Pasta alla GRICIA

Pasta alla GRICIA

La pasta alla GRICIA è uno dei primi piatti romani più conosciuti e apprezzati.

Ha origine nella città di Amatrice, paese laziale al confine con l’Abruzzo ed è anche chiamata “Amatriciana bianca” perchè contiene gli stessi ingredienti ad eccezione del pomodoro.

In realtà è l’amatriciana ad essere derivata dalla Gricia e non il contrario. Infatti è presumibile che la GRICIA sia stata inventata aggiungendo il guanciale alla “cacio e pepe” e successivamente dopo l’arrivo dei Pomodori in Occidente dalle Americhe, sia nata l’Amatriciana.

Tolta qualche curiosità sulle sue origini vediamo in cosa consiste.

La RICETTA della pasta alla GRICIA si basa su pochi ingredienti, in realtà solo 3, che però devono essere ben precisi. In particolare deve essere utilizzato il guanciale e il pecorino di Amatrice, oltre ovviamente alla pasta.

Si fa in pochissimo tempo, praticamente quello che serve per cuocere la pasta e per questo può tranquillamente essere considerata una ricetta salva cena da preparare all’ultimo minuto.

Guanciale, Pepe e Pecorino romano mescolati insieme, danno vita ad un piatto saporito e vellutato.

Quanto al formato di pasta potete scegliere tra quella corta come rigatoni o mezze maniche oppure quella lunga come bucatini o spaghetti.

Per il resto per renderla cremosa c’è solo un trucchetto da seguire ma ve lo svelerò in ricetta.

Quindi seguitemi e preparerete una ricetta della GRICIA degna della miglior Trattoria di Roma.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

320 g rigatoni
250 g guanciale
60 g pecorino (di Amatrice o pecorino romano)
q.b. sale

Strumenti

Passaggi

STEP 1

Come prima cosa eliminate la cotenna dal guanciale e ricavate delle fette spesse circa 1 centimetro. Dalle fette poi ritagliate delle listarelle spesse circa mezzo centimetro.

Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con acqua leggermente salata dove poi andrete a cuocere la pasta.

Mettete il guanciale in una padella già calda senza aggiungere né olio né burro e lasciatelo cuocere per una decina di minuti a fuoco medio fino a quando sarà diventato dorato e croccante.

Aggiungete un cucchiaio di acqua di cottura della pasta, che nel frattempo starà cuocendo.

Questa operazione per merito dell’amido rilasciato dalla pasta nell’acqua permetterà di creare una sorta di cremina all’interno della padella con il guanciale.

STEP 2

Intanto la pasta avrà quasi terminato la sua cottura, scolatela al dente (circa 2 minuti prima del tempo indicato sulla confezione) e versatela direttamente nel condimento, conservando l’acqua di cottura.

Saltate la pasta a fiamma vivace per circa 1 minuto, poi fuori dal fuoco aggiungete metà del pecorino grattugiato e ancora poca acqua di cottura.

Mescolate e saltate ancora la pasta, vedrete che diventerà leggermente cremosa grazie all’azione dell’amido.

Servite immediatamente spolverizzando sopra il pecorino rimasto.

CONSERVAZIONE

La pasta alla GRICIA deve essere consumata non appena pronta per assaporarla a pieno. Se dovesse avanzare potete conservarla in frigorifero per al massimo un giorno.

Non è adatta ad essere surgelata.

NOTE

Per preparare la ricetta della pasta alla GRICIA normalmente si utilizza il guanciale già pepato esternamente, se non lo fosse aggiungete una macinata di pepe nero alla ricetta durante la cottura.

Uno degli errori più comuni che si commette quando si prepara la pasta alla Gricia è quello di utilizzare la pancetta, per carità non viene un piatto cattivo ma è tutta un’altra cosa.

Allo stesso modo guai aggiungere la panna.

Infine è molto importante cuocere il guanciale senza alcun tipo di grasso aggiuntivo (olio o burro) in una padella già calda e farlo soffriggere nel suo stesso grasso.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.