PASTICCIOTTI CREMA E AMARENA

I Pasticciotti Crema e Amarena sono dei dolcetti incredibilmente buoni!
Molti penseranno immediatamente a quelli tipici della zona del Salento, Lecce in particolare, ma – in realtà – la ricetta che vi propongo oggi è tutta napoletana. Infatti, mentre i Pasticciotti pugliesi sono di forma ovale e vengono preparati con pasta frolla ripiena di crema pasticcera, quelli napoletani sono rotondi ed al ripieno classico viene aggiunta l’amarena sciroppata.
Si trovano in moltissimi bar e, spesso, vengono consumati a colazione – al posto del classico cornetto – insieme al caffè o al cappuccino… ovviamente sono veramente buonissimi!
Patrizia

Pasticciotti Crema e Amarena

Categoria: Dolci

Ingredienti per la pasta frolla:
320 g di farina
120 g di zucchero
120 g di burro
1 uovo
1 cucchiaino di lievito per dolci

Ingredienti per il ripieno:
50 g di zucchero a velo
30 g di farina
250 ml di latte
2 tuorli d’uovo
un pezzetto di scorza di limone grattugiata
amarene q.b.

Procedimento:
Per prima cosa preparare la crema pasticcera.
Se si usa il Bimby, mettere lo zucchero e la farina nel boccale e polverizzarli portando il Bimby a velocità 7 per 20 secondi.  Aprire l’apparecchio e riunire il composto sul fondo aiutandosi con la spatola. Versare il latte poi aggiungere i due tuorli d’uovo ed un po’ di buccia di limone grattugiata. Cuocere per 7 minuti a velocità 4, impostando la temperatura a 90°. Al termine, aprire il Bimby e versare la crema in una ciotola, avendo cura di coprirla con la pellicola trasparente – mettendola a contatto con la superficie ancora calda – in modo da evitare la formazione della crosticina.
Per procedere in maniera tradizionale, in una terrina montare i tuorli con lo zucchero con le fruste elettriche, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere poco a poco, prima la farina e poi il latte, mescolando delicatamente con la frusta manuale.  Incorporato tutto il latte, mettere la crema in un pentolino antiaderente e posizionarlo sul fuoco. Girare continuamente con la frusta in modo che la crema non si attacchi sul fondo e cuocere per qualche minuto, calcolato a partire dal bollore, fino a raggiungere la consistenza desiderata. Anche in questo caso, versare in una terrina ed usare la pellicola trasparente.
Mentre la crema si raffredda, preparare la frolla.
Formare una fontana di farina su un piano di lavoro. Al centro aggiungere lo zucchero, il burro, l’uovo ed il cucchiaino di lievito. Impastare gli ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, aggiungendo farina se l’impasto si presentasse troppo appiccicoso.
Avvolgere il panetto nella pellicola trasparente e mettere in frigo a riposare per un’oretta.
Trascorso il tempo, riprendere la pasta frolla e dividerla in 8 parti uguali. Da ognuna, ricavare un disco di circa 10 cm di diametro e un altro da 5 cm, che servirà per chiudere il nostro Pasticciotto. Con il disco più grande foderare fondo e bordi dei vani di un’apposita teglia antiaderente (la mia ha alloggiamenti da 5 cm di diametro e circa 3 di altezza).
A questo punto, aiutandosi con un cucchiaio, riempire la pasta frolla con la crema pasticcera (ormai fredda).
Aggiungere un paio di amarene ed un po’ del loro succo, spingendole verso il basso per farle affondare leggermente nella crema.
Con i dischi piccoli, chiudere i Pasticciotti, premendo accuratamente lungo tutto il perimetro, in modo da sigillare bene la pasta frolla intorno alla crema e alle amarene.
Cuocere in forno statico a 180° per circa 25-30 minuti, finchè la pasta frolla non si sarà dorata.
Far raffreddare bene i Pasticciotti Crema e Amarena prima di staccarli dai vani della teglia e gustarli.

Difficoltà: bassa

Tempi di preparazione: circa 45 minuti + tempi di raffreddamento/riposo

Tempi di cottura: circa 25-30 minuti in forno + la crema

Consigli: Se sostituite una parte del burro con dello strutto, la pasta frolla sarà più lavorabile e decisamente più buona. Se non avete a disposizione una teglia antiaderente, ricordate di imburrare e infarinare i vani. Non vi preoccupate se i Pasticciotti si gonfieranno durante la cottura, una volta freddi riprenderanno la loro forma normale. Per estrarli dai vani più facilmente, basterà passare la punta di un coltello lungo i bordi: la pasta frolla si staccherà facilmente.