ZUCCOTTO TIRAMISU’ ALLE FRAGOLE

Questo buonissimo Zuccotto Tiramisu’ alle Fragole è il dolce che ho preparato per festeggiare il mio compleanno. Forse sarà stato per consolarmi della clausura causa Covid o della mancanza dei miei amici, ma quest’anno ho deciso di trattarmi proprio bene!
Vi dirò, è stato decisamente più lungo e difficile scrivere la ricetta che realizzarlo… comunque, ho cercato di riportare più informazioni possibile e di farlo anche in modo abbastanza dettagliato, così da rendere piuttosto semplice rifarlo (spero di esserci riuscita!).
In ogni caso, ve lo consiglio vivamente perchè, oltre a fare un figurone a livello puramente estetico, il suo gusto fresco conquisterà veramente tutti!
Patrizia

Zuccotto Tiramisu’ alle Fragole

Categoria: Dolci

Ingredienti/Occorrente per assemblaggio e bagna:

una boul (di vetro, acciaio o anche plastica) da 17-18 cm di diametro, profonda circa 11 cm
pellicola trasparente
300-350 g di fragole
1/2 limone
2 cucchiai colmi di zucchero
200 g di savoiardi

Ingredienti per la crema:
2 uova
70 g di zucchero
170 g di mascarpone

Ingredienti per decorare:
200 ml di panna liquida zuccherata
fragole in pezzi q.b.

Procedimento:
Il pomeriggio prima della preparazione dello zuccotto, lavare le fragole e tagliarle a pezzetti. Metterle in un contenitore con tappo ermetico e condirle con mezzo limone premuto e 2 cucchiai abbondanti di zucchero. Mescolare un attimo, chiudere il contenitore e tenerlo in frigo per tutta la notte.
In questo modo, il giorno dopo si sarà formato un bel sughetto, che servirà poi come bagna dei savoiardi.
Mettere anche la panna in frigo perchè, per montarla facilmente, dovrà essere molto fredda.
Il giorno successivo versare in un mixer 120 g di succo delle fragole e 100 g di fragole in pezzi (prese dal totale) e frullare tutto, in modo da ottenere una sorta di sciroppo un po’ denso.
Prendere una boul e foderarla con la pellicola trasparente, facendo attenzione a farla aderire bene a fondo e pareti. Lasciar fuoriuscire la pellicola oltre i bordi, in modo che poi sia agevole afferrarla per estrarre lo zuccotto dalla ciotola (in foto non si vede la parte che fuoriesce, perchè l’avevo già “attaccata” alla parte esterna alla boul). Per essere certi che non si rompa in fase di estrazione, eventualmente si possono mettere due strati sovrapposti di pellicola (anche se, comunque, non è difficile staccare lo zuccotto dal contenitore).
Aprire le uova, dividendo i tuorli dagli albumi.
Montare i bianchi a neve ferma con le fruste elettriche o con il Bimby. In questo caso, posizionare la farfalla sulle lame, aggiungere una puntina di sale ed azionare l’apparecchio per 2-3 minuti, a temperatura 37° e velocità 3.
Ai tuorli d’uovo, invece, unire lo zucchero e lavorarli (volendo, anche solo con una forchetta) fino ad ottenere una crema.
Se si utilizzano le fruste elettriche, unire un po’ per volta gli albumi a neve ai tuorli con lo zucchero fino ad amalgamarli, poi aggiungere il mascarpone a cucchiaiate, lavorando fra l’una e l’altra. Se si usa il Bimby invece, versare i tuorli con lo zucchero direttamente nel boccale contenente gli albumi montati a neve, azionando ancora a velocità 3 per 1-2 minuti. Appena si saranno amalgamati, sempre con lame in movimento, unire cucchiaiate di mascarpone dal foro del boccale e lavorare fino ad avere una crema liscia ed omogenea (basteranno 2 minuti, al massimo).
A proposito, negli ingredienti per la crema ho riportato le quantità necessarie per lo zuccotto, ma in realtà ho utilizzato 3 uova, 100 g di zucchero ed una confezione di mascarpone da 250 g. Così, con la crema residua, ho preparato anche un piccolissimo tiramisù classico, ovviamente bagnando i savoiardi nel caffè.
Comunque, tornando allo zuccotto, una volta pronta la crema, iniziare a rotolare i savoiardi nello sciroppo di fragole e disporli, in piedi, seguendo la forma della boul. Ricoprire anche il fondo, spezzandoli in modo da non lasciare spazi vuoti ed aggiungere un generoso strato di crema.
Al di sopra mettere uno strato di fragole in pezzi, poi sovrapporvi dei savoiardi inzuppati nello sciroppo, sempre spezzandoli adeguatamente (per creare uno strato il più possibile uniforme) e pressandoli un po’ su fragole e crema.
Formare altri due strati di crema, fragole e savoiardi inzuppati, terminando infine con uno di savoiardi (per chiudere bene quella che sarà la base dello zuccotto, eventualmente si possono tagliare i savoiardi anche nel senso della lunghezza).
Sigillare tutto con la pellicola trasparente, tendendola bene in modo che lo zuccotto risulti ben chiuso, e poi trasferire la boul nel congelatore per un paio d’ore.
Quando mancherà poco alla scadenza del tempo in freezer, montare la panna (mi raccomando, fredda di frigo!) con le fruste elettriche o con il Bimby, posizionando la farfalla e lavorando a velocità 3 per 2-3 minuti (non di più, altrimenti potrebbe smontarsi).
Riprendere lo zuccotto, eliminare la pellicola applicata per sigillare il dolce e poi, aiutandosi con quella che fuoriesce dai bordi, estrarlo dalla boul e capovolgerlo su un piatto piano. Eventualmente non uscisse facilmente, una volta eliminata la pellicola sulla base, si potrà prima passare una spatola lungo tutta la circonferenza (utilizzandola un po’ come una piccola leva) e solo dopo iniziare a tirare la pellicola.
Comunque, una volta capovolto lo zuccotto ed eliminata tutto il resto della pellicola intorno, ricoprirlo completamente di panna, aiutandosi a distribuirla il più uniformemente possibile con una spatola. Per livellarla più facilmente, consiglio di tenere la spatola ferma con una mano e ruotare il piatto con lo zuccotto con l’altra.
Non essendo pasticceri sopraffini, ci sarà sicuramente qualche difettuccio (anche il mio, come si può vedere in foto, non ne è certo esente) ma, inutile preoccuparsi troppo, perchè direi che è più importante la bontà che l’estetica spinta all’ennesima potenza! 😉
Insomma, appena si sarà abbastanza soddisfatti del risultato, si potrà passare a decorare lo zuccotto, disponendo un po’ di fragole a pezzetti sia sulla sommità che tutto intorno alla base. Vi consiglio di posizionarle con le mani, cercando di scolarle il più possibile dal loro succo (soprattutto quelle da mettere in cima), in modo da evitare antiestetiche colature (anche se la panna intorno si colorerà lo stesso un pochino, come si può vedere anche in foto).
Terminata l’opera, rimettere lo Zuccotto Tiramisu’ alle Fragole in frigo e lasciarlo riposare almeno 3-4 ore prima di gustarlo; anzi, per la verità, il giorno dopo è ancora più buono.
Ed eccolo tagliato, con una fetta in primo piano… una vera goduria!
Difficoltà: media

Tempi di preparazione: circa 1 ora + riposo nel congelatore e in frigo

Tempi di cottura: =====

Consigli: Se ricoprire lo zuccotto con la panna dovesse prendervi parecchio tempo, per evitare che la superficie possa rovinarsi, vi consiglio di mettere il dolce un po’ in frigo a rassodare prima di passare a decorarlo con le fragole sulla sommità e lungo la base.
Se siete allergici alle fragole o non le preferite, potete usare tranquillamente dell’ananas sciroppato e delle pesche sciroppate. Questo vi consentirà anche di abbreviare i tempi, eliminando la fase di macerazione, considerato che potrete usare come bagna direttamente il sugo presente nelle confezioni di ananas e pesche. Lo zuccotto va conservato in frigo, possibilmente nel reparto più freddo, ma non nel congelatore.