Bruschetta con polpo croccante

BRUSCHETTA CON POLPO CROCCANTE

Questo versione del polpo presentato su bruschetta e con seconda cottura in padella è un’ottima idea per proporre un antipasto o finger food diverso dal solito che con qualche piccola variante può diventare un fantastico secondo. Anche in questa come in molte altre ricette di finger food che vi propongo lo spunto e la ricetta provengono da un famosissimo ristorante di finger food di Forte dei Marmi. Assaggiarlo ed innamorarmene è stato un tutt’uno e quindi come al solito ho fatto capolino dalla cucina per chiedere ragguagli sull’esecuzione. Ecco svelato il trucco di quella croccantezza mista a morbidezza…la doppia cottura!. Il polpo infatti viene dapprima cotto tradizionalmente in acqua ed aromi, lasciato intiepidire e poi ripassato in padella avvolto da una panatura aromatica. Nel frattempo viene preparata una tiepida e croccante bruschetta che farà da base al tutto.
Il risultato è una portata che abbina croccantezza e morbidezza, un piatto di sicuro effetto da proporre agli amici in una cena a base di pesce o come un finger food da aperitivo.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    50-60 minuti
  • Porzioni:
    8 PERSONE
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Polpo 500 g
  • Pane toscano 8 fette
  • Valeriana (songino) 50 g
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Sedano 1 costa
  • cipolla 1/2
  • Aglio 1/2 spicchio
  • Pepe nero 5 bacche
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Preparazione del polpo

  1. Cominciamo dalla pulitura del polpo. Ovviamente alcuni pescivendoli se lo chiedete provvedono a pulirvelo ma non è un grosso lavoro, quindi potete tranquillamente eseguirlo da soli. Lavatelo sotto abbondante acqua e togliete il dente che si trova esattamente sotto la testa del polpo dove dipartono i tentacoli. Staccate la testa e rovesciatela per eliminare la sacca del nero e le budella del polpo. Sciacquate bene sotto l’acqua e mettete da parte. Nel frattempo portate ad ebollizione una pentola con abbondante acqua salata (deve essere in grado di contenere e coprire il polpo) nella quale avrete messo i i grani di pepe, il gambo di sedano e la cipolla.

prima cottura

  1. Quando l’acqua raggiungerà il bollore immergete il polpo dalla parte dei tentacoli e ritiratelo su per 3 volte per far si che si arriccino. Dopo di che mettete tutto il polpo in acqua e cuocetelo per circa 50 minuti, a fuoco dolce. Dopo il tempo indicato controllate la cottura pungendolo con una forchetta, deve risultare morbido. Non scolatelo ma lasciatelo nell’acqua di cottura fino a quando si sarà raffreddato. A questo punto scolatelo bene e tagliatelo a pezzi di circa 1 ,5 cm.

seconda cottura

  1. Ora procedete con la panatura. Dopo averlo leggermente asciugato con un panno passatelo in un piatto dove avrete messo del pangrattato unito al prezzemolo tritato con l’aglio. Non vi resta che saltarlo in padella. Prendete una padella anti aderente e mettetela sul fuoco con 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva. Quando sarà calda adagiatevi il polpo e saltatelo in padella per pochi minuti fino a quando la panatura sarà diventata bella tostata e croccante. Nel frattempo preparate delle bruschette di pane toscano facendo tostare le fette sotto il grill del forno. Quando il polpo sarà pronto toglietelo dal fuoco e salatelo leggermente.

Componete il finger food

  1. Componete la vostra bruschetta con la fetta di pane sulla quale avrete passato un filo d’olio, qualche foglia di songino ed infine il vostro polpo croccante. A piacere spolverizzate con un po’ di pepe nero. Ora non resta che assaggiare! Sentirete che differenza di sapore rispetto al polpo semplicemente bollito.

Note

Se volete trasformare questo finger food in un secondo al posto della bruschetta di pane preparate una cremosa e vellutata polenta bianca sulla quale poi adagerete il polpo una volta cotto. Più che un secondo si trasformerà in un fantastico piatto unico.

Precedente Raccolta contorni di verdure Successivo Speciale focaccia: tante versioni per tutti i gusti e deliziosi abbinamenti

Lascia un commento