Pane Cafone con Pasta Madre

Oggi vi presento il Pane Cafone con Pasta Madre! 

Pane Cafone con Pasta Madre

Prima che io avessi davvero deciso di allevarlo, ecco che Sonia mi regala un piccolo Lievito Madre…inizio a rinfrescarlo, ad accudirlo e muoio dalla voglia di usarlo, ma serve qualche tempo prima che sia in quantità sufficiente. L’esperienza della panificazione è unica, coinvolge tutti sensi e se la si sa cogliere, fa bene anche allo spirito.

I tempi di lievitazione della Pasta Madre sono lunghi e la meraviglia di creare il pane in questo modo è dovuta anche all’attesa, al rispetto dei tempi naturali, alla calma che è richiesta da queste lavorazioni. Non è una cosa che si può fare nei ritagli di tempo, meno che meno all’inizio, inesperta come sono. Quindi ascolto alla lettera i consigli della mia amica Sonia ed inizio con questo pane che lei ha già collaudato: la ricetta del pane cafone è molto diffusa nel web, prevede due rinfreschi del lievito madre e 8-10 ore di lievitazione. Pare che la sua origine sia napoletana, dei tempi dei Borboni, quando cafoni erano chiamati gli uomini del popolo in contrapposizione ai nobili (i francesi). Nella mia variante ho sostituito 200 g di farina manitoba con 200 g di farina integrale ed ho aggiunto 2 cucchiai di olio evo. Buonissimo!

Pane Cafone con Pasta Madre

Ingredienti:

Primo rinfresco:

  • 65 g pasta madre

  • 75 g farina di manitoba

  • 45 g acqua

Secondo rinfresco:

  • tutto l’impasto precedente

  • 90 g farina di manitoba

  • 45 g acqua

Impasto:

  • tutto l’impasto precedente

  • 850 g farina (200 g manitoba, 200 di farina integrale, 450 farina di semola di grano duro)

  • 545 g circa di acqua

  • 25 g sale

  • 2 cucchiai di olio evo

Preparazione del Pane Cafone con Pasta Madre:

Ho iniziato la preparazione alle 14 del venerdì in modo da avere il pane pronto per il pranzo del sabato.

Il primo rinfresco della mia Pasta Madre l’ho fatto sciogliendola in una ciotola con l’acqua, quindi ho aggiunto la farina.
Ho lavorato fino ad ottenere un impasto ben omogeneo. Ho inciso a croce e messo in un vaso di vetro coperto con un telo umido all’interno del forno spento con lampadina accesa e ho lasciato lievitare per 3 ore circa.

Verso le 17 ho preso il mio impasto e ho iniziato il secondo rinfresco nello stesso modo del rinfresco precedente, aggiungendo farina ed acqua nelle quantità indicate.
Ho riposto nuovamente in forno a lievitare per altre 3 ore circa, come nel procedimento precedente.

Verso le 20 ho iniziato l’impasto vero e proprio, aggiungere i nuovi ingredienti e lavorando il tutto in impastatrice, per una decina di minuti.

Ho lavorato poi con forza l’impasto con le mani sulla spianatoia cosparsa di poca semola per dargli forza, battendolo su tavolo e facendo diverse piegature. Ho poi arrotondato e lasciato riposare nuovamente in forno spento per una mezz’ora.
Ho poi diviso l’impasto in due pagnotte, che ho lavorato separatamente e piegato più volte e arrotondato. Ho inciso leggermente la superficie con un coltello affilato.
Pane Cafone prima della lievitazione
Ho appoggiato su una teglia con carta forno spolverizzata di farina di semola, e ho spolverizzato leggermente anche la superficie, ho coperto con un telo di cotone e ho messo in forno a lievitare per tutta la notte.
Al mattino la lievitazione aveva unito le mie due pagnotte, ma le ho cotte ugualmente!
Pane Cafone dopo la lievitazione
Ho scaldato il forno a 240°, tenendo il pane a parte coperto, ho messo una leccarda con acqua sul fondo del forno.
Prima di infornare ho abbassato la temperatura a 200°, ho spruzzato con acqua la superficie del pane e ho infornato per 20′. Poi ho tolto la leccarda ed ho proseguito la cottura per altri 30′ circa.
Ho sfornato e lasciato raffreddare su una gratella perché disperdesse tutta l’umidità interna.
Pane Cafone dopo la cottura
Con estrema soddisfazione abbiamo gustato il primo pane con Pasta Madre che è durato giusto il tempo di un weekend! Ed ora non smetteremo più di panificare 🙂

Se ti è piaciuta questa ricetta, iscriviti alla newsletter e segui Aryblue on Facebook 😉

.

Precedente Torta delle Rose - due lievitazioni Successivo Pandolce al Miele di Suor Germana

2 commenti su “Pane Cafone con Pasta Madre

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.