VIN BRULE’ (MULLED WINE) fatto in casa

VIN BRULE’ (MULLED WINE) fatto in casa

Voglia di montagna e non poterci andare e allora che si fa? Beh se vale il detto: “Se maometto non va alla montagna allora la montagna va da maometto” io mi ricreo un pochino di atmosfera natalizia, di serate passate in baita davanti al camino preparandomi un ottimo Vin Brulè!!

Un vino rosso che scalda il cuore e che calma gli animi, conosciuto anche come Mulled Wine, è una bevanda calda realizzata con vino rosso corposo, agrumi e spezie i cui ingredienti e modi di preparazione variano a seconda delle provenienze e dei gusti.

Che decidiate di seguire la ricetta tradizionale o preferiate spaziare tra le diverse varianti alcuni ingredienti non devono mancare mai: una mela, una arancia, un limone, e poi tante spezie … cannella, anice stellato, chiodi di garofano, noce moscata ed ovviamente un pochino di zucchero.

Io ho preferito preparare la ricetta classica che è anche la più semplice e rapida per averlo pronto in pochissimi minuti.

Non che io sia particolarmente amante degli alcolici in generale, ma il vin brulè è una di quelle cose a cui non riesco a rinunciare, sarà per quel piacevole effetto riscaldante e rilassante che ha, o forse perché evoca montagne innevate, piste immacolate e momenti di relax di fatto un bel bicchiere di vino rosso caldo aromatizzato a volte è proprio quello di cui si ha bisogno.

Quindi mettiamoci al lavoro e prepariamo insieme il

VIN BRULE’ (MULLED WINE) fatto in casa

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • vino rosso (1 litro tipo Teroldego, Merlot, Cabernet)
  • zucchero (100 g)
  • arance (1 la scorza)
  • limone (1 la scorza)
  • cannella in stecca (2)
  • chiodi di garofano (6)
  • bacche di ginepro (5)
  • anice stellato (1)
  • noce moscata (1 pizzico)

Preparazione

  1. Come prima cosa preparate la frutta: lavate accuratamente arancia e il limone poi prelevate la scorza, sbucciate la mela poi tagliatela a spicchi.

  2. In una pentola versate lo zucchero, unite le spezie (cannella, ginepro, chiodi di garofano, anice stellato) le scorze degli agrumi ed il vino rosso corposo.

  3. Mettete sul fuoco, portate a bollore e fate sobbollire per 5 minuti, a fiamma bassa, fino a quando lo zucchero si sarà completamente sciolto.

  1. Filtrate il vin brûlé attraverso un colino a maglie fittissime, versatelo in bicchieri o tazze resistenti al calore e servite ben caldo.

CONSERVAZIONE

Potete conservare il vin brûlé in frigorifero per 2-3 giorni al massimo. Al momento di servirlo riscaldatelo in un pentolino.

CONSIGLI

Per quanto riguarda il tipo di vino, vogliamo sceglierne uno che abbia un po’ di carattere e che sia nello stesso tempo fruttato: un buon Merlot e Cabernet per esempio.

Il vino non deve bollire né bruciare, regola fondamentale è il fuoco basso, ci vogliono circa una ventina di minuti.

Il vin brulé va filtrato e servito fumante.

Alcuni prima di servirlo lo flambeggiano dandogli fuoco, io preferisco non farlo sia per evitare di bruciarmi sia perché ai fini del gusto non cambia nulla.

Quando tagliate la scorza del limone e dell’arancia fate attenzione a non prelevare la parte bianca che renderebbe amara la preparazione.

A Tavola con Tea su Instagram https://www.instagram.com/atavolacontea_

Per trovare altre ricette torna alla home page del mio blog cliccando qui https://blog.giallozafferano.it/atavolacontea/

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.