Torta di Pejo

Oggi la ricetta della torta di Pejo un dolce della tradizione regionale trentina che prende il nome dalla località montana, famosa per le sue fonti di acqua ferruginosa e per le sue terme.
E’ un dolce ricco di frutta secca che tritata e amalgamata ad una soffice meringa è la farcia di un classico guscio di pasta frolla.
E’ quindi da considerare per me al pari di una crostata perfetta se servita con un bel ciuffo di panna montata o qualche cucchiaio di crema inglese senza farina.
Si racconta che negli anni ’50 due signore proprietarie di una pasticceria prepararono questo dolce su suggerimento di una abitante di Pejo e fu un grande successo!
“Se vole’ viver mejo, magna’ la torta de Pejo“.
TORTA DI PEJO
La cucina di ASI

La Torta di Pejo
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno 16 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzionistampo 20/22 cm
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

PER LA PASTA FROLLA

  • 300 gfarina 00
  • 140 gzucchero
  • 130 gburro
  • 1uovo + 1 tuorlo (medio)
  • 1 cucchiainoestratto di vaniglia (liquido Pane degli angeli)

PER LA FARCIA

  • 2albumi
  • 2 cucchiaizucchero
  • 25 gnocciole
  • 60 gnoci
  • 25 gmandorle pelate
  • 15 guvetta
  • 25 gamaretti (sbriciolati)

Preparazione

  1. Per preparare la pasta frolla della torta di Pejo versiamo la farina setacciata con il lievito unitamente allo zucchero in una terrina.

    Uniamo il burro a tocchetti l’estratto di vaniglia e per ultimo l’uovo.

    Mescoliamo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.

    Avvolgiamolo in pellicola alimentare e lo mettiamo in frigorifero a riposo per almeno 30/40 minuti.

  1. Pejo la torta

    La torta di Pejo si compone di un guscio di frolla con una farcia gustosa e tipicamente invernale composta da un mix di frutta secca.

    Per preparare il ripieno occorre tostare in un padellino le mandorle pelate e le nocciole su fiamma medio alta e per pochi minuti.

    Mentre la frutta secca si raffredda stendiamo la pasta frolla del guscio della torta di Pejo tenendone da parte circa 1/3 per le palline da mettere poi nella farcia.

    Ho usato uno stampo di 20 cm foderato di carta forno ma visto che mi è rimasta della pasta frolla potete usare con queste dosi anche uno stampo di 22 cm.

    Disponete la frolla anche sui bordi per un’altezza circa di 3-4 cm visto che dovrà contenere la farcia che andiamo a preparare.

  1. Montiamo gli albumi con le fruste elettriche e come il composto inizia a spumare aggiungiamo lo zucchero e continuiamo fino ad avere una meringa soffice e lucida.

    Aggiungiamo gli amaretti sbriciolati i gherigli di noci spezzettate e l’uvetta.

    Tritiamo grossolanamente le mandorle e le nocciole appena tostate e le aggiungiamo all’altra frutta secca.

  1. Versiamo il mix di frutta secca negli albumi a meringa e mescoliamo bene il tutto.

    Sul fondo del guscio di frolla versiamo albumi e frutta secca livellando bene il tutto.

    Con la frolla rimasta facciamo tante palline che poi disporremo sulla farcia.

  2. PROVA ANCHE LA DUNDEE CAKE

  3. Crostata golosa con mandorle e mele
  1. Non resta che infornare a 170°C per circa 40/45 minuti o a seconda delle caratteristiche del vostro forno.

    Cotta che sia la torta di Pejo occorre farla raffreddare prima di sfornare e sformare.

  2. La torta di Pejo è un dolce ricco che io servirei con un bel ciuffo di panna montata ed è molto gustoso.

    Buon appetito!

    Annalisa

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Torta di Pejo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.