Crea sito

SUGAL ROMAGNOLI

Oggi vi porto in Romagna con una ricetta dolce di antica tradizione contadina i sugal romagnoli diciamo che potremmo anche chiamarlo budino di mosto d’uva! Abito a Bologna da tantissimi anni è una città che amo anche se non è la mia e spesso torno in Romagna per trovare i miei genitori e per fare spese e altro a Faenza. Appena mio figlio avrà trovato la sua strada ho deciso che tornerò ad abitarci definitivamente e a volte(spessissimo) spero possa succedere molto presto! La cucina romagnola è ricca di belle e buone ricette, spesso ricette povere che l’azdora prepara per la sua famiglia, mettendo cuore e passione come tantissime di noi!Cappelletti e passatelli, piadina e garganelli e strozzapreti insomma l’elenco è lungo lunghissimo e oggi vi voglio raccontare di questo dolce povero e delizioso che la mia mamma fa ogni anno durante il periodo della vendemmia. I sugal( il nome è lo stesso sia per il singolare che il plurale) è una crema dolce che viene preparata con il mosto d’uva ed il pangrattato. In rete ho visto tante variazioni a questa ricetta della mia mamma con aggiunta di farina di mais, semi di anice, scorza di limone e ancora altro ma io resto fedele alla Maria!

Sugal romagnoli
  • Preparazione: 1 + riposo Ora
  • Cottura: 3/4 Ora
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni:
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • q.b. mosto d'uva (o tanta uva bianca o nera a piacere)
  • q.b. pangrattato

Preparazione

    1. Partendo dall’uva bianca o nera che sia dovete pigiarla dentro ad una bacinella.
    2. Con il colabrodo passate il mosto per eliminare le bucce d’uva.
    3. Il mosto va lasciato a riposare per una notte eliminando tutte le eventuali altre impurità.
    4. Ora va fatto bollire a fiamma moderata fino a quando si riduce della metà mescolandolo con un cucchiaio di legno.
    5. Fate riposare di nuovo un paio d’ore questo liquido.
    6. Travasate il liquido in una altra casseruola senza aggiungere il fondo scuro.
    7. Ora rimettete sul fuoco basso e aggiungete il pangrattato, tanto quanto ne occorrerà per avere una crema: come quando si fa la polenta direi!
    8. Sempre rimestando il composto con un cucchiaio di legno continuate la cottura fino a farlo addensare come una crema fluida.
    9. Versate i sugal romagnoli  in piatti piani e lasciateli raffreddare.

Consigli e note

Se volete spulciare tra le tante ricette emiliano-romagnole che sono sul blog vi consiglio di leggere questa raccolta


Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla mia fan page di Facebook! Basta cliccare “mi piace” e ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate e commentare con me le varie preparazioni !!!!

Copyright © 2017 Annalisa Altini, Tutti i diritti riservati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.