I RISCHI

A ridere c’è il rischio di apparire sciocchi;

mani

A piangere c’è il rischio di essere chiamati sentimentali;

A stabilire un contatto con un altro c’è il rischio di farsi coinvolgere;

A mostrare i propri sentimenti c’è il rischio di mostrare il vostro vero io;

A esporre le vostre idee e i vostri sogni c’è il rischio d’essere chiamati ingenui;

Ad amare c’è il rischio di non essere corrisposti;

A vivere c’è il rischio di morire;

A sperare c’è il rischio della disperazione e

A tentare c’è il rischio del fallimento.

Ma bisogna correre i rischi, perché il rischio più grande nella vita è quello di non rischiare nulla.

La persona che non rischia nulla, non è nulla e non diviene nulla.

Può evitare la sofferenza e l’angoscia, ma non può imparare a sentire e cambiare e progredire e amare e vivere.

Incatenata alle sue certezze, è schiava.

Ha rinunciato alla libertà.

Solo la persona che rischia è veramente libera.

(da: “Vivere, Amare, Capirsi” di Leo Buscaglia – Mondadori)

3 Risposte a “I RISCHI”

  1. caspita Elisa ha scritto proprio delle cose stupende…e molto ragionevoli..c’è proprio un tempo per tutto, anche per il rischio.
    Tra l’altro non vorrei sbagliare ma queste parole vengono dall’antico testamento …eh, si le ho cercate…parole di Qoelet figlio di Davide…poi riprese anche da Paulo Coelho, complimenti Elisa.
    un bacio ed un saluto.

    “Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.
    2C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
    un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.
    3Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
    un tempo per demolire e un tempo per costruire.
    4Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
    un tempo per gemere e un tempo per ballare.
    5Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
    un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci
    6Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
    un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
    7Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
    un tempo per tacere e un tempo per parlare.
    8Un tempo per amare e un tempo per odiare,
    un tempo per la guerra e un tempo per la pace..”

  2. …bellissima, se letta in momenti positivi della vita…
    Ma se il rischio è di gettare tutto al vento? tutto quello che hai costruito? tutte le tue “certezze” che ti fanno stare bene, quelle che non ti incatenano?
    Credo che anche “il non rischiare” per mantenere intatto quello per cui si è dato e fatto tanto, sia, a volte, un grande rischio! si può anche prendersi qualche PAUSA da tutto questo bisogno CONTINUO di evolversi, vivere, cambiare, progredire… un altro grande qualcuno (che non mi ricordo chi fosse) dice che “c’è un tempo per tutto nella vita; c’è un tempo per ridere e un tempo per piangere; un tempo per progredire ed uno per FERMARSI e GODERE e ACCONTENTARSI di quello che si è, di quello che si è fatto, di quello che si ha….. un tempo per RIFLETTERE BENE su tutto questo, per POI capire se RISCHIARE è un atteggiamento che và bene per noi stessi e per il momento che stiamo vivendo…. un tempo per comprendere che a volte il mondo và più veloce di noi! I veri atleti conoscono se stessi e sanno quando è il momento di fermarsi e riposarsi…. a loro RISCHIO ovviamente!
    Rischiamo per un attimo di essere DIVERSI dalla massa e di soffermarci ad essere un pò felici e contenti di noi stessi, anche se non siamo stati “i migliori” di tutti, anche se potevamo fare meglio, di più…La vita può essere spietata in qualsiasi istante perciò OK! DIAMOCI DA FARE, ma cerchiamo anche di VIVERCELA per quello che è … qualche volta.
    Buon anno a tutti da Elisa, Vera e Andrea in un prezioso periodo di surreale serenità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.