CROSTATA CON CREMA PASTICCERA E FRAGOLE

La Crostata con Crema Pasticcera e Fragole è un dolce fresco, profumato e davvero delizioso.
Si può gustare a temperatura ambiente, ma è buonissima anche bella fredda fredda. Naturalmente il frigo si può usare quando il dolce è stato appena assemblato (diciamo nell’arco della stessa giornata o al massimo il giorno successivo) perchè poi la pasta frolla tende a perdere la sua classica consistenza e si rovina un po’… sempre ammesso che resti, tra parentesi, cosa della quale non sono affatto convinta, perchè è troppo buona!!!
Patrizia
Crostata Crema Pasticcera e Fragole1 firma mia

Crostata con Crema Pasticcera e Fragole

Categoria: Dolci – Ricette con il Bimby

Ingredienti per la pasta frolla:
350 gr di farina 00
140 gr di zucchero
70 gr di margarina (o burro)
70 gr di strutto
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci

Ingredienti per la crema:
500 ml di latte (intero o parzialmente scremato)
80 gr di zucchero
1 uovo e 1 tuorlo
60 gr di farina

Ingredienti per decorare:
circa 400 g di fragole
il succo di 1/2 limone
2 cucchiai di zucchero

Preparazione:
Il giorno prima della preparazione della crostata, eliminare il picciolo delle fragole, lavarle e farle scolare un po’ o tamponarle leggermente con un po’ di carta da cucina.
Tagliarle a pezzetti e metterle in un contenitore con il tappo. Condirle con il succo di limone e lo zucchero, mescolare bene, chiudere il contenitore e metterlo in frigorifero.
Ovviamente, volendo, le fragole possono essere utilizzate anche al naturale e quindi è possibile saltare questa fase e preparare tutto nella stessa giornata.

Procedimento per la pasta frolla:
Versare la farina su un piano di lavoro creando la classica fontana, aggiungere gli altri ingredienti indicati ed impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo e non appiccicoso, aggiungendo ancora farina se necessario.
Avvolgere la pasta frolla nella pellicola trasparente e metterla a riposare in frigo per almeno mezzora.
Procedimento per la Crema con il Bimby:

Mettere lo zucchero e la farina nel boccale e polverizzarli, portando gradualmente il Bimby a velocità 7 per circa 20 secondi.
Aprire l’apparecchio e riunire il composto sul fondo, aiutandosi con la spatola.
Unire il latte e le uova e cuocere per 7 minuti a velocità 4, impostando la temperatura a 90°.
Al termine, aprire il Bimby e versare la crema in una ciotola, avendo cura di coprirla subito con la pellicola – mettendola a contatto con la superficie ancora calda – in modo da evitare la formazione di un’antipatica crosticina durante il raffreddamento.

Procedimento per la Crema tradizionale:
In una terrina montare le uova con lo zucchero, magari con le fruste elettriche, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
Aggiungere poco a poco, prima la farina e poi il latte, mescolando delicatamente con la frusta manuale o un cucchiaio di legno.
Incorporato tutto il latte, mettere la crema in un pentolino antiaderente e posizionarlo sul fuoco.
Mescolare continuamente, in modo che la crema non si attacchi sul fondo e cuocere per qualche minuto, calcolato a partire dal bollore, fino a raggiungere la consistenza desiderata (la crema deve essere piuttosto densa).
Anche in questo caso, posizionare la pellicola trasparente a contatto con la superficie della crema e lasciar raffreddare.

Procedimento in comune:
Quando la crema si sarà raffreddata, su una spianatoia infarinata stendere la pasta frolla col matterello, cercando di ottenere un cerchio abbastanza regolare.
Trasferire il disco di pasta in una teglia a cerniera da 24-26 cm, creando dei bordi alti circa 4 cm, in modo che il guscio di frolla possa contenere agevolmente tutta la crema (come si può vedere dalla foto, io li ho lasciati anche piuttosto irregolari, perchè mi piaceva l’idea dell’effetto finale un po’ “frastagliato”). Se invece si preferisce usare una tortiera da crostata (quella con la scanalatura lungo il perimetro), foderare bene fondo e bordi e poi eliminare l’eventuale pasta eccedente.
A questo punto coprire la pasta con un foglio di carta forno e versarci dentro dei legumi secchi (io avevo delle lenticchie), che serviranno a non far gonfiare la pasta frolla in cottura.
Crostata Crema Pasticcera e Fragole2 miaCuocere la base della crostata, in forno statico preriscaldato, a 180° per circa 20 minuti.
Estrarre dal forno e far raffreddare del tutto prima di togliere la carta forno con i legumi.
Una volta fredda, versare la crema nella base di frolla, livellandone la superficie con una spatola o il dorso di un cucchiaio.
Crostata Crema Pasticcera e Fragole3 miaDecorare con le fragole, macerate o meno (come si preferisce) e tenere in frigo per 2-3 ore prima di gustarla.
Crostata Crema Pasticcera e Fragole4 firma miaDifficoltà: bassa

Tempi di preparazione: circa 30 minuti + macerazione fragole e raffreddamento crema

Tempi di cottura: circa 20 minuti + il tempo per la crema

Consigli: Naturalmente, la Crostata con Crema Pasticcera può essere decorata anche con altri tipi di frutta (o un misto di più tipologie) ed arricchita con granella di zucchero, gocce di cioccolato, cocco disidratato, palline di cereali, ecc.ecc.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.