Pesto di Carciofi veloce e cremoso

PESTO DI CARCIOFI

Continua la mia esplorazione tra le varie tipologie di pesto.

Oggi è il giorno del pesto di carciofi che sono nel pieno della stagione e quest’anno mi sembrano particolarmente buoni.

E’ uno di quei condimenti che si preparano facilmente e in poco tempo ricco di gusto e leggerezza.

Ho preferito usare carciofi cotti in padella per paura che il loro tipico sapore un po’ amaro e rugoso sulla lingua da crudi non rendesse al meglio.

Una salsa adatta non solo per condire un piatto di pasta, ma anche per realizzare gustose bruschette o insaporire piatti a base di carne o pesce.

Se poi lo conservate in vasetti sterilizzati o lo surgelate diventerà anche un buon alleato in cucina per salvare un pranzo o una cena imprevista.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Carciofi 4
  • Olio extravergine d’oliva 150 ml
  • Parmigiano reggiano (grattugiato) 100 g
  • Pinoli 50 g
  • Aglio 1 spicchio
  • foglie di menta q.b.
  • limone 1
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Innanzitutto pulisci accuratamente i carciofi eliminando le foglie esterne e rimuovendo la parte più dura del gambo.

    Poi taglia le punte.

    Quindi taglia i carciofi a metà e togli il fieno interno.

    Una volta puliti riducili a fettine sottili e mettili in una ciotola con acqua e limone per non farli scurire.

    A questo punto metti a bollire i carciofi in acqua salata per 10 minuti.

    Poi scolali e versali nel bicchiere del frullatore.

    Quindi frullali nel mixer da cucina insieme allo spicchio d’aglio, i pinoli, il parmigiano e 4/5 foglie di mentuccia.

    Assaggia e regola di sale.

    A questo punto unisci l’olio e frulla sino a quando non otterrai un composto cremoso.

    Il tuo pesto di carciofi è pronto per essere usato o conservato.

Note

Conservazione:

Il pesto di carciofi si conserva in frigo per due o tre giorni. In alternativa potete surgelarlo.

Consigli:

Potete sostituire i pinoli con le mandorle.

Se non vi piace il gusto della mentuccia potete tranquillamente non metterla.

State attenti a pulire benissimo i carciofi.

Eliminate accuratamente le foglie più dure ed il fieno interno.

Il rischio altrimenti è che compiano nella salsa dei “filetti” che non modificano il gusto ma sono antiestetici.
Se utilizzate il pesto per condire la pasta vi consiglio di stemperarlo con un po’ d’acqua di cottura della pasta.

Precedente Spaghetti alle vongole Successivo Ricetta tagliatelle al sugo di gamberi facile e veloce

Lascia un commento