Canederli tirolesi ricetta facile

CANEDERLI TIROLESI RICETTA FACILE

Cosa succede quando una amica tornando dalle vacanze ti porta un souvenir gastronomico?

Lo usi immediatamente ovvio!

A me è stato regalato un fantastico pezzo di speck, e allora che fare se non quello che è la ricetta che lo mette in primo piano per antonomasia: i canederli!

E’ proprio vero che quando la materia prima è di qualità si possono ottenere piatti eccezionali anche con pochi ingredienti.

Ed ecco che nascono i canederli, tipico piatto altoatesino.

Una ricetta golosa e buonissima, preparata con ingredienti semplici che, uniti tra loro, creano un piatto davvero irresistibile.

Pane raffermo, farina, uova, spezie, aromi, latte ed ovviamente l’immancabile speck.

Tra l’altro i canederli possono essere tranquillamente considerati piatto unico, nutriente e completo, perfetta per tutta la famiglia.

E possono essere consumati tutto l’anno, non solo d’inverno in brodo, ma anche asciutti, conditi con burro e salvia oppure con un gustoso sughetto, o tagliati a cubetti come ingrediente per arricchire un’ottima insalata.

  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:30 + riposo minuti
  • Cottura:15 minuti
  • Porzioni:4 PERSONE
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • Pane raffermo 250 g
  • Speck 150 g
  • Uova 2
  • Latte 250 ml
  • prezzemolo tritato 2 cucchiai
  • cipolla tritata 1 cucchiaio
  • erba cipollina tritata 1 cucchiaio
  • Burro 1 noce
  • Farina (massimo 30 g) q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Come prima cosa tagliate a dadini il pane raffermo e mettetelo in una ciotola.
    Poi aggiungete le uova sbattute con un pizzico di pepe e uno di sale ed il latte e mescolate per bene.
    Lasciate riposare per un’ora, mescolando di tanto in tanto, in modo che l’impasto assorba bene e in modo omogeneo il liquido.

  2. Nel frattempo tagliate finemente sia lo speck che la cipolla.
    Poi preparate un soffritto con un cucchiaio di olio extravergine ed una noce di burro.
    Una volta pronto lasciate raffreddare il soffritto, infine incorporatelo all’impasto di pane.
    Unite anche tutti gli altri ingredienti: lo speck, l’erba cipollina tritata e la noce moscata.
    Infine cospargervi sopra la farina.
    E’ molto importante utilizzarne il minimo indispensabile (non oltre 30 g).
    In genere uno o due cucchiai di farina dovrebbero essere sufficienti.
    Assaggiate ed eventualmente regolate di sale ma fate attenzione perché lo speck è già salato.
    Mescolate l’impasto e lasciatelo riposare per circa 15 minuti, per far sì che tutti gli aromi si fondano.

  3. A questo punto possiamo formare i canederli.
    Con le mani create delle palline di circa 6 – 8 cm di diametro.
    Lavorate il pane con delicatezza in modo che non si spiaccichi.
    Deve conservare la sua struttura.
    I canederli vanno cotti nel brodo bollente per almeno 15 minuti a fuoco molto basso.
    Quando verranno a galla saranno pronti.
    Servite in brodo oppure con burro fuso e salvia.

Note

CANEDERLI TIROLESI RICETTA FACILE
CONSERVAZIONE
Conservate i canederli, chiusi in un contenitore ermetico e posti in frigorifero, per un paio di giorni al massimo.
E’ possibile surgelarli da crudi.
CONSIGLI
Per evitare che il composto si appiccichi alle mani bagnatele prima con un po’ di acqua.
Per testare la resistenza dei canederli, provate ad immergerne prima uno solo nell’acqua: se si frantuma, aggiungete un po’ di farina.
Secondo la ricetta tradizionale ladina lo speck non va soffritto, ma semplicemente aggiunto a crudo all’impasto.
Anche il latte in teoria sarebbe facoltativo ed andrebbe aggiunto solo se l’impasto risulta asciutto.
Prova anche quest’altra versione Canederli al pomodoro ricetta semplice
Seguimi anche sul profilo instagram https://www.instagram.com/atavolacontea_/?hl=it

Precedente Pasta cremosa ai gamberi ricetta

Lascia un commento