ho viste tante in gito per il web, ma le tue sono quelle che mi piacciono di più! Grazie mille per le tue bellissime ricette!

  2. Fantastica ricetta….le conosco benissimo le cartellate pugliesi…mia nonna me le preparava sempre nel periodo natalizio quando ero piccolina…cartellate e strufoli…una vera deliza…con questa ricetta mi hai riaffiorito parecchi ricordi… grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *