Crea sito

Crostata amaretti e crema al cioccolato

Crostata amaretti e crema al cioccolato. Buona, buona, buonissima, sicuramente nel pomeriggio con il tè, ma devo dire che anche al mattino a colazione dà la sua bella carica 🙂 La frolla all’amaretto, gli amaretti interi e la crema al cioccolato si armonizzano in un equilibrio di gusto che abbiamo apprezzato tutti in famiglia e non solo…

Crostata amaretti e crema al cioccolato

Ho infatti, portato questa crostata alla serata dedicata alla Food Photography del Corso Avanzato di Fotografia di Alessandro Lazzarin Fotografia  ed è stata al centro dell’attenzione, coccolata dai miei colleghi, inondata di zucchero a velo, fotografata da tutti, ed infine assaggiata. QUI potete leggere il racconto di quella bella serata, ed ammirarla protagonista della scena 🙂

Una foodblogger racconta la food photography

Ingredienti per una tortiera da 24 cm: 

per la frolla: 

  • 280 g di farina 00
  • 1 uovo medio (60 g )
  • 140 g di burro
  • 110 g di zucchero
  • 1 pizzico di lievito per dolci
  • 20 g di amaretti

per la crema:

  • 2 uova
  • 180 g di zucchero
  • 500 ml di latte
  • 30 g di amido di riso
  • 30 g di amido di mais
  • 30 g di cioccolato al latte
  • 30 g di cioccolato fondente
  • 1 bacca di vaniglia

inoltre: 

  • 25-30 amaretti interi
  • liquore all’amaretto
  • zucchero a velo

Preparazione della crostata amaretti e crema al cioccolato

Tritate gli amaretti nel mixer. Tenere il burro a temperatura ambiente per un paio di ore in modo che si ammorbidisca un po’. Impastate rapidamente farina, burro, uovo, zucchero e lievito senza scaldarli. Unite la polvere di amaretto, amalgamate, formate un panetto ed avvolgetelo in pellicola poi mettetelo in frigo per un’ora a riposare.

Preparate la crema scaldando il latte in un pentolino con i semi della bacca di vaniglia. A parte in una ciotola sbattete le uova con lo zucchero, setacciate gli amidi ed incorporateli alle uova. Unite a filo il latte caldo filtrato. Riportate il composto nel pentolino e cuocetelo a fuoco dolce mescolando continuamente fino ad addensare la crema. Aggiungete i due cioccolati a pezzetti, mescolate per scioglierli, poi togliete dal fuoco, coprite con pellicola a contatto e fate raffreddare.

Riprendete la frolla, prendetene i 2/3 e stendetela sulla spianatoia infarinata leggermente, allo spessore di 4-5 mm. Foderate la tortiera imburrata ed infarinata, forate il fondo con una forchetta poi stendete la crema e livellatela. Adagiate su tutta la superficie della crema gli amaretti leggermente imbevuti nel liquore. Ricoprite con la restante frolla tirata ad uno spessore inferiore al fondo. Chiudete bene i bordi sigillandoli con le dita, poi eliminate l’eccesso tagliandolo con una rotella.

Crostata amaretti e crema al cioccolato

Infornate a 170°C per 30 minuti poi ancora per 10 minuti con calore solo dal basso. Sfornate la crostata amaretti e crema al cioccolato, fate raffreddare completamente prima di togliere dalla tortiera, servite spolverata di zucchero a velo.

Crostata amaretti e crema al cioccolato

Ricetta liberamente tratta dalla rivista ” Più Dolci”

Aspetto le foto delle vostre realizzazioni sulla mia fanpage 🙂

In bocca al forno! ARYBLUE

Crostata amaretti e crema al cioccolato

DIMENTICAVO ! Se avanzate un po’ di frolla potete fare questi strepitosi BISCOTTI AMARETTO E CIOCCOLATO 😉

Biscotti amaretto e cioccolato

16 Risposte a “Crostata amaretti e crema al cioccolato”

  1. Ciao e complimenti per le tue ricette che uso spessissimo!
    Ho provato a fare questa splendida torta, ma anche la seconda volta ho riscontrato problemi con la pasta che mi si rompe tutta e non riesco a posizionarla in modo lineare da avere la pasta liscia. Cosa sbaglio?

    1. Ciao! Grazie degli apprezzamenti Lorenza! Per essere lavorata con facilità la frolla deve essere molto fredda. Fai la frolla la sera, mettila in frigo nella parte alta e stendila al mattino. 😀 Buon lavoro !

    1. Ciao Angela, il liquore all’amaretto servo a “rafforzare” il profumo ed il sentore di amaretto appunto, puoi ometterlo o sostituirlo col brandy. L’amido di riso puoi sostituirlo con una altro amido (maizena, frumina, fecola di patate..).
      Grazie e buon lavoro !

    1. Grazie del complimento, ma siamo circondati da zucchero in modo massiccio e certamente le proposte di dolci non mancano né sul web né su riviste. Per quanto mi riguarda insegnare alle persone a prendersi cura di sé ogni giorno avendo cura in primis quindi di eliminare lo zucchero per ritornare ad un sapore più naturale dei cibi e migliorare così istantaneamente la propria salute è la cosa più importante. Nella sezione “Alimentazione consapevole” trovi molte ricette senza zucchero e farine raffinate, il gusto non ne risente affatto e la salute migliora da subito 😀
      Grazie ancora e a presto 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.